:: Menù
 



RootsHighway è membro ufficiale della Euro Americana Chart, la classifica dei dj e giornalisti europei sul mondo Americana/ Roots. Leggi la classifica completa su euroamericanachart.eu

 
 

IN USCITA: scorri l'elenco delle prossime uscite discografiche in campo Americana/ Roots/ Indie:

15 gennaio
Jeffrey Foucault - Deadstock: Uncollected Recordings 2005-2020 (Blueblade Records)
Leeann Atherton – Fallen Angel (Rainstorm Records)
Michael Clem – Rivannarama (self-released EP)
Daniel Norgren – Live (Superpuma Records)
Lizzy Plotkin & Natalie Spears – Just over the Ridge (self-released EP)
Steve ‘n’ Seagulls – Another Miracle (Playground Music)

8 gennaio
Steve Earle and The Dukes - J.T. (New West Records)
Silas J. Dirge – The Poor Devil (Smoking Man Music)
Barry Gibb – Greenfields: The Gibb Brothers’ Songbook (Vol. 1) (Capitol Records)

18 dicembre
Martin Farrell Jr. – Coffee and Laundry (Lost Cowgirl Records)
Paul McCartney – McCartney III (Capitol Records)
No Coward Soul – The Boondox (No Coward Soul Music)

11 dicembre
Kacy & Clayton and Marlon Williams – Plastic Bouquet (New West Records)
Sturgill Simpson – Cuttin’ Grass – Vol. 2 (The Cowboy Arms Sessions) (High Top Mountain Records)
James Steinle – Cold German Mornings (Shotgun House Records)
This Frontier Needs Heroes – Go with the Flow (self-released)

4 dicembre
Calexico – Seasonal Shift (Anti/Epitaph Records) (Xmas EP)
Justin Howl – Wanderlust (self-released)
Margo Price – Perfectly Imperfect at The Ryman (Loma Vista Recordings)
Stuffy Shmitt – Stuff Happens (Realistic Records)

27 novembre
Jesse Colin - Young Highway Troubadour (BMG Rights Management)
Scott H. Biram – Fever Dreams (Bloodshot Records)

20 novembre
Dave Alvin - From an Old Guitar: Rare & Unreleased (Yep Roc Records)
Kelsey Waldon - They’ll Never Keep Us Down (Oh Boy Records)
Ward Davis – Black Cats and Crows (Ward Davis Music)
Leo Kottke & Mike Gordon – Noon (Megaplum/ATO Records)
Brit Taylor – Real Me (Cut a Shine Records)
Jerry Jeff Walker – Mr Bojangles: The Atco/Elektra Years (Morello Records)

13 novembre
Chris Stapleton - Starting Over (Mercury Nashville)
Kyle Boreing – Who Am I to Say (self-released)
Randall Bramblett – Pine Needle Fire (New West Records)
The Parson Red Heads – Lifetime of Comedy (Fluff & Gravy Records)
Sensational Country Blues Wonders – World Will Break Your Heart (Sensational Wonders Records)
Jules Shear – Slower (Funzalo Records)
Gillian Welch – Boots No. 2: The Lost Songs, Vol. 3 (Acony Records)

6 novembre
Madison Cunningham – Wednesday (Verve Forecast)
Jackslacks – When Pigs Fly (Shield of Love)
Johnnie & Jack with The Tennessee Mountain Boys – Collection 1945-62 (Acrobat Records)
Larry Keel – American Dream (Keel Fish Music)
Donovan Woods – Seeing Other People (Meant Well Inc.)

30 ottobre
Sam Morrow - Gettin’ By on Gettin’ Down (Forty Below Records)
Strung Like a Horse - Whoa! (Transoceanic Records)
Chamomile and Whiskey – Red Clay Heart (County Wide Records)
Elvis Costello – Hey Clockface (Concord Records)
Front Country – Impossible World (AntiFragile Records)
Erin Harpe – Meet Me in the Middle (VizzTone/juicy Juju Records)
Jeremiah Johnson – Unemployed Highly Annoyed (Ruf Records)
Suzzy Roche & Lucy Wainwright Roche – I Can Still Hear You (StorySound Records)
Skyway Man – The World Only Ends When You Die (Mama Bird Recording Co.)
Jim White – Misfit’s Jubilee (Fluff and Gravy Records)
Wynonna – Recollections (Anti/Epitaph Records)

23 ottobre
Shemekia Copeland - Uncivil War (Alligator Records)
Will Kimbrough - Spring Break (Daphne Records)
Rick Shea - Love & Desperation (Tres Pescadores Records)
The Boxmasters – Light Rays (Keentone Records)
Rachel Brooke – The Loneliness in Me (Mal Records)
Justin Farren – Pretty Free (Bad Service Badger)
Felix Hatfield – False God (Fangbite Records)
Stephanie Lambring – Autonomy (Tone Tree Music)
Ruby Mack – Devil Told Me (self-released)
Darrell Scott – Jaroso (Full Light Records)
Jack M. Senff – These Northwood Blues (Skeletal Lightning)
Bruce Springsteen – Letter to You (Columbia Records)
Jeff Tweedy – Love is the King ( dBpm Records)
Becky Warren – The Sick Season (self-released)
Raye Zaragoza – Woman In Color (Rebel River Records)

