:: Menù
 



RootsHighway è membro ufficiale della Euro Americana Chart, la classifica dei dj e giornalisti europei sul mondo Americana/ Roots. Leggi la classifica completa su euroamericanachart.eu

 
 

IN USCITA: scorri l'elenco delle prossime uscite discografiche in campo Americana/ Roots/ Indie:

8 ottobre
Noel McKay - Blue, Blue, Blue (self-released)
Various Artists - Broken Hearts & Dirty Windows: Songs of John Prine, Vol. 2 (Oh Boy Records)
Joshua Ray Walker - See You Next Time (State Fair Records)
Matt Costa – Yellow Coat (Dangerbird Records)
Gregory Dwane – Gregory Dwane (Peachdale Records)
The Record Company – Play Loud (Concord Records)
Sean Rowe – The Darkness Dressed in Colored Lights (Fluff & Gravy Records)
Side Pony – Lucky Break ( Mule Kick Records)
The Wild Feathers – Alvarado (New West Records)
Carolyn Wonderland – Tempting Fate (Alligator Records)
Zoe & Cloyd – Rebuild (Organic Records)

1 ottobre
Asleep at the Wheel - Half A Hundred Years (Home Records)
Brandi Carlile - In These Silent Days (Low Country Sound/Atlantic Records)
The Accidentals – Vessel (independent)
Paul Carrack – One On One (Carrack UK Records)
Annabel Gutherz – Loose Ends (independent)
Jeremy Pinnell – Goodbye L.A. (Sofaburn Records)
Reform the Hounds - Reform the Hounds (Woodshed Resistance)
Strand Of Oaks – In Heaven (Galacticana Records)
Dar Williams – I’ll Meet You Here (Renew Records)

24 settembre
The Delevantes - A Thousand Turns (Moon River Records)
Billy Strings - Renewal (Rounder Records)
Tony Kamel – Back Down Home (Motel Time Music)
Jesse Malin – Sad and Beautiful World (Wicked Cool Records)
Taylor McCall – Black Powder Soul (Black Powder Soul Records)
Erin McKeown – Kiss Off Kiss (TVP Records)
Jackson Melnick – Abilene (Highwall Music)
John Sebastian and Arlen Roth – Explore The Spoonful Songbook (BMG Rights Management)
Sara Trunzo – Cabin Fever Dream (self-released)

17 settembre
Charley Crockett - Music City USA (Son of Davy Records)
Colin Linden - bLOW (Highway 20 Records)
Addison Lea Thompson – 18 Country (independent)
Alisa Amador – Narratives (independent)
Barefoot Movement – Pressing Onward (Bonfire Music Group)
Kirby Brown – Break Into Blossom (independent)
Tommy Castro – Tommy Castro Presents A Bluesman Came To Town (Alligator Records)
Ana Egge – Between Us (StorySound Records)
The Felice Brothers – From Dreams to Dust (Yep Roc Records)
Rod Gator – For Louisiana (Blue Elan Records)
Bren Holmes – Everything You Never Wanted (independent)
John McCutcheon – Bucket List (independent)
The Rock House All Stars – Stage Fright at 50 – An Ovation from Nashville (Pure Music Nashville)
Rosie’s Ghost – Bandida (independent)
Gordie Tentrees – Mean Old World (Buckaroo Records)

10 settembre
Béla Fleck - My Bluegrass Heart (Renew Records)
Dori Freeman - Ten Thousand Roses (Blue Hen Music)
Riddy Arman – Riddy Arman (LaHonda Records)
Nathan Bell – Red, White And American Blues (It Couldn’t Happen Here) (NeedToKnow Music)
Eric Bibb – Dear America (Provogue Records)
Samantha Fish – Faster (New Rounder Records)
Brad Kolodner – Chimney Swifts (French Church Records)
Pokey LaFarge – In the Blossoms of Their Shade (New West Records)
Kacey Musgraves – Star-Crossed (MCA Nashville)
Jon Randall – Jon Randall (independent)
Daniel Romano’s Outfit – Cobra Poems (You’ve Changed Records)
Kashena Sampson – Time Machine (independent)
Martin Sexton – 2020 Vision (Kitchen Table Records)
Various Artists – Home in This World: Woody Guthrie’s Dustbowl Ballads (Elektra Records)
The Way Down Wanderers – More Like Tomorrow (Soundly Music)

3 settembre
David Ferguson - Nashville No More (Fat Possum Records)
Terri Hendrix - Pilgrim’s Progress Project 5.5 (Wilory Farm Records)
The County Affair – Off The Grid (independent)
Sean Devine – Here For It All (independent)
Megan & Shane – Daughter of Country (independent)

