:: Menù
 



RootsHighway è membro ufficiale della Euro Americana Chart, la classifica dei dj e giornalisti europei

Euro Americana Chart
[settembre 2018]

1. The Devil Makes Three
Chains Are Broken
2. Jimmy LaFave
Peace Town
3. Malcolm Holcombe
Come Hell Or High Water
4. Cody Canada & The Departed
3
5. Jeffrey Foucault
Blood Brothers
6. The War And Treaty
Healing Tide
7. Martha Fields
Dancing Shadows
8. The Weight Band
World Gone Mad
9. David Olney
This Side Or The Other
10. The Black Sorrows
Citizen John

La classifica completa:
euroamericanachart.eu

 
 

IN USCITA: scorri l'elenco delle prossime uscite discografiche in campo Americana/ Roots/ Indie:

28 settembre
Loretta Lynn - Wouldn’t It Be Great (Sony Legacy)
Amy Ray Holler (Daemon Records)
The Black Lillies – Stranger To Me (Attack Monkey Productions)
Jorge Calderon – Blue Rhythm Highway (Inside Recordings)
The Earls Of Leicester – Live At The CMA Theater In The Country Music Hall Of Fame (New Rounder Records)
Nobody’s Girl – Waterline (Lucky Hound Music)
Brian Paddock – Under New Management (self released)
Tom Petty – An American Treasure (Reprise Records)
Various Artists – Muscle Shoals Small Town Big Sound (BNG)
Tony Joe White – Bad Mouthin’ (Yep Roc Records)

21 settembre
Mandy Barnett - Strange Conversation (Dame Productions)
Amy Helm This - Too Shall Light (Yep Roc Records)
Robert Connely Farr & the Rebeltone Boys – Dirty South Blues (Robert Connely Farr Music)
Hazel Dickens & Alice Gerrard – Sing Me Back Home: The DC Tapes, 1965-1969 (Free Dirt Records)
Brooks Forsyth – So Much Beyond Us (ArenA Recordings)
Ashleigh Flynn & The Riveters – Ashleigh Flynn & The Riveters (Home Perm Records)
Billy F. Gibbons – The Big Bad Blues (Concord Records)
John Howie Jr. – Not Tonight (Suah Sounds)
The Jellyman’s Daughter – Dead Reckoning (Boat Duck Records)
Jeff Mamett – Carry Me Back (self released)
Mountain Man – Magic Ship (Nonesuch Records)
Kristina Murray – Southern Ambrosia (Loud Magnolia Records)

14 settembre
The Band Of Heathens - A Message From The People Revisited (BoH Records)
Alejandro Escovedo - The Crossing (Yep Roc Records)
Willie Nelson My Way (Sony Legacy)
Bill Anderson – Anderson (TWI Records)
Asleep At The Wheel – New Routes (Bismeaux Records)
Cedric Burnside – Benton County Relic (Single Lock Records)
Malcolm Holcombe – Come Hell Or High Water (Gypsy Eyes Music)
Pushing Chain – Sorrows Always Swim (Kingswood Records)
Marc Ribot – Songs of Resistance 1942 – 2018 (Anti/Epitaph Records)
Richard Thompson – 13 Rivers (New West Records)
Loudon Wainwright III – Years in the Making (StorySound Records)

7 settembre
Mike Farris S- ilver And Stone (Compass Records)
Eric Lindell - Revolution In Your Heart (Alligator Records)
Kathy Mattea - Pretty Bird (Captain Potato Records)
Geoff Achison – Sovereign Town (Landslide Records)
Kirby Brown – Uncommon Prayer (self released)
James Carothers – Still Country, Still King: A Tribute to George Jones (Renegade Mountain Records)
Ben Danaher – Still Feel Lucky (Soundly Music)
Ben Fisher – Does The Land Remember Me? (self released)
Grand Old Grizzly – Pure Country Pyrite (Edgewater Music Group)
Kevin Harrison & True North – Howl (self released)
Ruston Kelly – Dying Star (Rounder Records)
Jordie Lane – Glassellland (Blood Thinner Records)
The Lark And The Loon – Homestead Hands (self released)
New Reveille – The Keep (Loud & Proud Records)
St. Paul & the Broken Bones – Young Sick Camellia (Records JV)
The Stray Birds – Let It Pass (Yep Roc Records)
The Stryker Brothers – Burn Band (Scriptorium Rex)
William Elliott Whitmore – Kilonova (Bloodshot Records)

