:: Pneumonia menù
 


Ultime recensioni:


Autori Vari
When The Wind Blows. The Songs of Townes Van Zandt


Autori Vari
Hummingbirds & Helicopters


Bettye Lavette
Things Have Changed


Usher's Island
Usher's Island

Cose recenti, archivio Pneumonia:

US Rails
We Have All Been Here Before
Autori Vari
Chicago Plays The Stones
Nathaniel Rateliff & The Night Sweats
Live at Red Rocks
Autori Vari
Won't Be Home for Christmas
Steve Winwood
Greatest Hits Live
Joan Osborne
Songs of Bob Dylan
Van Morrison
Roll with the Punches
Hard Working Americans
We're All in This Together
Mavis Staples
I'll Take You There: An All-Star Celebration
Willie Nile
Positively Bob. Willie Nile Sings Bob Dylan
Tom Russell
Play One More.
The Songs of Ian & Sylvia

Bonnie Prince Billy
Best Troubadour
Tedeschi Trucks Band
Live from the Fox Oakland
Autori Vari
The Musical Mojo of Dr. John. celebrating Mac and His Music
The Rolling Stones
Blue & Lonesome
Lowlands and Friends
Play Townes Van Zandt's Last Set
John Prine
For Better, Or Worse
Billy Bragg & Joe Henry
Shine a Light: Field Recordings from the Great American Railroad
Autori Vari
Day of the Dead
Autori Vari
Southern Family
Albert Collins & The Icebreakers
Live at Rockpalast
Autori Vari
God Don't Never Change: The Songs of Blind Willie Johnson
Popa Chubby
Big, Bad and Beautiful - Live
Neil Young & Bluenote Café
Bluenote Café
Drive_By Truckers
It's Great to be Alive!
Autori Vari
Cold Bitter Tears - The Songs of Ted Hawkins
Tom Russell
The Rose of Roscrae: A Ballad of
The West

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
Pneumonia   boxes, tributes & live records

 
 

Autori Vari
Epilogue. A Tribute to John Duffey
[Smithsonian Folkways 2018]

folkways.si.edu

File Under: bluegrass heroes

di Pie Cantoni (19/05/2018)

Siamo onesti. Quando abbiamo ricevuto questo disco, ci siamo chiesti: chi è John Duffey? E leggere nelle note del disco che era definito come il padre del bluegrass moderno ci ha fatto sentire come quando a scuola ti chiedevano quali sono gli affluenti del Po, e tu rimanevi lì, con gli occhi da triglia fissi sulla maestra a balbettare To…, no, Do….., sì, Dor…… sperando che crollasse il soffitto in quel momento per toglierti dall'imbarazzo e per distrarre tutta la classe dal tuo volto paonazzo, come se avessi appena corso i cento in meno di dieci secondi in abbigliamento da alta quota. Ma non ci siamo persi d'animo. Il disco è prodotto con il marchio Smithsonian Folkaways Records e questo già basta come garanzia di qualità, corredato da una tale quantità di note da renderci sufficientemente edotti sul personaggio.

John Duffey, chitarrista, mandolinista e banjoista, è stato il leader di due importanti gruppi, The Country Gentlemen e The Seldom Scene, anche lui un "uomo in missione per conto di dio", che ha lavorato nella sua carriera per salvare dall'oblio la musica della "gente" e poi espandendo i confini del bluegrass e della musica degli Appalachi mescolando elementi di "nuovi" trend e di nuovi artisti. Una parata di musicisti incredibili, circa una sessantina, gli rendono tributo, fra nomi più noti e altri meno, tutti bravissimi, che si cimentano in una scaletta di diciassette brani, alcuni a firma di John Duffey, altri invece ripescati nella tradizione e nei classici rivisitati dallo stesso nella sua lunga carriera, purtroppo interrotta bruscamente da un infarto nel 1996. A partire da Sad and Lonesome Day, nel repertorio della Carter Family, qui suonata da Randy Waller, dal classico If I Were a Carpenter (tante le versioni, da Johnny Cash a Robert Plant), fino ad arrivare ad uno dei pezzi più country del disco country per eccellenza di Bob Dylan (Nashville Skyline) nella cover di Girl from the North Country.

Ma sono tanti gli episodi interessanti, come la ballata dei Country Gentlemen If That's the Way You Feel con Nils Lofgren (E-Street Band) al dobro. Una cavalcata impetuosa per chitarra e mandolino la strumentale Sunrise, qui suonata da nientemeno che Bela Fleck e Sam Bush, che ci lasciano ben capire che virtuoso fosse Duffey. Una delle caratteristiche del bluegrass è anche la spensieratezza e una visione ottimistica, anche di temi non propriamente allegri: bellissima la versione di He Was a Friend of Mine, traditional ripescato più e più volte ma intramontabile, così come Ain't Gonna Work Tomorrow, con un banjo tiratissimo e una mandolino sparato a livello di shredding (se mai si può parlare di shred nel bluegrass…) da parte di Marc MacGlashan. E così via per tutta la durata del disco, stellare e imperdibile per chi apprezza il genere.

Ok, ci siamo persi (colpevolmente) nel mare magno della musica americana il nome di John Duffey, ma ci siamo goduti questo bel disco e abbiamo scoperto qualcosa sull'artista, e questo è l'importante. Alla fine, a chi è mai servito nella vita ricordarsi di tutti gli affluenti del Po?


:: La track list
1. Sad and Lonesome Day - Randy Waller & Lou Reid // 2. If That's the Way You Feel - Amanda Smith // 3. If I Were a Carpenter - Jonathan Edwards // 4. Lonesome River - Dudley Connell // 5. Sunrise - Sam Bush & Bela Fleck // 6. Going to the Races - James King // 7. Some Old Day - John Cowan // 8. Girl from the North Country - Steve Gulley // 9. He Was a Friend of Mine - Dudley Connell & John Cowan // 10. Poor Ellen Smith - Tim O'Brien // 11. Reason for Being - Fred Travers // 12. Ain't Gonna Work Tomorrow - Don Rigsby // 13. Chim-Chim-Cher-Ee - Bruce Molsky // 14. Cold Wind a Blowin' - Ronnie Bowman & Lou Reid // 15. Christmas Time Back Home - John Duffey Tribute All-Stars // 16. Bringing Mary Home - John Starling // 17. First Tear - Akira Otsuka


    

 

 

info@rootshighway.it