27 agosto
Jason Eady - To the Passage Of Time (Old Guitar Records)
Tim Easton - You Don’t Really Know Me (Black Mesa Records)
Shinyribs - Late Night TV Gold (Mustard Lid Records)
Tré Burt – You, Yeah, You (Oh Boy Records)
Summer Dean – Bad Romantic (independent)
Della Mae – Family Reunion (independent)
Alejandro Escovedo – La Cruzada (Yep Roc Records)
Robben Ford – Pure (EarMusic)
The Grascals – Up All Night (Mountain Home Music Company)
Grayson Jenkins – Turning Tides (independent)
Suzanne Santo – Yard Sale (independent)
Trae Sheehan – Hello From The End Of The World (Half Moon Records)
Ben Stalets – Everybody’s Laughing (WhistlePig Records)
Teddy Thompson and Jenni Muldaur – Teddy & Jenni do George & Tammy: A Tribute to the Duets of George Jones and Tammy Wynette (Fallout Shelter Records)
Mike Younger – Burning The Bigtop Down (independent)

20 agosto
Sierra Ferrell - Long Time Coming (Rounder Records)
Malcolm Holcombe - Tricks of the Trade (Gypsy Eyes Records)
James McMurtry - The Horses and the Hounds (New West Records)
Adrian + Meredith – Bad For Business (independent)
The Furious Seasons – Home All Day, Home All Night (independent)
Ward Hayden & the Outliers – Free Country (independent)
Wanda Jackson – Encore (Blackheart Records)
AJ Lee and Blue Summit – I’ll Come Back (independent)
Billy Law – Alone Somewhere (State Fair Records)
Shane Nicholson – Living In Colour (independent)
Maggie Rose – Have A Seat (independent)
Sturgill Simpson – The Ballad of Dood and Juanita (High Top Mountain Records)
Connie Smith – The Cry of the Heart (Fat Possum Records)
Joe Troop – Borrowed Time (Free Dirt Records)

13 agosto
Mike and the Moonpies - One to Grow On (Prairie Rose Records)
Watchhouse - Watchhouse (Tiptoe Tiger Music)
Jade Bird – Different Kinds of Light (Glassnote Records)
The Cold Stares – Heavy Shoes (Mascot Records)
Sheryl Crow – Live From The Ryman And More (Valory Records)
The Dirty Guv’nahs – Revival (independent)
Willie Nile – The Day the Earth Stood Still (River House Records)
Elijah Ocean – Born Blue (independent)
Jeremy Stephens – How I Hear It (Rebel Records)
Dan Whitaker – One More Story Told (Empty Highway Records)

6 agosto
Leah Blevins - First Time Feeling (Crabtree Records)
Paul Thorn - Never Too Late to Call (Perpetual Obscurity Records)
Briana Adams – One More Highway EP (independent)
Darin and Brooke Aldridge – This Life We’re Livin’ (New Day Entertainment)
Mark Germino – Midnight Carnival (Red Parlor Records)
Colin Hay – I Just Don’t Know What to do With Myself (Compass Records)
Them Coulee Boys – Namesake (independent)
Sean McConnell – A Horrible Beautiful Dream (Soundly Music)
Sun Valley Station – Dano (independent)
Kate Taylor – Why Wait! (Red House Records)

30 luglio
Jesse Daniel - Beyond These Walls (Die True Records)
Los Lobos - Native Sons (New West Records)
Son Volt - Electro Melodier (Transmit Sound)
Blues Traveler – Traveler’s Blues (Round Hill Music)
Ryan Curtis – Rust Belt Broken Heart (American Standard Time Records)
Garrett Heath – Kingdom Come (self-released)
Jim Lauderdale – Hope (Yep Roc Records)
Laney Lou and the Bird Dog – Through the Smoke (self-released)
Nobody’s Girl – Nobody’s Girl (Lucky Hound Music)
Charlie Parr – Last of the Better Days Ahead (Smithsonian Folkways)
Ric Robertson – Carolina Child (Free Dirt Records)
Yola – Stand For Myself (Easy Eye Sound)

23 luglio
Jackson Browne - Downhill From Everywhere (Inside Recordings)
Rodney Crowell - Triage (RC1 Records)
Dallas Burrow – Dallas Burrow (Subliminal Hymnal Records)
David Crosby – For Free (Three Blind Mice Records)
Ava Earl – The Roses (self-released)
Christone “Kingfish” Ingram – 662 (Alligator Records)
Pony Hunt – VAR! (self-released)
Cristina Vane – Nowhere Sounds Lovely (Red Parlor Records)

16 luglio
Jon Byrd - Me and Paul (Longleaf Pine Records)
John R. Miller - Depreciated (Rounder Records)
Boy Golden – Church of Better Daze (Six Shooter Records)
Kevin Daniel – Been Here Before (self-released)
Anya Hinkle – Eden & Her Boyfriends (Organic Records)
Ida Mae – Click Click Domino (Vow Road Records)
Tedeschi Trucks Band – Layla Revisited (Live at Lock’N) (Fantasy Records)
The Winnie Blues – Half Wide Awake, but Dreaming (Two Hands Records)