31 agosto
Donnie Fritts - June: A Tribute to Arthur Alexander (Single Lock Records)
Courtney Hartman & Taylor Ashton – Been on Your Side (Free Dirt Records)
Iron & Wine – Weed Garden (Sub Pop Records)
Amos Lee – My New Moon (Dualtone Music)
Gina Sicilia – Heard The Lie (Blue Elan Records)
The Skylarks – On the Back of the New (self released)
Aaron Lee Tasjan – Karma For Cheap (New West Records)

24 agosto
Ryan Culwell - The Last American (Missing Piece Records)
The Devil Makes Three - Chains Are Broken (New West Records)
Bill & The Belles – Dreamsongs, Etc. (Jalopy Records)
Glorietta – Glorietta (Nine Mile Records)
David Olney – This Side Or The Other (Black Hen Records)
Sister Sadie – Sister Sadie II (Pinecastle Records)
Candi Staton – Unstoppable (Beracah Records)

17 agosto
Austin Lucas - Immortal Americans (Cornelius Chapel Records)
Folk Soul Revival – Folk Soul Revival (self released)
Various Artists – Everybody’s Talkin’: A Tribute to Fred Neil (Y&T Music)

10 agosto
Robbie Fulks & Linda Gail Lewis - Wild! Wild! Wild! (Bloodshot Records)
Shooter Jennings - Shooter (Low Country Sound/Elektra Records)
Sammy Brue – Down With Desperation (New West Records)
Liz Cooper & the Stampede – Window Flowers (Sleepyhead Records)
Cordovas – That Santa Fe Channel (ATO Records)
Benjamin Jason Douglas – First World Blues (Flour Sack Cape Records)
Jason Eady – I Travel On (Old Guitar Records)
Lyman Ellerman – I Wish I Was a Train (Woodshed Resistance Records)
Chad Elliott And The Redemptions – Rest Heavy (self released)
Lorraine Jordan & Carolina Road – True Grass Again (Pinecastle Records)
Dawn Landes – Meet Me at the River (Yep Roc Records)
The Magpie Salutes – High Water (Eagle Rock Entertainment)
Mountain Heart – Soul Searching (Compass Records Group)
The War and Treaty – Healing Tide (Strong World Entertainment)

3 agosto
Jim Lauderdale - Times Flies (Sky Church/Yep Roc Records)
Amanda Shires - To The Sunset (Silver Knife Records)
Chicago Farmer – Quarter Past Tonight (self released)
Shemekia Copeland – America’s Child (Alligator Records)
Drift Mouth – Little Patch Of Sky (Wild Frontier Records)
Kevin Galloway – The Change (Nine Mile Records)
Lucero – Among the Ghosts (Liberty & Lament Records)

27 luglio
Cody Jinks - Lifers (Rounder Records)
Yvette Landry & The Jukes - Louisiana Lovin’ (Soko Music)
Hawks and Doves – From a White Hotel (Jullian Records)
The Hollow End – Bears in Mind (Brave New Records)
Israel Nash – Lifted (Desert Folklore Music)
Willie Nile – Children of Paradise (River House Records)
Boz Scaggs – Out Of The Blues (Concord Records)
Songs From The Road Band – Road To Nowhere (Lucks Dumpy Toad Records)
We Banjo 3 – Haven (independent)

20 luglio
Kevin Gordon - Tilt And Shine (Crowville Media)
Lori McKenna - The Tree (CN Records)
Hot Buttered Rum – Lonesome Panoramic (self released)
Clay Parker & Jodi James – The Lonesomest Sound That Can Sound (self released)
Punch Brothers – All Ashore (Nonesuch Records)

13 luglio
The Jayhawks - Back Roads And Abandoned Motels (Sony Legacy)
Jimmy LaFave Peace Town (Music Road Records)
AHI – In Our Time (22nd Sentry Records)
Rayland Baxter – Wide Awake (ATO Records)
Carolina Story – Lay Your Head Down (Black River Americana)
Eliza Gilkyson – Secularia (Red House Records)
The Suffers – Everything Here (Shanachie Entertainment)
Nichole Wagner – And the Sky Caught Fire (Star Catcher Music)
Cliff Westfall – Baby You Win (self released)