16 ottobre
The Mastersons - Red, White & I Love You Too (Red House Records)
Sturgill Simpson - Cuttin’ Grass Vol. 1 The Butcher Shoppe Sessions (High Top Mountain Records)
The Steep Canyon Rangers - Arm In Arm (Yep Roc Records)
Cordovas – Destiny Hotel (ATO Records)
James Ellis and the Jealous Guys – Country Lion (self-released) 4
00 Bears – 400 Bears (self-released)
Jeremy Ivey – Waiting Out The Storm (Anti-/Epitath Records)
Mipso – Mipso (Rounder Records)
Malin Pettersen – Wildhorse (Die With Your Boots On Records)
Tom Petty – Wildflowers & All The Rest (Warner Records)
Tanya Tucker – Live From The Troubadour (Fantasy Records)
William Elliot Whitmore – I’m With You (Bloodshot Records)

9 ottobre
Loudon Wainwright III - I’d Rather Lead a Band (Search Party Records)
Darlingside – Fish Pond Fish (More Doug Records)
Great Peacock – Forever Worse Better (Soundly Sounds)
Izzy Heltai – Father (self released)
Kronos Quartet – Long Time Passing: Kronos Quartet and Friends Celebrate Pete Seeger (Smithsonian Folkways Records)
The Onlies – The Onlies (self-released)
Kim Wilson – Take Me Back (M.C.Records)
Adam Wright – I Win (De Casa Records)

2 ottobre
Brent Cobb - Keep ‘Em on They Toes (Ol’ Buddy Records)
Chris Smither - More From The Levee (Signature Sounds)
BeauSoleil – Evangeline Waltz (Sunset Blvd Records)
Joachim Cooder – Over That Road I’m Bound (Nonesuch Records)
Dawes – Good Luck with Whatever (Rounder Records)
Drive-By Truckers – The New OK (ATO Records)
Jackson Emmer – Alpine Coda (Diamond Ranch Records)
Ned Hill – By the Light of the Radio (WhistlePig Records)
Jensen Sisters – Yellow Frames (self-released)
NRBQ – In Frequencies (Omnivore Recordings)
The Nude Party – Midnight Manor (New West Records)
Robert Plant – Digging Deep: Subterranea (Warner Music)
Bonnie Whitmore – Last Will & Testament (Aviatrix Records)

25 settembre
The Band of Heathens - Stranger (BOH Records)
Diana Demuth – Misadventure (Creaky Gate Records)
Lyman Ellerman – Closer To Home (Woodshed Resistance Records)
Freddy & Francine – I Am Afraid to Die! (self-released)
Andrew Grimm – A Little Heat (WhistlePig Records)
Thomm Jutz – To Live in Two Worlds, Vol. 2 (Mountain Home Records)
Phil Leadbetter and The All Stars of Bluegrass – Swing for the Fences (Pinecastle Records)
Lydia Loveless – Daughter (Honey, You’re Gonna Be Late Records)
Susan Pepper – The Prettiest Bird (Ballad Records)
Jordan Tice – Motivational Speakeasy (Padiddle Records)

18 settembre
Fred Eaglesmith & Tif Ginn - Alive (Sawdust Records)
Otis Gibbs - Hoosier National (Wannamaker Records)
Victoria Bailey – Jesus, Red Wine & Patsy Cline (Rock Ridge Music)
Tyler Childers – Long Violent History (Hickman Holler Records/RCA Records)
Stephen Clair – The Small Hours (Rock City Records)
John Pops Dennie – I’ve Got Something To Say (Freestone Records)
Elliott Brood – Keeper (Six Shooter Records)
Stephie James – These Days (Label Logic)
Brennen Leigh – Prairie Love Letter (self-released)
Liz Longley – Funeral for My Past (Tone Tree Music)
Joan Osborne – Trouble And Strife (Womanly Hips Music)

11 settembre
Elizabeth Cook - Aftermath (Agent Love Music)
The Dillards - Old Road New Again (Pinecastle Records)
Blitzen Trapper – Holy Smokes Future Jokes (Yep Roc Records)
Gasoline Lollipops – All The Misery Money Can Buy (self-released)
Donal Hinely – Diary of a Snowflake (Scuffletown Records)
Waylon Payne – Blue Eyes, The Harlot, The Queer, The Pusher & Me (Carnival Recording Company)
Shoebox Letters – Treasure Map (self-released)
Two Bird Stone – Hands and Knees (Wondermore Records)
Doc & Merle Watson – Songs Doc Didn’t Sing (Fli Records)

4 settembre
Hayes Carll - Alone Together Sessions (Dualtone Music)
Dirk Powell - When I Wait For You (Compass Records)
Hannah Aldridge – Live in Black and White (Icons Creating Evil Art)
Emily Barker – A Dark Murmuration of Words (Everyone Sang Records)
Carolina Story – Dandelion (Black River Americana)
Kris Delmhorst – Long Day In The Milky Way (Big Bean Music/CEN)
New Moon Jelly Roll Freedom Rockers – New Moon Jelly Roll Freedom Rockers, Vol. 1 (Stony Plain Records)
Grant-Lee Phillips – Lightning, Show Us Your Stuff (Yep Roc Records)
India Ramey – Shallow Graves (self-released)
Tennessee Jet – The Country (Tennessee Jet Music, LLC)



 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
Home page


 News   notizie, video, segnalazioni, classifiche

Condividi
     


Video della settimana:
John Paul Keith - How Can You Walk Away
Il nuovo album 'The Rhythm of the City' dal 19 febbraio per Wild Honey Records.