9 luglio
The Flatlanders - Treasure of Love (Rack ‘Em Records)
Aaron Burdett – Dream Rich, Dirt Poor (Organic Records)
Murray McLauchlan – Hourglass (True North Records)
Ben Reddell Band – LA Baby! (self-released)
Tylor & the Train Robbers – Non-Typical Find (self-released)
The Wallflowers – Exit Wounds (New West Records)
Wild Earp & the Free For Alls – Dyin’ For Easy Livin’ (Western Myth Records)

25 giugno
JP Harris’ - Dreadful Wind and Rain Don’t You Marry No Railroad Man (Free Dirt Records)
Tim O’Brien - He Walked On (Howdy Skies Music)
Lisa Bastoni – Backyard Birds (self-released)
Cedric Burnside – I Be Trying (Single Lock Records)
Vincent Neil Emerson – Vincent Neil Emerson (La Honda Records)
Esquela – A Sign From God (self-released)
Jack Grace Band – What A Way To Spend A Night (Radia Records)
Lara Hope And The Ark-Tones – Here to Tell the Tale (Sower Records)
Hiss Golden Messenger – Quietly Blowing It (Merge Records)
Grant Maloy Smith – Appalachian Mountain Stories (Suburban Cowboy Records)
Wild Earp & the Free For Alls – Dyin’ For Easy Livin’ (Western Myth Records)

18 giugno
Amy Helm - What the Flood Leaves Behind (BMG Music Group)
K.C. Jones - Queen of the In Between (self-released)
Country Westerns –EP (Fat Possum Records)
Doctor Lo – Claiborne Avenue (Raw Honey Records)
Michelle and Jason Hannan – Cheater’s Waltz (Waiting for Lester Records)
Amythyst Kiah – Wary + Strange (Rounder Records)
Dylan LeBlanc – Pastimes (ATO Records)
Merle Monroe – Songs of a Simple Life (Pinecastle Records)
Tenth Mountain Division – Butte La Rose (TMD Music)
Wilson Banjo Co. – Six Degrees of Separation (Pinecastle Records)

11 giugno
Lukas Nelson & Promise of the Real - A Few Stars Apart (Fantasy Records)
Rachel Baiman – Cycles (Signature Sounds)
Jeb Cardwell – My Friend Defiance (Blind Date Records)
Cory Grinder and the Playboy Scouts – Honky Tonkin’ Beauty Supreme (Blue Arrow Records)
Jenny Don’t And The Spurs – Fire on the Ridge (Fluff and Gravy Records)
The Hello Darlins – Go By Feel (self-released)
The High Hawks – The High Hawks (LoHi Records)
Diana Jones – Song To A Refugee (Goldmine USA)
Eric Selby – Where You Born At? (Soul Stew Records)

4 giugno
Mark Collie - Book of My Blues (BFD Records)
Chris Thile - Laysongs (Nonesuch Records)
Angela Autumn – Frontiers Woman (996195 Records)
Turner Cody and the Soldiers of Love – Friends in High Places (Capitane Records)
Guy Davis – Be Ready When I Call You (M.C. Records)
Steven Graves – All Alone (One Essense Music)
Gary Louris – Jump for Joy (Sham Records)
Merle Monroe – Songs of A Simple Life (Pinecastle Records)
Joy Oladokun – in defense of my own happiness (Republic Records)
Mark Rubin – The Triumph of Assimilation (Rubinchik Recordings)



 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
Home page


 News   notizie, video, segnalazioni, classifiche


Video della settimana
: Billy Bragg - Mid Century Modern



-----------------------------------------------------------------------------------------


::
Luca Milani - il nuovo disco Warriors Grow Up And Die dal 22 ottobre per Fragile

Warriors Grow And Die è il nuovo album di Luca Milani e, dopo una lunga carriera, rappresenta una significativa svolta. Dopo l’esordio, giovanissimo, guidando i File, con cui ha prodotto l’EP Credo nei miracoli e l’omonimo album, incidendo per un’etichetta internazionale, la Zomba/Silvertone, Luca Milani si è costruito una solida reputazione alternando le atmosfere acustiche di Scars And Tatoos e Sin Train agli episodi più elettrici di Lost For Rock N Roll, Fireworks for Lonely Hearts e Idols uscito con la sigla Hellm.

Warriors Grow And Die sceglie un equilibrio sonoro e un team in gran parte inedito di musicisti tra cui Evasio Muraro al basso, Fidel Fogaroli alle tastiere, nonché Daniele Denti alla produzione che contribuiscono a ridefinire i contorni delle nuove canzoni di Luca Milani, orientate in gran parte sull’idea di “crescere in pubblico” attraverso il rock’n’roll. Un disco che richiama gli eroi e i punti di riferimento di Luca Milani, a partire dall’intensa dedica a Scott Weiland (Stone Temple Pilots) in Dear Scott, ma che si conferma un notevole passo avanti nello sforzo di cercare una via personalissima nella scrittura e nell’interpretazione delle canzoni.