6 luglio
Kinky Friedman - Circus of Life (Echo Hill Records)
Dawn and Hawkes – The Other Side (independent)
Speedbuggy USA – Kick Out the Twang (Wagon Wheel Records)

29 giugno
I See Hawks in L.A. - Live And Never Learn (Western Seeds Records)
The Milk Carton Kids - All the Things That I Did and All the Things That I Didn’t Do (Anti/Epitaph Records)
Ben Bostick – Hellfire (independent)
Tyler Childers – Live on Red Barn Radio I & II (Hickman Holler Records)
Ray Davies – Our Country: Americana Act II (Legacy Recordings)
Indigo Girls – Live with The University of Colorado Symphony Orchestra (Rounder Records)
Charles Lloyd & The Marvels & Lucinda Williams – Vanished Gardens (Blue Note/Capitol Records)
Ryan Martin – Gimme Some Light (High Moon Records)
Trevor McShane – Boom Boom (Cool Titles LLC)
Eamon O’Leary – All Souls (Reveal Records)
The Rails – Other People (Psychonaut Sounds)
Sons of Bill – Oh God Ma’am (independent)

22 giugno
Jeffrey Foucault - Blood Brothers (independent)
Lera Lynn - Plays Well With Others (Single Lock Records)
Birdtalker – One (independent)
Brothers Comotose – Ink Dust & Luck (Swamp Jam Records)
Paul Cauthen – Have Mercy (Lightning Rod Records)
The Furious Seasons – Now Residing Abroad (Stonegarden Records)
Tom McELvain – Redemption (Committed Records)
The Record Company – All Of This Life (Concord Records)
Priscilla Renea – Colored (White Rose Garden Music)
Rhyan Sinclair – Barnstormer (Little Haunted Girl Music)
Adam Wright – Dust (Carnival Recording Company)



 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
Home page


 News   notizie, video, segnalazioni, classifiche


Video della settimana:
Handsome Jack - Keep On



-----------------------------------------------------------------------------------------


:: Gang e Mandolin' Brothers: dal vivo a Spazio 89, Milano, sabato 13 ottobre

L'incontro di due longeve e ancora attivissime realtà della musica italiana ha generato una "carovana" di suggestioni che trovano, dal vivo, una formula elastica e vivace. Forte delle loro radici blues, i Mandolin' Brothers hanno ormai circumnavigato i trent'anni di vita "on the road" con un piccolo, ma cospicuo patrimonio discografico e una nutrita serie di riconoscimenti internazionali. La miscellanea di sfumature rock'n'roll e la perizia con cui i Mandolin' Brothers le interpretano hanno trovato una felice collocazione su disco, anche grazie alla collaborazione del produttore e songwriter Jono Manson, che li ha guidati nel loro album più rappresentativo Far Out. Jono Manson è uno dei tanti punti che legato i Mandolin' Brothers ai Gang, essendo stato un punto di riferimento per gli ultimi sforzi nello studio di registrazione dei fratelli Severini, due "banditi senza tempo" che da tempo immemore solcano le vie della penisola con le loro "storie d'Italia", con una coerenza unica e cristallina e con un'indomabile passione musicale. Gang e Mandolin' Brothers fanno parte di quella schiera di "ribelli, sognatori e fuggitivi" per cui la musica va coltivata nell'indipendenza totale, libera dagli schemi e sempre pronta a intonare I Fought The Law. Un'associazione spontanea, già sperimentata che senza dubbio troverà una giusta collocazione nella cornice dello Spazio Teatro 89, Milano, sabato 13 ottobre, a partire dalle ore 21.30. Ulteriori informazioni e prenotazioni: www.spazioteatro89.org (tel. 0240914901).