-----------------------------------------------------------------------------------------

 

:: Shock Antistatico - il nuovo libro di Stefano Gilardino. Disponibile dal 4 febbraio per Goodfellas Edizioni, collana Spittle

Dopo il successo de 'Il Quaderno Punk 1979-81', Stefano Gilardino torna nelle librerie con 'Shock Antistatico', tributo alla gloriosa stagione post punk che tra il 1979 e il 1985 ha infiammato l'Italia. Troppo facile ricordare solamente Diaframma, Litfiba, Denovo, Pankow, Jo Squillo Eletrix e Gaznevada, dietro a cui si muovevano nomi meno conosciuti, ma altrettanto interessanti e degni di (ri)scoperta. ‘Shock Antistatico’ racconta cosa è successo in quel quinquennio – o poco più – che ha lasciato in eredità band e dischi indimenticabili, puntualmente collezionati (e ristampati) ancora oggi. Tante storie diverse che vanno a comporre un quadro d’insieme, con interviste inedite a molti dei protagonisti dell’epoca, decine di immagini e una discografia selezionata.

C’è stato un momento, all’inizio degli anni Ottanta, in cui l’Italia musicale si è trovata magicamente in sintonia con quanto stava avvenendo nel resto del mondo. Da un lato l’estremizzazione del punk rock originario stava producendo la mutazione hardcore, musica velocissima, cruda, con testi di protesta e un’attitudine riottosa e senza compromessi, dall’altro c’era una scena comunemente definita post-punk o new wave. Definizioni quasi generiche che indicavano l’evoluzione dai tre accordi di base verso suoni inediti e sperimentali: alle chitarre si aggiungevano sempre più comunemente tastiere, sintetizzatori, fiati, archi, che proponevano arrangiamenti complessi e originali. Tutta Italia fu interessata da quest’onda, la cui particolarità era proprio quella di non avere confini ben definiti, un tratto che favoriva quindi i musicisti e gli artisti più coraggiosi. Prendendo spunto dal suono fresco ed entusiasmante di Joy Division, The Pop Group, PIL, Bauhaus e Human League, centinaia di band uscirono orgogliosamente dalle sale prova, formando una scena nazionale ricca di talento. Le Prefazioni al volume sono di Ulderico “Wilko” Zanni dei Rats e Fabio De Luca, mentre grafica e impaginazione sono a cura di Matteo Torcinovich, fresco di pubblicazione del bellissimo ‘Grafika 80’.

L’autore: Stefano Gilardino è uno dei principali giornalisti musicali e scrittori di Rock in Italia. Ha scritto tra gli altri i libri: ‘La storia del punk’ (Hoepli, 2017), con Fabrizio Gilardino, ‘Il quaderno punk 1979-1981’ (Goodfellas Edizioni, 2018) e con Roberto Caselli ‘La storia del rock in Italia’ (Hoepli, 2019).

fonte: Goodfellas

----------------------------------------------------------------------------------------


:: The Weather Station - il nuovo album Ignorance, dal 5 febbraio per Fat Possum

Ignorance, nuovo capitolo della band guidata dalla musicista e attrice Tamara Lindeman uscirà il 5 febbraio per Fat Possum, anticipato dal nuovo singolo ‘Atlantic’ e dai precedenti due estratti ‘Robber’ e ‘Tried To tell You’. ‘Atlantic’, come i due video precedenti, è stato diretto dalla poliedrica Tamara Lindeman, e la vede esibirsi, insieme alla band, in mezzo ai boschi sotto uno stellato cielo notturno.

I The Weather Station celebreranno l’uscita di ‘Ignorance’ con un live in streaming programmato per l’11 febbraio alle 21:00 di Los Angeles (le 3:00 del mattino in Italia)

La band è un progetto della cantante folk canadese Tamara Lindeman, arrivata al traguardo del quinto album, il primo per Fat Possum. Il progetto è attivo dal 2006 ed è ad oggi tra le più interessanti realtà folk nordamericane, capaci si rifarsi tanto alle lezioni dei classici quanto di rendere moderne le produzioni dei loro lavori. Il nuovo album è stato registrato con una band composta dal batterista Kieran Adams, il bassista Ben Whiteley, il percussionista Philippe Melanson, Brodie West e Ryan Driver al sassofono e flauto, il tastierista Johnny Spence e la chitarrista Christine Bougie. Tamara Lindeman oltre a cantare e suonare piano e chitarra, ha scritto musica e testi e prodotto tutte le tracce del nuovo album insieme a Marcus Paquin.

fonte: Goodfellas

----------------------------------------------------------------------------------------

:: LNZNDRF - il nuovo album II, on membri di The National e Beirut, uscirà il 29 gennaio

Gli LNZNDRF sono Scott e Bryan Devendorf dei the National e Ben Lanz e Aaron Arntz dei Beirut. La all star indie band americana ha appena annunciato l’uscita del secondo album ‘II’, seguito dell’omonimo LNZNDRF del 2016 uscito per 4AD.

Il video del primo estratto ‘Brace Yourself’ è stato diretto da Ben Lanz, che parlando dei brani del nuovo album racconta: “Queste canzoni arrivano da quegli ologrammi senza forma e trasparenti che appaiono sulle palpebre quando chiudiamo gli occhi, prima di addormentarci. Sono le visioni che giuriamo di ricordare al mattino, ma non lo facciamo.”

fonte: Goodfellas


----------------------------------------------------------------------------------------


:: Major Murphy - il nuovo album "Access" dal 2 aprile per Winspear.

Access’, nuovo album dei Major Murphy, trio indie rock di Grand Rapids, Michigan, è atteso il 2 aprile per Winspear. Guarda il video della titletrack ‘Access

I Major Murphy hanno un sound circolare che funziona alla perfezione, capace di mettere insieme del potente heavy rock’n’roll, indie melodico e settare in modo perfetto l’alchimia tra le personalità di Jacob Ballard e Jacki Warren.