L’anteprima di Warriors Grow And Die sarà lLunedì 18 ottobre, ore 22.20 su 'City Kidz', ADMR Chiari webradio

fonte: Fragile dischi

----------------------------------------------------------------------------------------


::
Nicola Manuppelli - Domani è un posto ernome, un’amicizia con Chuck Kinder. JImenez edizioni dal 28 ottobre in libreria

I Wonder Boys sono tornati: un libro che riporta in vita le atmosfere, le discussioni, le bravate compiute da quel circolo di meravigliosi ragazzi e pessimi uomini che gravitava intorno a Chuck Kinder: da Raymond Carver a Richard Ford, da Scott Turow a Michael Chabon. Il volume è arricchito da inedite fotografie dell’epoca

“Non lasciare mai che la verità intralci una buona storia” amava dire Chuck Kinder a Nicola Manuppelli, il giovane italiano che avrebbe voluto scrivere la sua biografia. Le cose che Kinder gli andava raccontando di sé non erano necessariamente vere, ma erano buone storie. I due si erano conosciuti nel 2008. Divenuti presto intimi amici, il celebre scrittore gli aprì le porte del suo mondo: un’allegra brigata di “pessimi uomini” con i loro meravigliosi romanzi e le loro vite disastrate e complesse, rinsaldate però da un fortissimo senso dell’amicizia. Basato sulle lunghe chiacchierate e le centinaia di email che Manuppelli ha scambiato con Kinder, la moglie e gli amici, Domani è un posto enorme è un romanzo di iniziazione, ma pure il ritratto di un eccezionale circolo letterario. Nelle sue pagine rivivono le atmosfere, le discussioni, le bravate compiute da quei “fuorilegge” che gravitavano intorno a Chuck Kinder: amici e allievi quali Raymond Carver, Richard Ford, Scott Turow, Lee Maynard, Thomas Zigal, Tobias Wolff, Larry McMurtry e Michael Chabon, il quale fece rivivere queste esperienze nel romanzo – poi film – Wonder Boys. Tra feste, sbronze colossali, gite in rafting e lezioni di scrittura, dall’imprevedibile giorno in cui Chuck Kinder e Raymond Carver divennero amici per la pelle a quello in cui lo stesso Carver suggerì all’allora esordiente Richard Ford di andare a conoscere Kinder per sbloccare la sua crisi creativa, il memoir di Manuppelli tratteggia uno speciale approccio all’arte, all’amicizia, all’esistenza e anche all’amore; al tempo stesso, celebra l’opera di Chuck Kinder e ricorda a tutti, lettori e aspiranti scrittori, che “domani è un posto enorme”, come lo sono la vita e la letteratura.

fonte: Jimenez edizioni

----------------------------------------------------------------------------------------


::
Brian Fallon - un disco di inni sacri e canzoni natalizie ‘Night Divine’ il 5 novembre

Brian Fallon, frontman dei The Gaslight Anthem, pubblicherà a novembre il disco di inni sacri e canzoni natalizie ‘Night Divine’, anticipato dalla sua reinterpretazione del classico ‘The Virgin Mary Had One Son’. Ascolta ‘The Virgin Mary Had One Son’.

L’album a tema sacro e natalizio include reinterpretazione di classici come ‘Nearer My God, to Thee’, ‘Amazing Grace’ e ‘Angels We Have Heard on High’. ‘The Night Divine’ arriva ad un anno e mezzo di distanza dall’ottimo ‘Local Honey’ e sarà pubblicato il 5 Novembre da Lesser Known Records e Thirty Tigers. Brian Fallon e la sua band The Howling Weather sono attesi per un'imperdibile data l'8 Maggio 2022 al Circolo Magnolia di Milano.

‘The Night Divine’ è stato prodotto da Brian Fallon stesso con l’idea di rielaborare classici che conosce sin dall’infanzia e con cui ha mosso i primi passi come chitarrista e cantante. “Questa è la prima musica che ho ascoltato e imparato a suonare – ricorda Brian Fallon. Avevo in mente di realizzare un disco del genere da parecchio tempo. Quando ho sentito l’incredibile versione live di 'Virgin Mary Had One Son' di Odetta ho deciso di imparare a suonare il piano, anche Joan Baex la ha cantata negli anni ’60. Sono partito da queste due versioni per strutturare la mia con chitarra acustica e voce.”

fonte: Goodfellas

----------------------------------------------------------------------------------------


::
Eels - Extreme Witchcraft in uscita il prossimo 28 gennaio 2022

Gli Eels annunciano l'uscita del loro quattordicesimo album Extreme Witchcraft il 28 gennaio 2022 su E Works Records, l'etichetta della band, via [PIAS]. Il leader degli EELS, Mark Oliver Everett aka E, ha prodotto l'album insieme a John Parish - chitarrista e produttore di PJ Harvey - a vent'anni esatti dalla loro prima collaborazione all'album Souljacker (2001).