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Ryley Walker: ‘The Lillywhite Sessions’ dal il 16 novembre per Dead Oceans

Nelle ‘The Lillywhite Sessions’ Ryley Walker, accompagnato dal batterista Ryan Jewell e dal bassista Andrew Scott Young, reinterpreta l’influente bootleg album del 2001 della Dave Matthews Band. ‘The Lillywhite Sessions’, per la critica uno dei migliori capitoli della sterminata discografia targata Dave Matthews non fu pubblicato in modo tradizionale e reso disponibile per i fan solo come bootleg album online. Ryley partendo dal suo amore per la celebre band della Virginia ha dato nuova vita ai brani di quel disco “segreto”. ‘Busted Stuff’ ricorda il miglior Jim O’Rourke e ‘Digging a Ditch’ ha la verve da power trio dei Dinosaur Jr. Con ‘The Lillywhite Sessions’ Ryley Walker ha realizzato si suo sogno di gioventù, reinterpretando e rendendo omaggio ad un album e una band che ha amato.

‘Busted Stuff’ - www.youtube.com/watch?v=xUlhNBxOGxQ

RYLEY WALKER - ‘The Lillywhite Sessions’ (Dead Oceans/ Goodfellas)
Tracklist: 1. Busted Stuff? / 2. Grey Street / ?3. Diggin’ A Ditch / ?4. Sweet Up And Down 5. JTR? / 6. Big Eyed Fish / 7. Grace Is Gone / 8. Captain / 9. Bartender 10. Monkey Man 11. Kit Kat Jam 12. Raven

fonte: Goodfellas

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Seasick Steve: il nuovo album Can U Cook? in uscita il 28 settembre.

Seasick Steve sta per tornare con un nuovo album, Can U Cook?, in uscita il 28 settembre per BMG. Nono album in studio per il carismatico performer, Can u Cook? sarà disponibile su cd e su vinile trasparente in edizione sia standard che limitata, oltre che su tutte le piattaforme di streaming. Il pre-order del disco si trova sul sito ufficiale www.seasicksteve.com.

Steve sta per partire per un nuovo tour che avrà inizio in ottobre, con un lungo elenco di date in UK previste per novembre. Nel suo Can U Cook? Steve ha saputo inserire i suoi suoni migliori, e ci regala un disco fresco, solare, irresistibile, una sapiente miscela di boogie blues rock, Americana e folk music. Scritto e prodotto dallo stesso Seasick Steve, questo nono album è stato quasi interamente registrato in una ex “ice house” al porto di Key West, in Florida. Alle registrazioni hanno partecipato lo storico batterista Dan Magnusson (a.k.a. Crazy Dan) e il chitarrista Luther Dickinson (North Mississippi All Stars), che farà anche lui parte della live band che accompagnerà Steve nel prossimo tour.

Dice Steve che “Just seems there’s all kinds of sunshine and colours on this record. Maybe it’s because we made most of it down in Key West, Florida, or maybe it had somethin’ to do with the happy hours at Conch Republic? I swear!” Esaltato per un disco che non vede l’ora di pubblicare, Steve aggiunge che “Can U Cook? was made down south, way down south, as far south as you can go and still have your boots in America. I luv it and i’m hoping y’all like it too”. Steve si prepara a un tour europeo per portare dal vivo Can U Cook? e ritornerà in UK da headliner per la prima volta dal 2015, dopo il suo ultimo headline show al The SS Arena, Wembley.

Una raccolta di brani catchy, esaltanti e uno tra gli show più coinvolgenti a cui si possa assistere in questo 2018 che Seasick Steve è impaziente di regalare ai suoi fan, vecchi e nuovi, in qualunque parte del mondo arriverà a suonare.

fonte: Astarte agency

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Mauro Zambellini, "Love and Emition": la nuova edizione aggiornata

Il libro di Mauro Zambellini, Love And Emotion. Una storia di Willy DeVille (Pacini Editore, collana Fanclub, 160 pagine, 16 euro) è ora disponibile in una nuova edizione aggiornata.