La band guidata da Jacob Ballard e Jacki Warren ha pubblicato l’album d'esordio ‘No. 1’ nel 2018, ricevendo critiche entusiastiche e registrando un sold out dietro l’altro durante il primo tour nord americano e per le date europee. Al disco è seguita la pubblicazione dell’Ep ‘Lafayette’, sempre per Winspear. ‘Access’ è stato registrato a Bloomington, Indiana, presso i Russian Recording Studio tra la fine del 2018 e l’inizio del 2020 con l’aiuto in regia di Mike Bridavsky e Ben Lumsdaine. Katie Crutchfield degli Waxahatchee, fan numero uno dei Major Murphy, ha scritto le note di presentazione del disco: “It’s an album that’s remarkably cohesive - a striking relic in an age where ardent and true “album-making” is a fading art form. In nine songs, it somehow takes a listener backwards & forwards at once, reckoning with intrinsic anxieties while conceptualizing a fantastical and vibrant happening, soothing in its familiar, occasionally childlike tone.”

fonte: Goodfellas

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Lovesick Duo - il nuovo album "All Over Again" e il nuovo singolo "Second Chance"

Da venerdì 15 gennaio sarà disponibile in rotazione radiofonica e su tutte le piattaforme digitali “Second Chance” il secondo singolo accompagnato da un nuovo videoclip dei Lovesick Duo, e dallo stesso giorno anche l’atteso intero album All Over Again che segna definitivamente il ritorno del duo rock’n’roll e western swing, formato da Paolo Roberto Pianezza e Francesca Alinovi, supportato dall’ufficio stampa A-Z Press. Con il precedente singolo “All Over Again” i Lovesick Duo hanno conquistato oltre 400 tra playlist radio e playlist Spotify, superando le 15.000 visualizzazioni del primo videoclip in soli quindici giorni. Oltre al formato liquido distribuito su tutte le piattaforme digitali, All Over Again sarà disponibile in vari formati: CD, vinile 33 giri 140 gr. e vinile 45 giri contenente i due singoli promozionali. Da pochi giorni i Lovesick Duo hanno dichiarato fuori stock il cofanetto prenotato in pre-order realizzato in limited edition, molto apprezzato dai loro fans e collezionisti. A supporto della promozione dell’album è inoltre disponibile un'incredibile varietà di merchandising rintracciabile sul sito www.lovesickduo.com.

I Lovesick Duo a proposito del nuovo secondo singolo dichiarano: “In pochi minuti “Second Chance” racchiude nel testo un amore travagliato, complesso e articolato, alleggerito dall’accompagnamento fresco e spensierato della canzone. Il risultato ci ha proiettato in una sensazione di maturità nell’affrontare difficoltà che comunemente ognuno vive nelle proprie storie d’amore o nel rapporto con il proprio partner.”

I due musicisti bolognesi, entrambi polistrumentisti, le cui radici attingono dall’atmosfera e dalla musica americana country, rock’n’roll e western swing anni ’40 e ’50, hanno allargato il loro parco strumenti con i quali si accompagnano abitualmente: Paolo, oltre alla chitarra elettrica, acustica e semiacustica, suona anche la lap steel a manico singolo e doppio, chitarra resofonica e dobro. Francesca, oltre ad aver perfezionato la tecnica slap al contrabbasso, ha introdotto l’uso di una percussione incorporata al contrabbasso chiamata brush pad che le permette di segnare il tempo con una spazzola per batteria. I Lovesick Duo nascono nel 2015 e ad oggi contano l’uscita di quattro album: “Lovesick Duo” (2015), “The New Orleans Session” (2017), “La valigia di cartone” (2018) e “All Over Again” (2021)”. Nel 2016 hanno inoltre preso parte alle registrazioni di “Grandma’s Recipe” affiancando in studio lo statunitense Craig Judelman. In cinque anni di attività sono stati invitati a suonare in tutta Italia, Europa, Usa (New Orleans, Nashville, New York City) in contesti di Festival, Club, feste pubbliche e private, superando la media di oltre 120 concerti l’anno.

fonte: AZ blues

----------------------------------------------------------------------------------------


::
Israel Nash - il nuovo album Topaz a marzo 2021

Israel Nash torna con ‘Topaz’, il suo primo album dopo l’ottimo riscontro di critica e pubblico di ‘Lifted’ del 2018. ‘Topaz’ arriverà nei negozi su cd e vinile a Marzo 2021, anticipato da un EP digitale contenente 5 estratti dal nuovo album. Guarda la speciale live session di ‘Canyonheart’, dal nuovo album ed EP di Israel Nash

Topaz’ è un trionfante esperimento rock-and-roll pieno di fiati, cori gospel, speranza e dolore, oltre all’ormai inconfondibile e stilosissima idea psych-country del folk dai toni soul che Israel Nash porta ormai avanti da anni. “La musica può essere lo spazio in cui la gente pensa, anche solo per pochi minuti – dice Israel Nash. Lo spazio di cui parlo non serve a cambiare le vite o il credo politico delle persone, ma a spingerli a riflettere per un momento.” Per segnare l’annuncio del nuovo album Nash ha condiviso con il pubblico l’EP digitale ‘Topaz’, comprendente 5 tracce dall’atteso ritorno discografico e l'imperdibile video della live session del brano ‘Canyonheart’, registrata presso il suo studio casalingo, Plum Creek Sound, ad Austin, Texas.

fonte: Goodfellas

----------------------------------------------------------------------------------------


::
Highway 61 e Un mondo di musica - le trasmissioni radio di Massimo Ferro

Highway 61 è una trasmissione di American folk & roots music - ovvero folk, country, blues, bluegrass, old time music, western-swing, cajun, tex-mex, ma anche cantautori, alternative country, rock & roll, rockabilly, guitar music e così via. Si tratta di una sorta di “Viaggio alle radici della musica Americana”, come recita il sottotitolo, le cui selezioni riguardano quasi esclusivamente novità discografiche (spesso proposte in anteprima assoluta per l’Italia) provenienti perlopiù da Nord America ed Europa; uno sguardo al passato è tuttavia contemplato di frequente attraverso la segnalazione di ristampe ed antologie. “Highway 61” è un programma conosciuto anche oltreoceano poiché diffuso in streaming, grazie da RVS Web (www.radiovocespazio.it) tre volte la settimana, dalle 23 alle 24, ogni lunedì, mercoledì e venerdì.