Mr. E ha commentato: "John Parish è una delle persone più pacifiche e gentili che io abbia mai conosciuto. Un vero gentleman. Anzi probabilmente è "la" persona più gentile che io abbia mai incontrato, ma quando è in studio si trasforma in uno scienziato pazzo. La produzione con John Parish porta a dei risultati che non otterresti con altri. Lui ha strumenti ed una mente musicale eccezionale. Probabilmente la sua estrema gentilezza è la sua tecnica per tenere a bada Mr Hyde quando non si trova in laboratorio.

Gli Eels sono un progetto in continua evoluzione curato dal cantautore E (Mark Oliver Everett) che segue anche diversi progetti extra-musicali. Nel 2008 E ha pubblicato il celebre libro Things the Grandchildren Should Know e ha recitato nel pluripremiato documentario Parallel Worlds, Parallel Lives, in cui compie un viaggio alla scoperta del padre, il fisico quantistico Hugh Everett III, e delle sue teorie. Una delle carriere più acclamate nella musica, dal loro debutto nel 1996 Beautiful Freak, gli Eels hanno pubblicato 13 album in studio. Earth To Dora, del 2020, ha ricevuto ampie lodi della critica, fra cui MOJO e NME che gli ha assegnato quattro stelle e The Independent che l’ha descritto come "il loro album più amabile di sempre". Nella primavera del 2022 gli Eels hanno in programma un tour in Europa e America che passerà dall'Italia ad aprile. La band sarà al Live Club di Trezzo sull’Adda (MI) venerdì 1° aprile 2022 e all’Estragon di Bologna sabato 2 aprile. Maggiori informazioni sul sito di Barley Arts.

fonte: Spingo

----------------------------------------------------------------------------------------


::
David Keenan - per Rubyworks il suo nuovo album ‘What Then?’ il 15 Ottobre

David Keenan, acclamato songwriter irlandese, pubblicherà il nuovo album ‘What Then?’ il 15 Ottobre per Rubyworks, anticipato dal nuovo singolo ‘What Then Cried Jo Soap’, oltre che dai precedenti tre estratti ‘Sentimental Dole’, ‘Bark’ e ‘Peter O’Toole Driking Stories’

David Keenan ha passato la maggior parte dell’ultimo decennio suonando dal vivo e migliorando tecnica compositiva e songwriting. Grazie al suo esordio 'A Beginner's Guide To Bravery' David Keenan ha aperto le date dell'ultimo tour europeo di Rodrigo Y Gabriela. Lo stile di Keenan nasce da un profondo amore per i LA’s, il loro sound e la mitica figura del leader Lee Mavers. Il sound di David si ispira al brit pop dei 90s e al miglior folk dai toni jazz, con uno stile canoro profondo e difficile da non ricordare. Il nuovo album, come l'esordio di due anni fa, uscirà per Rubyworks, label che vede tra le proprie fila o ha visto nascere artisti del calibro di Rodrigo y Gabriela e Hozier.

fonte: Goodfellas

----------------------------------------------------------------------------------------


::
TONSTARTSSBANDHT - il nuovo album ‘Petunia’ dal 22 Ottobre per Mexican Summer

TONSTARTSSBANDHT, il duo psych rock americano formato dai fratelli Edwin e Andy White ha annunciato l’uscita del nuovo album ‘Petunia’, disponibile dal 22 Ottobre per Mexican Summer. Ascolta il primo estratto ‘What Has Happened’. Guarda il video di ‘What Has Happened

Tra il nuovo album e il precedente sono passati ben 4 anni, la più lunga pausa discografica per il duo di Orlando, Florida, e ne è valsa la pena. ‘Petunia’ e il primo singolo ‘What Has Happened’ sono lavori di ottima fattura, frutto di un instancabile metodologia di lavoro, passione e innato talento. Edwin e Andy considerano le loro canzoni delle creature viventi da nutrire, crescere, educare e formare nel corso del tempo, in studio di registrazione, sul tour bus o sui palchi dei loro incredibili live. ‘Petunia’ è Tonstartssbandht al 100%, registrato con una semplice chitarra a 12 corde e una batteria dai fratelli Andy e Edwin. I brani sono ispirati ai ripetuti ascolti di classici dei The Zombies e di tanto funk e reggae degli anni ’70, specialmente per il cantanto in falsetto che accompagna i brani del nuovo album. Il disco è stato prodotto da Joseph Santarpia e Roberto Pagano presso i The Idiot Room di San Francisco.

fonte: Goodfellas

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Le Ren - il debutto 'Leftovers' per Secretly Canadian il 15 Ottobre

Le Ren, folk singer dal tocco vintage, pubblicherà il debutto Leftovers per Secretly Canadian il 15 Ottobre. Ascolta il primo estratto ‘Dyan’.