Uscito nella primavera di cinque anni fa, il libro di Mauro Zambellini dedicato a uno dei grandi protagonisti del rock’n’roll della seconda metà del ventesimo secolo, Love And Emotion. Una storia di Willy DeVille, ha trovato l’incontrastato plauso del pubblico e l’apprezzamento dei fans, restando, ancora a oggi, il primo e l’unico volume al mondo dedicato a Willy DeVille. Una peculiarità che ha portato oggi, dopo numerose ristampe e una versione internazionale, Love And Emotion. A Story About Willy DeVille, tradotta in inglese (tutt’ora disponibile), a una terza edizione, ampliata e aggiornata per l’occasione. Oltre all’impianto originale, rimasto per intero, compresa la nutrita sezione iconografica, Mauro Zambellini ha provveduto ad adeguare la discografia, aggiungendo tutte le più recenti uscite e ha coinvolto Fabio Treves, bluesman tra i più noti in Italia, che riporta tra l’altro al momento in cui condivise il palco con lo stesso Willy DeVille. L’intervento di Fabio Treves va a sommarsi ai contributi di Blue Bottazzi, Marco Denti e Kenny Margolis, storico tastierista e fisarmonicista dei Mink DeVille, già presenti fin dalla prima edizione, che costituiscono un corollario a più voci, all’ampia, appassionata e dettagliatissima storia assemblata da Mauro Zambellini. La nuova edizione di Love And Emotion. Una storia di Willy DeVille è già disponibile in tutte le librerie: a quasi dieci anni dalla scomparsa di Willy DeVille resta l’unica e più importante testimonianza in ricordo di un grande e indimenticabile artista.

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Will Oldham, il nuovo album Songs of Love and Horror dal 19 ottobre

I brani di Will Oldham sono stati spesso scritti per gli alias Palace o Bonny. Le loro identità, tenute separate da quella di Will per necessità, vedono brani scritti per creare un singolo incontro, per essere condivisi tra coloro che decidono di ascoltare. Songs of Love and Horror è una voce rara in quest’opera: un album di Will Oldham, con il compositore che diventa cantante. A vantaggio della natura del progetto, i brani sono cantanti e suonati solo da Will, in un’ ambientazione amata dai fan della sua musica – quella di una voce e una chitarra, la cosa migliore per assaporare l’album. Will porta alle sue canzoni tutto ciò che ha imparato nel corso degli anni, cantando versioni che fremono come nuove cose nell’aria di oggi.

L’autunno 2018 vede la pubblicazione di un archivio di testi che sta crescendo da più di 25 anni, nella forma di libro – le parole dei brani cantanti da Bonnie ‘Prince’ Billy e Palace Music, scritte da Will Oldham. Il libro, pubblicato da W.W. Norton è intitolato Songs of Love and Horror, come il suo album. Songs of Love and Horror verrà pubblicato il 19 ottobre. Il libro sarà disponibile dal 09 ottobre.

fonte: Spin-go

----------------------------------------------------------------------------------------


:: The Kinks Are The Village Green Preservation Society: 50th Anniversary Edition in uscita il 26 ottobre

The Kinks usciranno il 26 ottobre con un’edizione speciale per l’anniversario dei 50 anni di uno dei più importanti album del rock The Kinks Are The Village Green Preservation Society su etichetta BMG.
“The Kinks Are The Village Green Preservation Society” ha consacrato Ray Davies come uno dei più grandi autori britannici della sua generazione e non solo.

“Credo che The Village Green Preservation Society parli della fine di un periodo della mia vita, intimo per me” dice Ray. “Nel mio villaggio immaginario. È la fine della nostra innocenza, della nostra giovinezza. Alcune persone sono piuttosto vecchie ma nel Village Green non ti è permesso crescere. Credo che il progetto in sé sia parte di un ciclo vitale.”

Passato piuttosto in sordina ai tempi della sua uscita nel novembre 1968, “The Kinks Are The Village Green Preservation Society” è ora riconosciuto come uno dei migliori album inglesi mai registrati. Creato in circostanze difficili da una band sull’orlo della disintegrazione e che rifiutava di seguire le mode, è un album di brani senza tempo e perfettamente costruiti che parlano di crescita e invecchiamento e del declino di una cultura nazionale e delle tradizioni. Senza tempo e insuperato, con il suo umorismo, la sua tristezza, una rabbia calma, rimpianto e fascino, è globalmente considerato il punto più alto della carriera dei Kinks e il capolavoro di Ray Davies. Nella versione speciale per l’anniversario sono incluse molte tracce e versioni inedite, tra cui il nuovo singolo inedito "Time Song". Nonostante non sia mai stata inclusa in un album, i Kinks hanno eseguito "Time Song" al Theatre Royal, Drury Lane nel gennaio 1973, per celebrare l’ingresso della Gran Bretagna nella Comunità Economica Europea.