Un Mondo Di Musica è un programma che si occupa di folk, roots e world music provenienti da ogni angolo del pianeta, in sostanza dunque di tutta la musica contemporanea che attinge alla tradizione popolare (compresa la canzone d’autore). Va in onda da Radio Voce Spazio, ogni martedì sera, dalle 21.30 alle 24.00. La trasmissione si occupa principalmente di novità discografiche e, ovviamente, tiene in particolare considerazione la musica italiana, sia essa folk o d’autore. Quasi sempre la trasmissione offre la possibilità di ascoltare interviste telefoniche (quasi sempre in diretta) con artisti, gruppi ed altri personaggi che si occupano di musica delle radici nel nostro paese (e non solo). Occasionalmente inoltre il programma propone ospiti dal vivo in studio e riporta notizie relative ai concerti ed altri eventi locali, soprattutto di carattere locale.

Massimo Ferro ha iniziato la sua attività radiofonica nel lontano 1976 collaborando con le principali emittenti alessandrine. Accanto al suo operato come disk-jockey, in passato ha collaborato con importanti riviste musicali come "Folk Bulletin", "Hi, Folks!", "Il Blues" ed “Il Buscadero”, è stato a lungo attivo come presentatore e consulente con l'Assessorato alla Cultura del Comune di Alessandria per i concerti di roots music, direttore artistico della rassegna "Etnomosaico", socio della Bluegrass & Country Music Association of Italy e componente del Rainbow Smoke Network. Inoltre contribuisce alla stesura di diverse classifiche internazionali, come la Freeform American Roots Chart, la E.M.S. Indipendent Chart, l'Euroamericana Chart e Roots Music Report. Massimo Ferro è stato diverse volte nella giuria di Folkontest. Dal 2004, con una cinquantina di altri operatori del settore, è diventato membro della giuria del "Premio Città di Loano" che annualmente conferisce il titolo di migliore album italiano nell'ambito della musica delle radici. Nel 2009 è stato chiamato anche a far parte della giuria del “Premio Teresa Viarengo”, e poco dopo è stato ammesso a far parte del prestigioso Club Tenco, per il conferimento delle Targhe Tenco.

Per info: info@highway61.it - www.highway61.it

----------------------------------------------------------------------------------------


::
The Devils - il nuovo album ‘Beast Must Regret Nothing’ dal 23 aprile per Goodfellas,

The Devils pubblicheranno il nuovo album ‘Beast Must Regret Nothing’ il 23 aprile per Goodfellas, anticipato dal primo singolo e video per il brano ‘Real Man’ e dall’audio del brano ‘Devil Whistle Don’t Sing’ realizzato in con Mark Lanegan.

Parola a Gianni Blacula e Switchblade Erika, ovvero i The Devils: “Nel settembre 2019, durante un tour in Spagna eravamo alla ricerca di ispirazioni e stimoli per il nuovo album e nello stesso periodo Alain Johannes era impegnato in un tour europeo che si sarebbe concluso in Italia. Così abbiamo deciso di contattare il suo manager per una collaborazione e dopo aver ascoltato la nostra musica Alain ha accettato di lavorare sul nostro nuovo album”. ‘Beast Must Regret Nothing’ é stato registrato a Napoli in due settimane, in uno storico studio di registrazione dotato di una grossa sala di ripresa con un’acustica unica. Alain ha allargato gli orizzonti musicali del duo partecipando anche in fase di arrangiamento dei brani. A proposito del primo singolo e della collaborazione con Mark Lanegan i Devils raccontano: “Real Man parla di una prostituta che vaga in un mondo senza marciapiedi. Musicalmente è ispirata a Jimmy Reed, niente è più penetrante ed eccitante del suo blues. Mentre eravamo in studio, Alain ha fatto ascoltare le registrazioni a Mark Lanegan, il quale ne fu entusiasta. Così è venuto naturale a tutti pensare che la voce di Mark su ‘Devil Whistle Don’t Sing’ sarebbe stata la ciliegina sulla torta.”

I The Devils si sono formati a Napoli nel 2015 e i primi due album ‘Sin, you sinners!’ del 2016 e ‘Iron Butt’ del 2017 sono stati prodotti da Jim Diamond (già al lavoro con The White Stripes, The Sonics e The Dirtbombs), e pubblicati dalla mitica label garage rock svizzera Voodoo Rhythm. Dal 2016 sono costantemente in tour in tutta Europa e Canada, oltre 400 shows. Gianni Blacula stupra la chitarra e Switchblade Erika picchia la batteria. I Devils incarnano il suono definitivo della desolazione e del caos; il loro stile è primitivo, carico di sesso, peccato e rock’n’roll. I Devils sono selvaggi, molto rumorosi e sexy. Il nome del duo è stato scelto come tributo alla mitica pellicola ‘The Devils’ di Ken Russell e sono stati in tour con Jon Spencer, The Sonics, Boss Hog e The Monsters, oltre ad avere aperto in giro per l’Europa i live di Mudhoney, GBH, Nashville Pussy, Guitar Wolf, Kid Congo e molti altri.

fonte: Goodfellas

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Joan As a Police Woman - il nuovo album "Live" in uscita il 29 gennaio

Il 29 gennaio arriva Live, il nuovo album di Joan As Police Woman e la sua incredibile band, registrato dal vivo in studio a New York per documentare il Damned Devotion Tour del 2018.