L’esordio per Secretly Canadian della canadese Le Ren era atteso con entusiasmo dai media americani e inglesi dopo l’ottimo EP ‘Morning & Melancholia’ uscito all’inizio della pandemia e il singolo ‘It’s Time I Played a Love Song’ pubblicato per Sub Pop. Le Ren viene da Montreal, Canada, ed è una delle voci più potenti del nuovo cantautorato nord-americano, capace con il suo stile singolare di risvegliare paragoni con miti del passato come Joni Mitchell, Vashti Bunyan e Karen Dalton, oltre che con John Prine e Neil Young per la forza dei suoi testi. ‘Leftovers’ è stato prodotto da Chris Cohen, fenomenale nel tirare fuori il meglio della musicista e disegnarle una band dal sound perfetto per i brani del nuovo album (in cui troviamo tra gli altri Buck Meek dei Big Thief e Jess ‘Tenci’ Shoman). Le Ren con ‘Leftovers’ ha dato libero sfogo al suo immaginario fatto di musicalità country e Americana classica, ma dal tocco moderno vicino alla contemporaneità e alla sensibilità di Adrianne Lenker, Jessica Pratt e Laura Marling. Il risultato è un album senza tempo, pieno di amore, dolore e celebrazioni, dove si parla diritti al cuore di tragedie e lezioni impartite dalla vita.

fonte: Goodfellas

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Danny George Wilson - l'esordio solista ‘Another Place’, in uscita il 15 Ottobre per Loose Music

Danny George Wilson è una figura carismatica della scena folk rock inglese, originario di Londra è noto tra gli amanti dell’Americana per le sue band Grand Drive e Danny & The Champions Of The World. Ascolta i primi due estratti ‘Heaven For Hiding’ e ‘Can You Feel Me?

Il nuovo album del crooner del country rock inglese dalle tonalità soul è stato registrato nel Sussex da Hamish Benjamin, giovane stella delle produzioni rock inglesi. Il nuovo lavoro di Danny parte da un songwriting classico e pulito per evolversi in sonorità meno tradizionali e dagli arrangiamenti sperimentlai e noise. Con il suo esordio solista Danny George Wilson ci regala uno dei dischi più frizzanti della nuova scena folk rock inglese, differente da quanto fatto con i Champions of the World, ma altrettanto potente e imperdibile per gli amanti di questo genio dell’Americana meno tradizionale.

fonte: Goodfellas

----------------------------------------------------------------------------------------

:: Le Donne del Folk - dal 23 Settembre per Interno4 Edizioni

Da Almeda Riddle e Joan Baez a Michelle Shocked, da Miriam Makeba e Juliette Greco a Teresa De Sio e Ginevra Di Marco, ‘Le Donne del Folk’ racconta le storie di quarantasei cantautrici e interpreti, lungo un viaggio per quattordici nazioni tra USA e Canada, Sudamerica, Africa, Medio Oriente e Europa. Le illustrazioni che accompagnano il testo, fanno di questo lavoro la più completa guida all’universo femminile del folk. In diverse parti del mondo, a partire dalla meta` del Novecento diverse artiste, cantanti, musiciste, ricercatrici e studiose si sono rese protagoniste del recupero della tradizione culturale e musicale del loro territorio che, come una staffetta tra generazioni di donne, e` arrivata fino ai giorni nostri.

Donne che si sono recate nelle campagne, nelle periferie urbanizzate, sulle montagne, alla ricerca di chi aveva memoria, gli anziani, e che hanno registrato, preso nota, archiviato. Testi, musiche, storie, canti che altrimenti sarebbero andati persi. Queste donne, grazie al loro lavoro, ci hanno restituito un mondo che sarebbe sparito per sempre. Quello dei contadini, degli operai, delle mondine, dei minatori, degli emigrati e dei pescatori. In Italia tra le altre, intraprendono questo viaggio musicale: Caterina Bueno, Rosa Balistreri, Gabriella Ferri, Giovanna Daffini, Maria Monti, Giovanna Marini. Fino ad arrivare a Teresa De Sio, Ginevra Di Marco ed Elsa Martin. Per le strade dell’America Latina troviamo Violeta Parra e Mercedes Sosa. Dall’Inghilterra arriva Shirley Collins, mentre negli Stati Uniti incontriamo Judy Collins e Joan Beaz. Amalia Rodrigues ci conduce in Portogallo sulle note del fado mentre Miriam Makeba fa conoscere al mondo i canti tradizionali del Sudafrica. Con loro la tradizione si rinnova: Oum Kalthoum in Egitto canta le parole dei poeti moderni. In Grecia la canzone diventa strumento per parlare al popolo, con la voce di Maria Farantouri. In Francia Juliette Greco incarna la nascente canzone d’autore.