“Quando abbiamo suonato a Drury Lane nel '73 per celebrare il nostro ingresso in quello che allora era chiamato Mercato Unico, ho deciso di eseguire questo brano come un avvertimento della fine del vecchio Impero Britannico.” dichiara Ray. “La canzone è stata incisa qualche settimana più tardi, ma mai inserita nella versione finale del disco. Sorprendentemente il brano pare essere abbastanza appropriato per essere pubblicato in questo momento storico della Gran Bretagna, e proprio come l’Europa la canzone è un mix turbolento che deve ancora essere affinato."

Ray ha mixato il brano agli inizi dell’anno ed è incluso nelle versioni Deluxe Box Set e Deluxe 2CD. Il singolo sarà inoltre disponibile in una edizione limitata a 45 giri in esclusiva con il pre-ordine del box set attraverso lo store ufficiale The Kinks Music Glue, e nella versione digitale per il download. Il deluxe box set include la versione dettagliata delle informazioni del disco, interviste, fotografie e alcuni contenuti digitali e stampati creati appositamente che raccontano la storia della produzione dell’album, dell’uscita e dell’impatto culturale. Sono anche inclusi due saggi sull’album scritti da Pete Townshend e dal celebre giornalista Kate Mossman.

fonte: A Buzz Supreme

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Il chitarrista blues di New York POPA CHUBBY annuncia il nuovo album

Ted Horowitz a.k.a. Popa Chubby non ha avuto un inizio facile. In quanto artista blues bianco, il cantante, cantautore e chitarrista americano ha spesso provocato numerose critiche. Ma lui ha sempre continuato per la sua strada, raggiungendo i suoi obiettivi grazie all’amore per il blues e l’hard rock, diventando uno degli artisti più innovativi del blues rock. Ora la “Bestia” è tornata!...con un album che rappresenta più di ventotto anni di carriera. Prime Cuts: The Very Best Of The Beast From The East, è veramente un piccolo tesoro che contiene sia brani tratti dai suoi primi album, che brani contenuti negli album pubblicati in questi ultimi anni, come “The Catfish” e “Two Dogs.” “Ho scelto questi brani,” dice Popa “analizzando un catalogo grande 28 anni. Questi sono veramente i “tagli pregiati.” Il meglio che lo chef ha da offrire. Perfettamente stagionati e serviti con amore.” Ma Popa non sarebbe Popa se non avesse ulteriori canzoni brillanti da condividere con il suo pubblico. Con la copia fisica di questo doppio album, questo artista versatile confeziona 11 brani originali, mai pubblicati prima e disponibili solo su supporto fisico (nove in studio e due dal vivo). Prime Cuts: The Very Best Of The Beast From The East sarà disponibile dal 21 settembre 2018.

fonte: Spin-go

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Blues Made in Italy, sabato 13 ottobre 2018, Cerea (VR)

La Città di Cerea, nota anche come la Capitale del Blues in Italia, è nuovamente pronta ad accogliere, come ogni anno, migliaia di appassionati sia italiani che esteri che arriveranno per vivere il raduno nazionale Blues Made in Italy, giunto alla sua nona edizione. 15 ore ininterrotte di Blues, 3 palchi, oltre 50 artisti e 70 espositori tra strumenti musicali artigianali e artigianato di settore sono gli ingredienti “ormai non più segreti” di questa formula di successo che fa registrare di anno in anno una netta crescita della manifestazione. L’evento dedicato alla cultura musicale si terrà in Area Exp, in uno spazio coperto di oltre 4.000 mq. con concerti dal vivo, seminari di approfondimento e presentazioni di novità editoriali, con la conduzione d’eccezione di Maurizio “Dr. Feelgood” Faulisi di Virgin Radio.