In quest’anno così particolare che ci ha costretti a rallentare o addirittura a fermarci, Joan ha preso parte al nuovo album dei Gorillaz, pubblicato il suo secondo album di cover Cover Two e finito di lavorare sul suo Live album, in uscita su Sweet Police. Registrato dal vivo in studio alla fine del 2018 e mixato durante il lockdown a marzo 2020, in questo nuovo lavoro Joan As Police Woman e la sua fantastica band si mostrano in forma smagliante.

Joan Wasser: “Damned Devotion è stato pubblicato il 14 febbraio del 2018 e noi abbiamo registrato questo live album il 27 novembre dello stesso anno, dopo sei mesi passati in tour. Il primo concerto a Istanbul è stato molto diverso da quello di New York City al nostro ritorno. La musica è un essere vivente e in quanto tale cresce e cambia, riempiendo ogni spazio, proprio come l’acqua. Quest’album rappresenta questa evoluzione. Parker Kindred, Jacob Silver, Eric Lane e io adoriamo suonare insieme. E, se hai avuto occasione di vederci sul palco, lo avrai già capito. Nel tempo si è costruito un rapporto di fiducia e dedizione totale alla musica, ci lasciamo trasportare dalla sua evoluzione naturale. Ogni sera era come percorrere un nuovo sentiero in una foresta incantata. Dopo aver dormito un bel po’ a causa del jet lag, ci siamo ritrovati ai Faraway Jazz Studios di Robin Macmillan. Eravamo l’ultima sessione di Robin e abbiamo registrato subito tutti i 17 brani, senza mai fermarci. Nonostante non avessimo il nostro pubblico, abbiamo suonato come se fosse l’ultimo show dell’anno, e in effetti è stato proprio così. Quando, a marzo di quest’anno, ci siamo ritrovati in lockdown, ho pedalato ogni giorno verso Trout Recording per incontrare Adam Sachs, ingegnere del suono, e mixare il disco. Lavorare a questi brani che erano pieni di vita ci ha aiutati molto a superare quel periodo. Sarò per sempre grata ad Adam, per la sua incredibile concentrazione e la sua dedizione alla musica. Mi è stato chiesto più volte di pubblicare un live album. ECCOLO. Spero vi piaccia”. .

fonte: Goodfellas

----------------------------------------------------------------------------------------


::
Cleopatrick - Good Grief, il nuovo singolo del duo rock

I Cleopatrick sono un duo rock canadese, proveniente da Coburg, Ontario, formato dagli amici Ian Fraser e Luke Gruntz quando avevano solo 8 anni e passavano il tempo ascoltando gli AC/DC. Il nuovo singolo del duo, Good Grief, arriva a breve distanza dal grande successo di ‘Hometown’, uno dei brani più trasmessi dalle radio indie e rock europee e americane e che ha tagliato il traguardo dei 40 milioni di ascolti su Spotify, oltre ad aver raggiunto i vertici della Modern Rock Chart americana.

I Cleopatrick sono giovanissimi ed hanno già suonato al Lollapalooza Festival di Chicago e aperto gli show di Royal Blood, Arctic Monkeys e Catfish and Bottlemen. ‘Good Grief’ è nata durante la quarantena e parla dei momenti in cui le cose vanno per il verso sbagliato. La band aveva programmato decine di date live, showcase e tanta promozione, ma alla fine un destino chiamato covid ha cambiato i piani di tutti. ‘Good Grief’ è l’imprecazione che rivolgiamo braccia al cielo quando le cose non vanno come dovrebbero e tocca rimboccarsi le maniche per mettere tutto a posto. La risposta dei Cleopatrick ai tour cancellati e agli impegni saltati è stata quella di chiudersi in studio per l’intera quarantena e lavorare duro sul disco d’esordio e il nuovo singolo ‘Good Grief’. Il brano, ma anche l’album in arrivo, è stato scritto, registrato e prodotto dal duo insieme al fraterno amico e membro aggiuntico, Jig Dub. Nel disco non ci sono ghostwriter, scelte della label o di qualche astuto A&R, produttori di grido o altro … solo tre amici, chitarre, pedali fuzz, batteria e tanta voglia di farcela e spaccare tutto. Il disco è stato prodotto nello scantinato di Jig proprio per dimostrare al mondo che non c’è alcun bisogno di contratti major o bizze da rockstar per fare le cose bene.

fonte: Goodfellas

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Ozzy Osbourne - la biografia di Ken Paisli per Chinaski Edizioni da 3 dicembre

La biografia definitiva in uscita il 3 dicembre 2020, nel giorno del suo 72° compleanno.