L’autrice: Chiara Ferrari, di Piacenza, ha partecipato alla realizzazione del documentario ‘Cantacronache 1958-1962: politica e protesta in musica’ (2011). E` autrice di ‘Politica e protesta in musica’. Da Cantacronache a Ivano Fossati (Unicopli, 2014). Ha collaborato alla stesura di Lambrusco e pop rock. Le canzoni raccontano l’Emilia Romagna (Officine Gutenberg, 2018). Dal 2016 cura la rubrica Pentagramma, dedicata alla canzone d’autore, politica, folk, per Patria Indipendente, rivista storica dell’ANPI. )

fonte: Goodfellas

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Little Steven - l'autobiografia ‘Memoir - La Mia Odissea Fra Rock E Passioni Non Corrisposte' dal 26 ottobre

Il Castello, Collana Chinaski Edizioni, annuncia la pubblicazione dell’autobiografia del discepolo del Rock ’n’ Roll Stevie Van Zandt: "Memoir - La mia Odissea fra Rock e Passioni non Corrisposte" il prossimo 26 ottobre 2021.

Van Zandt ripercorre la sua carriera musicale, la lunga collaborazione con Bruce Springsteen nella E Street Band, la fortunata carriera solista, il successo ottenuto sullo schermo nel ruolo di Silvio Dante, nell’apprezzata serie televisiva "I Soprano" (1999-2007), l’attivismo e l’impegno politico che hanno caratterizzato il suo percorso, in particolare in tema di apartheid in Sudafrica. "Memoir - La mia Odissea fra Rock e Passioni non Corrisposte" è molto più di un’autobiografia rock o del racconto di un’epoca: è una parabola sul potere straordinario dell’Arte. Quella stessa Arte che tocca il giovane Steven attraverso la musica di artisti come i Beatles, in momenti che lui definisce autentiche “Epifanie”. È l’Arte ad avvicinarlo a The Boss: si conoscono da ragazzi e il loro rapporto sarà per entrambi fondamentale, sia dal punto di vista professionale che sul piano umano. Forme diverse di Arte si susseguono nella vita sorprendente di Steven, un ragazzo venuto dal New Jersey destinato a girare il mondo. E a cambiarlo in meglio. Come nel caso di “Sun City”, il suo inno anti-apartheid, che ha accelerato la fine del razzismo istituzionalizzato nel Sudafrica e ha contribuito a far uscire di prigione Nelson Mandela. O dei progetti di Steven nel campo della divulgazione e della formazione musicale. Un libro sincero, appassionato e unico nel suo genere, come unico è il percorso di vita e d’Arte di Steven Van Zandt.

La traduzione è stata curata dalla scrittrice Sara Boero, scrittrice e traduttrice di diverse auto-biografie (‘My Appetite For Destruction’ di Steven Adler, ‘How To Be a Man” di Duff Mckagan – rispettivamente batterista e bassista fondatori dei Guns N’Roses - “The Beast” dell’ex frontman degli Iron Maiden Paul Dianno e molti altri). Il libro uscirà per il Castello nella collana Chinaski Edizioni diretta da Federico Traversa, storico marchio specializzato in storie e biografie rock.

fonte: Kinda Agency

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Not for You - la biografia sui Pearl Jam da Il Castello editore

Not for You – I Pearl Jam tra passato e presente è la prima biografia completa sul gruppo da Ten (1991) a Gigaton (2020). Imbattibile nell’analizzare i momentichiave di una carriera unica nel suo genere fin dagli esordi, l’autore Ronen Givony sviscera ogni turning point, ogni evento che ha condotto i Pearl Jam dove sono ora. Con approfondimenti, materiale e interviste esclusivi, il volume fa luce sugli aspetti meno sondati di un’epopea che, apparentemente risaputa, cela invece dei retroscena che sono la grande novità del libro. Not for You è un omaggio ai fan del complesso. In parte storia sociale, in parte biografia, è il primo trattato completo sull’odissea dei Pearl Jam e sull’impatto culturale che hanno avuto. Ecco, quindi, i dettagli dietro il primo incontro di Eddie con i compagni; i dietro le quinte del cult generazionale Singles; il rapporto con Kurt Cobain e le strette amicizie con la scena artistica contemporanea; l’incontro con Bill Clinton; l’incomprensibile licenziamento del batterista Dave Abbruzzese; le fiere posizioni politiche e l’attivismo sociale; il supporto a una serie di campagne umanitarie che hanno accompagnato alcuni degli anni più magmatici del mondo intero, non ultime quelle contro la guerra…