Il raduno nazionale “Blues Made In Italy” si conferma ancora una volta tra le più prestigiose e ambite “vetrine” del panorama musicale italiano – capace di attirare e coinvolgere moltissimi appassionati anche dall’estero – funge, oltretutto, da interessante fucina di nuovi talenti. L’evento, quest’anno alla vigilia della sua decima edizione, viene reso possibile grazie al lavoro del direttivo dell’omonima associazione e all’aiuto di uno staff composto da trenta volontari appassionati. Sabato 13 ottobre 2018, a partire dalle ore 10:30 presso l’Area Exp di Cerea (VR) si terrà quindi il 9° raduno nazionale Blues Made In Italy – la più grande Fiera del Blues in Italia, ancora una volta pronto ad offrire proposte di assoluto rilievo artistico con la certezza di regalare dei momenti indimenticabili per una giornata memorabile a suon di Blues. A vivere la manifestazione si attendono dunque migliaia di appassionati e curiosi che, presso il complesso fieristico dell’Area Exp, troveranno allestita una superficie coperta di oltre 4.000 mq. dotata di diversi punti di ristoro e di comodissime aree parcheggio contribuendo di conseguenza a rafforzare il binomio coniato dalla stampa nazionale: “Citta di Cerea: Capitale del Blues”. Tre palchi, aree per le prove strumenti musicali e uno spazio dedicato alle presentazioni di nuove produzioni editoriali e seminari di approfondimento, dove anche quest’anno è previsto il coinvolgimento degli studenti delle scuole di musica sempre più attirati dalla vasta zona dedicata alla mostra-scambio per collezionisti e dall’esposizione di prodotti artigianali di liutai che, con pazienza e disponibilità tramandano il loro know-how alle nuove generazioni.

L’organizzazione dell’evento, già premiato come “Miglior Festival Blues” in occasione della notte degli “Oscar del Blues”, sarà a cura di Lorenz Zadro, presidente dell’omonima associazione affiancato da un affiatato direttivo impegnato sia nella diffusione nella preservazione della cultura del Blues attraverso la valorizzazione degli artisti italiani, la loro attività concertistica e la loro produzione musicale che, per merito delle elevate qualità proposte, si trova sempre più sotto i riflettori. Con questo stesso intento, dal 2013, Blues Made In Italy infatti è socio-attivo di “European Blues Union”, associazione europea nata a Bruxelles nel 2008, che raccoglie al suo interno i massimi esperti di blues europei assieme a promoter, organizzatori di festival, giornalisti e musicisti, con l’intento di promuovere il blues europeo nel vecchio continente. Fin dal primo mattino, giungeranno in terra veronese, musicisti provenienti ogni parte della nostra Nazione; una nutrita rappresentanza del meglio del Blues italiano che va dai giovani emergenti ad artisti di consolidata fama che hanno e stanno contribuendo a fare la storia di questo genere musicale in Italia. Ma non sono solo i musicisti ad arricchire il parterre di Blues Made In Italy dove, tra amicizia e business (come compete ad ogni fiera che si rispetti), si trovano sempre più professionisti del settore musicale che scelgono il raduno come strumento per conoscere ed approcciare nuove realtà da coinvolgere nelle loro organizzazioni.

Info: info@bluesmadeinitaly.com - bluesmadeinitaly.com

fonte: AZ Blues

----------------------------------------------------------------------------------------


:: 'Il Quaderno Punk', 1979-1981 la nascita del nuovo rock italiano. Disponibile dal 14 settembre per Goodfellas Edizioni

Queste pagine rappresentano il "nuovo rock italiano" dal punto di vista di due ragazzini perduti nella provincia italiana, simili e uguali a decine di loro coetanei sparsi per tutta la penisola. Il libro ripropone esattamente il lavoro fatto in gioventù dei due autori. Pagine a colori, il quadernone tale e quale, con l’aggiunta di una presentazione che gli autori hanno scritto trent’anni dopo e un capitolo ulteriore curato dal solo Stefano Gilardino con interviste inedite a Confusional Quartet, Clito, No Submission/Wax Heroes, Dirty Actions e Jumpers/198X. Completa il libro un CD compilato dai due autori con brani inediti e rarità di alcuni dei protagonisti dell'epoca: Gaznevada, HCN, HitlerSS, Rats, Johnson Righeira, Skiantos, Sorella Maldestra, Windopen e tanti altri.

Per un’intera generazione di ragazzi cresciuti negli anni Settanta, il servizio andato in onda durante il programma televisivo di RAI 2 'Odeon - Tutto Quanto Fa Spettacolo' è stato il primo incontro con la musica punk. In un’epoca in cui non esistevano i social network e le riviste musicali specializzate erano poche e non sempre reperibili, una delle opzioni per rimanere informati sulla scena era rappresentata dal ritagliare, conservare e leggere ogni notizia valida sulla nascente scena musicale del nuovo rock italiano, recuperando il materiale soprattutto da rotocalchi di costume, quotidiani e persino da riviste sportive.