L’intensa parabola di Ozzy Osbourne raccontata nella sua interezza, dall’infanzia a Birmingham (UK) passando per i Black Sabbath fino a Ordinary Man, ultimo album di una carriera solista che ha attraversato quarant’anni di hard rock. Voce unica e inimitabile, Ozzy è stato anche uno scopritore di talenti cresciuti con lui: dai compianti Randy Rhoads e Randy Castillo ai talentuosi Zakk Wylde e Mike Inez. Un libro palpitante, una giostra d’emozioni altalenante come gli alti e i bassi di una delle poche leggende viventi del rock. Successi e tragedie, follie e risvolti affettivi di un uomo umile e legato alla famiglia ma, spesso, pericolosamente sul baratro. Ozzy – La Storia è anche un documento corale, 350 pagine dense di aneddoti per bocca dei suoi colleghi: i Black Sabbath, i partner nella carriera solista, i Motley Crue, i Guns N’ Roses, i Motorhead e tanti altri. Ci sono pure la moglie-manager Sharon e i loro figli, che vanno oltre la serie TV The Osbournes per raccontarci un marito e un padre amorevole. Un volume che asseconda gli umori di un artista senza filtri, che ha saputo connettersi con intere generazioni, accompagnando il lettore come un vecchio amico che ti confessa i suoi segreti. Con 20 schede sulla sua discografia, dai Sabs a quella solista, e un pregevole inserto a colori ricco di foto. Prefazione di Stefano Cerati, direttore di Rock Hard.

L’autore: Ken Paisli - neozelandese che preferisce far parlare le sue opere - ha sbancato le classifiche con Michael Jackson Dossier (2006) ma è entrato nei cuori dei rocker grazie al best seller Guns N’ Roses The Truth (2005). Con la dettagliata biografia Axl (2009) ha conquistato anche i più scettici. Romanziere dalla prosa esplosiva, si è inventato il rock noìr di Bad Obsession (2016), racconto osannato dai media. Dopo un lungo silenzio, torna con il suo volume forse più completo: Ozzy – La Storia (2020).

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Austin Meade - il nuovo album "Black Sheep" in uscita il 19 febbraio

Snakefarm Records è lieta di annunciare la firma del cantante, cantautore e chitarrista Austin Meade. Meade, che nella sua musica riesce a unire abilmente country e rock’n’roll, arriva direttamente dalla scena Red Dirt. Black Sheep, il suo primo album su Snakefarm Records, arriva il 19 febbraio 2021. Per accompagnare l’annuncio del nuovo lavoro, l’artista condivide oggi il video del singolo “Happier Alone” che, avendo già superato i 2 milioni di stream solo negli Stati Uniti, è pronto a diventare una hit.

“Il giorno in cui ho scritto questo pezzo l’avrò suonato almeno 30 volte”, spiega Meade, mentre rivela qualche dettaglio anche sul video “non mi stanca mai, e ho avuto in testa per mesi l’idea del video. È un tributo agli anni delle scuole superiori, trascorsi nella mia città natale: Brenham, Texas. Ho sempre pensato di tornarci e girare un video con dei vecchi amici nei posti che frequentavamo quando eravamo più giovani. Quindi abbiamo creato una crew pazzesca ed è successo davvero”. Continua: “‘Happier Alone’ ha quel sound da primi anni 2000 che ho sempre amato, e anche il video ha quell’aura nostalgica. ‘You could be happier alone’ è un’affermazione piuttosto pesante quando si trova da sola al centro di una pagina bianca. Ma il brano e il video rispecchiano le nostre vere intenzioni: incentivare il pubblico a divertirsi e a godere delle piccole cose, come una vecchia pista di pattinaggio”. Sulla firma con Snakefarm Records, Meade rivela: “Sono molto felice di avere l’opportunità di lavorare con un team che crede in quello che facciamo. Avremmo potuto trovare delle scuse per sprecare quest’anno. E invece, abbiamo continuato a lavorare e messo su una crew incredibile. La Black Sheep crew sta arrivando”.

fonte: Spin-Go

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Michele Anelli - la lavorazione di "Sotto il cielo di Memphis"

Sotto il cielo di Memphis è un progetto discografico che nasce da un viaggio americano, un sogno accarezzato a lungo che sta per diventare realtà. Comincia così, come lo racconta proprio Michele Anelli: “Penso esistano, nel corso degli anni, uno o più viaggi che ci attendono. Uno di questi è arrivato per i trent’anni di matrimonio. Memphis ha un significato particolare, è un luogo in cui rock’n’roll e soul hanno ispirato un modo di capire e vivere la vita. Nel 1989 eravamo poco più che ragazzi e la colonna sonora della cerimonia erano i brani gospel cantati da Elvis Presley. Ecco, che nel 2019, Memphis ci stava aspettando e siamo andati noi da Elvis, ma a Memphis si sono incrociate molte storie: la Sun, la Stax, Martin Luther King fino ai FAME recording studios di Muscle Shoals”.

Proprio a Muscle Shoals, in Alabama, nelle straordinarie sale del FAME recording studio progettato e costruito dal compianto Rick Hall, è iniziata la produzione musicale del nuovo progetto discografico di Michele Anelli. Con John Gifford III alla consolle (allievo e prosecutore dell’opera di Rick Hall), Michele ha avuto modo di interagire con Bob Wray al basso (Al Green, The Marshall Tucker Band, Ray Charles, Etta James, Clarence Carter, Johnny Cash ecc.) e Justin Holder alla batteria, giovane e talentuoso session man in pianta stabile al FAME. Le canzoni, che saranno pubblicate su 45 giri, sono: Ballata arida ed Escluso il cielo. Durante il soggiorno a Memphis sono nate le suggestioni che hanno portato Michele Anelli a comporre le nuove canzoni, registrate tra la fine di settembre e i primi di ottobre del 2020, con i Goosebumps bros. ovvero Cesare Nolli (chitarra elettrica), Paolo Legramandi (basso elettrico) e Nik Taccori (batteria) al Fireplace studio in un piccolo centro del comasco. Ai Goosebumps bros. si sono aggiunti Andrea Lentullo (Wurlitzer) ed Elia Anelli (chitarra elettrica).