Questi e molti altri sono i topic su cui Givony punta con efficacia la lente d’ingrandimento. Senza dimenticare la vera protagonista: la musica. Passando in rassegna centinaia d’esibizioni documentate dai bootleg di casa Pearl Jam e da YouTube, Ronen conduce il lettore in un viaggio che sbanda con innocenza fra idealismo e concretezza, illuminazione e scoramento, slancio e ripiegamento su se stessi. Not for You riesce a cogliere tutte le mutazioni e le rigenerazioni del complesso, mettendone in discussione anche gli aspetti più osannati e contestualizzando l’aurea salvifica della proposta dei Pearl Jam al di là del fenomeno grunge. I loro album continuano a essere ben più di una colonna sonora di vita, quanto piuttosto uno specchio onesto e consolante delle istanze più intime e fondanti dell’animo umano. Quest’idealismo, questo romanticismo esasperato rappresentano l’essenza stessa dei Pearl Jam. Basta immergersi nella lettura di Not for You per sentirne l’abbraccio.

L’americano Ronen Givony ha scritto anche 24 Hour Revenge Therapy (2018), su uno dei gruppi più amati da Kurt Cobain: gli Jawbreaker. Musicista classico, Givony è il fondatore della Wordless Music Orchestra, definita dall’autorevole New Yorker: “L’orchestra più innovativa di New York!”. Nato a Miami nel 1977, oggi lavora come producer per spazi da concerto e festival, negli Stati Uniti e all’estero. La prefazione è di Giuseppe Ciotta, critico musicale e autore dell’acclamata biografia In Catene – I Giorni di Layne Staley e gli Alice In Chains (2019)

fonte: Collana Chinaski Edizioni - Il Castello Editore

----------------------------------------------------------------------------------------

:: Highway 61 e Un mondo di musica - le trasmissioni radio di Massimo Ferro

Highway 61 è una trasmissione di American folk & roots music - ovvero folk, country, blues, bluegrass, old time music, western-swing, cajun, tex-mex, ma anche cantautori, alternative country, rock & roll, rockabilly, guitar music e così via. Si tratta di una sorta di “Viaggio alle radici della musica Americana”, come recita il sottotitolo, le cui selezioni riguardano quasi esclusivamente novità discografiche (spesso proposte in anteprima assoluta per l’Italia) provenienti perlopiù da Nord America ed Europa; uno sguardo al passato è tuttavia contemplato di frequente attraverso la segnalazione di ristampe ed antologie. “Highway 61” è un programma conosciuto anche oltreoceano poiché diffuso in streaming, grazie da RVS Web (www.radiovocespazio.it) tre volte la settimana, dalle 23 alle 24, ogni lunedì, mercoledì e venerdì.

Un Mondo Di Musica è un programma che si occupa di folk, roots e world music provenienti da ogni angolo del pianeta, in sostanza dunque di tutta la musica contemporanea che attinge alla tradizione popolare (compresa la canzone d’autore). Va in onda da Radio Voce Spazio, ogni martedì sera, dalle 21.30 alle 24.00. La trasmissione si occupa principalmente di novità discografiche e, ovviamente, tiene in particolare considerazione la musica italiana, sia essa folk o d’autore. Quasi sempre la trasmissione offre la possibilità di ascoltare interviste telefoniche (quasi sempre in diretta) con artisti, gruppi ed altri personaggi che si occupano di musica delle radici nel nostro paese (e non solo). Occasionalmente inoltre il programma propone ospiti dal vivo in studio e riporta notizie relative ai concerti ed altri eventi locali, soprattutto di carattere locale.

Massimo Ferro ha iniziato la sua attività radiofonica nel lontano 1976 collaborando con le principali emittenti alessandrine. Accanto al suo operato come disk-jockey, in passato ha collaborato con importanti riviste musicali come "Folk Bulletin", "Hi, Folks!", "Il Blues" ed “Il Buscadero”, è stato a lungo attivo come presentatore e consulente con l'Assessorato alla Cultura del Comune di Alessandria per i concerti di roots music, direttore artistico della rassegna "Etnomosaico", socio della Bluegrass & Country Music Association of Italy e componente del Rainbow Smoke Network. Inoltre contribuisce alla stesura di diverse classifiche internazionali, come la Freeform American Roots Chart, la E.M.S. Indipendent Chart, l'Euroamericana Chart e Roots Music Report. Massimo Ferro è stato diverse volte nella giuria di Folkontest. Dal 2004, con una cinquantina di altri operatori del settore, è diventato membro della giuria del "Premio Città di Loano" che annualmente conferisce il titolo di migliore album italiano nell'ambito della musica delle radici. Nel 2009 è stato chiamato anche a far parte della giuria del “Premio Teresa Viarengo”, e poco dopo è stato ammesso a far parte del prestigioso Club Tenco, per il conferimento delle Targhe Tenco.

Per info: info@highway61.it - www.highway61.it




info@rootshighway.it