Il quaderno a quadretti diventa quindi una sorta di catalogo in cui trovano spazio brevi schede dedicate ai nuovi gruppi e divise per provenienza geografica. “Lo potremmo definire il nostro tentativo di mappare la scena del cosiddetto ‘nuovo rock’ senza velleità di completezza: nessuna necessità di archiviare, ma solo di mettere assieme la maggior quantità possibile di informazioni. Il ‘quadernone’, come lo chiamavamo noi, era a stretto uso personale, nessuno l’ha mai neppure visto prima di questa pubblicazione, poiché l’unica vera necessità era rappresentata dalla scoperta.”

Fabrizio Gilardino (1961) si occupa di grafica, musica, cinema di animazione e sperimentale. Dilapidando le sue prime paghette settima- nali, ha scoperto e fatto scoprire a suo fratello i dischi di Sex Pistols e Clash. Li ascolta ancora spesso. Vive tra Montreal e Kuala Lumpur.

Stefano Gilardino (1967) è scrittore e giornalista musicale. È stato redattore di importanti riviste italiane come Rock Sound, Speciale Punk, Onstage Magazine, Dynamo e Vida e collaboratore di XL/Repubblica, Bam! Magazine. Ha recentemente pubblicato il libro La storia del Punk (Hoepli, 2017). Anche lui ascolta spesso Sex Pistols e Clash. Vive a Milano.

fonte: Goodfellas

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Ron Gallo: il nuovo album in uscita il 5 ottobre per New West

Ron Gallo annuncia l'arrivo del suo nuovo, secondo album STARDUST BIRTHDAY PARTY, fuori il 5 ottobre per New West a poco più di un anno dal debut album HEAVY META. Stardust Birthday Party è il risultato di un importante percorso interiore dopo un disco, Heavy Meta, creato da "un ragazzo di Philadelphia perso a metà dei suoi vent’anni, in una relazione con qualcuno che stava lottando con problemi di salute mentale e con una devastante dipendenza dall’eroina. Stavo scrivendo Heavy Meta, la porta perfetta per vedere il posto che avrei voluto evitare per sempre: me stesso."

Stardust Birthday Party racconta invece il percorso interiore. L’amore. Il cambiamento. "Ecco di cosa parla questo album, sono io che ballo mentre distruggo la persona che pensavo di essere. Stardust Birthday Party parla dell’evoluzione umana. In particolare, di un’evoluzione umana: la mia, Ron Gallo. Nel libretto dell’album di John Coltrane’s 'A Love Supreme' (che noi omaggiamo in Stardust Birthday Party) lui scrisse: 'Durante l’anno 1957, ho vissuto, per grazia di Dio, un risveglio spirituale che fu lì per portarmi in una vita già ricca, più piena e più produttiva. A quel tempo, in gratitudine, chiesi umilmente di darmi i mezzi e il privilegio di fare felici gli altri attraverso la musica'. È quello. È la pura essenza della creatività. Ecco perché questo album esiste. Grazie, se vorrete condividere questo con me." Ron Gallo

Stardust Birthday Party segue il viaggio di Ron Gallo nel risveglio, nella destrutturazione personale, che inizia con il semplice messaggio: “Who Are You? (Point to it)”. L’album esamina l'odiarsi, l’ansia e la follia in canzoni come “Always Elsewhere,” “Party Tumor” e “Do You Love Your Company?” e portano alla fine alla risposta: “You Are The Problem”. La seconda metà dell’album rappresenta il sottile e lento passaggio verso uno sguardo più luminoso, amorevole. Gallo rende omaggio al personale risveglio spirituale di John Coltrane in “Love Supreme (Work Together!)”. L’album si chiude con “Happy Deathday”, che sfida a dimenticare qualunque cosa si conosca. Durante Stardust Birthday Party si scoprirà che la definizione di Gallo “weirdo punk-poet persona” non ha a che fare con la rabbia. Le chitarre sono fuzzy e rumorose, bilanciate con un lungo e profondo OM.

fonte: Astarte agency




info@rootshighway.it