Per poter portare a termine questo ambizioso percorso, che sarà completato con un CD comprensivo di tutti i brani e alcune outtake, Michele Anelli, per la prima volta, si è appoggiato alla piattaforma produzionidalbasso.com per trovare un aiuto solidale e concreto alla realizzazione di Sotto il cielo di Memphis, la cui uscita è prevista per la primavera 2021.


----------------------------------------------------------------------------------------


:: Mick Fleetwood & Friends - un tributo a Peter Green & Fleetwood Mac, aprile 2021

Un cast di All Star per un concerto unico che celebrai primi anni dei Fleetwood Mac e del loro fondatore Peter Green registrato al Palladium di Londra il 25 febbraio 2020. Il film al cinema nel marzo 2021, l'album in uscita per Bmg il 30 aprile 2021

Il 25 febbraio 2020, pochi giorni prima della scoperta del primo caso di COVID-19 nel Regno Unito, sfociato poi nella pandemia in corso che ha reso necessaria la sospensione della società moderna, si è tenuto un concerto molto speciale al leggendario Palladium di Londra per celebrare le canzoni di Peter Green e la formazione originale dei Fleetwood Mac. Il pubblico dello show, sold out, è stato testimone di qualcosa di unico, in quello che sarebbe stato uno degli ultimi concerti dal vivo prima della loro sospensione.

Questo spettacolo assume oggi un significato particolarmente toccante, dopo la scomparsa di Peter Green nel luglio 2020. I musicisti riuniti per questo evento hanno formato un cast di tutto rispetto, mostrando un profondo e incredibile legame cosmico con le canzoni. Quella musica aveva cambiato le loro vite, li aveva spinti a suonare e, per uno di loro, ha ispirato la nasciata della sua ormai famosissima band. Questa musica ha continuato a suscitare emozioni e quella notte, sull'orlo di un momento storicamente oscuro nella storia dell'umanità, le è stato dato una glorioso omaggio.

I musicisti sul palco erano Neil Finn, Noel Gallagher, Billy Gibbons, David Gilmour, Kirk Hammett, John Mayall, Christine McVie, Jeremy Spencer, Zak Starkey, Pete Townshend, Steven Tyler e Bill Wyman. Il produttore leggendario Glyn Johns si è unito come produttore esecutivo del suono e la house band era composta dallo stesso Mick Fleetwood con Dave Bronze, Jonny Lang, Andy Fairweather Low, Ricky Peterson e Rick Vito.

Mick Fleetwood, che ha invitato gli artisti che si sono esibiti, ha detto: “Il concerto è stato una celebrazione di quei primi giorni di blues in cui tutti noi abbiamo iniziato ed è importante riconoscere il profondo impatto che Peter e i primi Fleetwood Mac hanno avuto sul mondo della musica. Peter è stato il mio più grande mentore e rendere omaggio al suo incredibile talento mi ha dato tanta gioia. Sono stato onorato di condividere il palco con alcuni dei tanti artisti che Peter ha ispirato negli anni e che condividono il mio grande rispetto per questo straordinario musicista. 'Then Play On'...” Questo incredibile film sarà proiettato a marzo 2021 nelle sale cinematografiche, distribuito da Cinema Live. I dettagli saranno annunciati nel nuovo anno.

fonte: A Buzz Supreme

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Clap Your Hands Say Yeah - il nuovo album ‘New Fragility’ in uscita il 29 gennaio

‘New Fragility’ è una rinascita artistica per la band di Alec Ounsworth, il primo album dopo il deal di distribuzione internazionale con Secretly Canadian e il secondo per la sua personalissima CYHSY Records. Ascolta 'Hesitating Nation'

I Clap Your Hands Say Yeah, la perfetta creatura indie-rock creata e guidata dal talentuoso Alec Ounsworth, ai tempi del loro omonimo esordio del 2005 hanno rappresentato lo standard da seguire in termini di sound, etica DIY e lavoro per centinaia di band indipendenti. Il loro primo album fu un caso discografico autoprodotto che fece innamorare di un nuovo sound centinaia di migliaia di fan in tutto il mondo. Ora a 15 anni di distanza dal loro esordio Alec e i CYHSY tornano con un nuovo album, il migliore dai tempi dell'immortale esordio. Il titolo del nuovo album, New Fragility, è stato ispirato dalla lettura del racconto ‘Per sempre lassù’ di David Foster Wallace (parte dell’antologia ‘Brevi interviste con uomini schifosi’) ed è stato prodotto da Alec stesso con l’aiuto di Will Johnson (noto per i suoi lavori con Jason Molina e Conor Oberst dei Bright Eyes) e Britton Beisenherz a Austin, Texas. “Queste canzoni sono politicamente motivate, che non è insolito per me. In passato avevo scritto ‘Upon This Tidal Wave of Young Blood’ a proposito del fallimento della democrazia americana. Il nuovo brano ‘Hesitating Nation’ trasmette il mio disappunto con la mentalità di andare sempre avanti a tutti i costi, senza pensare a chi rimane indietro. Invece ‘Thousand Oaks’ parla della sparatoria di Thousand Oaks, California, del 2018, in cui morirono 13 persone, e dell’impotenza del governo americano di fronte a certe tragedie”.

‘New Fragility’ arriva a 3 anni di distanza da ‘The Tourist’ e ben 15 dal disco d'esordio, album che fece diventare i Clap Your Hands And Say Yeah una delle band di punta della scena indie-rock dei primi anni 2000.

fonte: Goodfellas




info@rootshighway.it