:: Menù
 



RootsHighway è membro ufficiale della Euro Americana Chart, la classifica dei dj e giornalisti europei

Euro Americana Chart
[febbraio 2017]

1. Tift Merritt - Stitch Of The World
2. The Band Of Heathens - Duende
3. Courtney Marie Andrews - Honest Life
4. Rebecca Loebe - Blink Black
5. Brigitte DeMeyer & Will Kimbrough - Mockingbird Soul
6. Delbert McClinton - Prick Of The Litter
7 Chuck Prophet - Bobby Fuller Died For Your Sins
8. Stephen Fearing - Every's Soul's a Sailor
9 The Cactus Blossoms -You’re Dreaming
10 Aaron Lee Tasjan - Silver Tears

La classifica completa:
euroamericanachart.eu

 
 

IN USCITA: scorri l'elenco delle prossime uscite discografiche in campo Americana/ Roots/ Indie:

10 febbraio
Sallie Ford - Soul Sick (Vanguard/Concord Records)
The Sadies - Northern Passages (Yep Roc Records)
Darin and Brooke Aldridge – Faster And Farther (Mountain Home Music Company)
Old Crow Medicine Show – Best Of Old Crow Medicine Show (Nettwerk Records)
Chuck Prophet – Bobby Fuller Died For Your Sins (Yep Roc Records)
Romantica – Shadowlands (Last Chance Records)

3 febbraio
Travis Linville - Up Ahead (self released)
Gurf Morlix - The Soul & The Heal (Rootball Records)
Kyle Alden – Down in the West, Vol. 2 (independent)
Sarah Beatty – Bandit Queen (King of the Road Records)
Rose Cousins – Natural Conclusion (Old Farm Pony Records)
Great American Taxi – Dr. Feelgood’s Traveling Medicine Show (Lo Hi Records)
David Luning – Restless (Blue Rose Music)
Beth Hart – Fire On The Floor (Provogue Music)
The Traveling Ones – Meet Me There (independent)

27 gennaio
John Craigie - No Rain, No Rose (Zabriskie Point Records)
Brigitte Demeyer & Will Kimbrough - Mockingbird Soul (independent)
Tift Merritt - Stitch of the World (Yep Roc Records)
Almond&Olive – Standing at the Precipice (independent)
Lisa Bastoni – The Wishing Well (independent)
Kasey Chambers – Dragonfly (independent)
Dead Man Winter – Furnace (Gndwire Records)
Fred Eaglesmith – Standard (independent)
Delbert McClinton & Self-Made Men – Prick of the Litter (Hot Shot Records)
Mouths of Babes – Brighter In The Dark (independent)
Carla Olson – Rubies & Diamonds (Sunset Blvd Records)
Surrender Hill – Right Here Right Now (Blue Betty Records)
Whitney Rose – South Texas Suite (Six Shooter Records)

20 gennaio
Jude Jonestone – A Woman’s Work (Bojak Records)
The Show Ponies – How It All Goes Down (Free Man Records)
Chris Thile & Brad Mehldau – Chris Thile & Brad Mehldau (Nonesuch Records)
Randy Thompson – War Peace Love Fear (Jackpot Records)

13 gennaio
Otis Gibbs - Mount Renraw (Wanamaker Recording Company)
Dale Watson & Ray Benson - Dale & Ray (Mailboat Records)
The Wood Brothers - Live at the Barn (Honey Jar Records/Thirty Tigers)
The Band Of Heathens – Duende (BOH Records)
Blackie and the Rodeo Kings – Kings and Kings (independent)
Ray Cardwell – Tennessee Moon (Pinecastle Records)
Natalie Hemby – Puxico (independent)
The Infamous Stringdusters – Laws of Gravity (Compass Records)
Cary Morin – Cradle to the Grave (self released)
Saints Eleven – Coming Back Around (self released)

25 novembre
Kelly Pardekooper - City at Night (Leisure Time Records)
Gillian Welch - Boots No. 1: The Official Revival Bootleg (Acony Records)
Bap Kennedy – Reckless Heart (independent)

18 novembre
Robert Earl Keen - Live Dinner Reunion (Dualtone Music)
Rani Arbo & daisy mayhem – Wintersong (Signature Sounds) Ryan Bingham – Ryan Bingham Live (Axster Bingham Records)
Rory Block – Keepin’ Outta Trouble: A Tribute To Bukka White (Stony Plain Records)
Blue Rodeo – 1000 Arms (TeleSoul Records)

11 novembre
Various Artists - The Life & Songs Of Emmylou Harris: An All-Star Concert Celebration (Rounder Records)
Balsam Range – Mountain Voodoo (Mountain Home Records)
Shooter Jennings – Black Ribbons: Ultimate Edition (Black Country Rock)
NRBQ – High Noon: A 50-Year Retrospective (Omnivore Recordings)
Rhonda Vincent and the Rage – All the Rage, In Concert Vol. One (Upper Management Music)
Wicklow Atwater – The Fallen Flame String Band LP (independent)

4 novembre
Joe Rut - Stolen Tools & Stereos (independent)
Adrian & Meredith – More Than a Little (independent)
Driftwood – City Lights ( Yellow Bike Records)
The Kentucky Headhunters – Safari (Plowboy Records)



 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
Home page

 News   notizie, video, segnalazioni, classifiche


Video della settimana:
Real Estate - Darling
Real Estate hanno confermato i dettagli del loro nuovo quarto album In Mind che uscirà il 17 marzo via Domin/Self. Registrato a Los Angeles con il produttore, vincitore di un Grammy, Cole M.G.N. (Beck, Snoop Dogg, Julia Holter), è ora disponibile il brano che apre l’album “Darling” con il video musicale diretto da Weird Days.



-----------------------------------------------------------------------------------------


:: Bob Marley in This Life: il 9 febbraio in libreria per Chinaski editore

In uscita il 9 febbraio per Chinaski Bob Marley in This Life uno dei libri più completi su Bob Marley mai realizzati in Italia. Attraverso la raccolta e traduzione di gran parte delle interviste rilasciate da Bob Marley nel corso della sua vita, questo libro è una sorta di prima autobiografia della più grande star del Terzo Mondo. Bob ci parla del suo credo, delle sue convinzioni, del grande messaggio di pace e amore che ne ha fatto una delle poche autentiche leggende del ventesimo secolo. Ma ci racconta anche il lato più privato della sua vita, i ricordi d’infanzia, il forte legame con la terra, la musica e il calcio. Nella seconda parte del libro è invece lo scrittore F.T.Sandman a parlare, tracciando le origini del culto Rastafari, la nascita della musica reggae, la controversa figura del Ras Tafari, Hailé Selassié, e le carriere dei tanti figli avuti da Bob Marley. Con la collaborazione di Bunna (Africa Unite), Alberto Castelli, Bob Marley Magazine e il contributo di alcuni celebri musicisti (Alborosie, Manu Chao, Michael Franti, Piotta, David Rodigan, Raphael, Jaca, Alpha Blondy e tanti altri) che svelano cosa abbia rappresentato l’artista giamaicano nella loro vita e nella loro musica.

A proposito dell’autore: Federico Traversa aka F.T. Sandman (Genova 1975), si occupa da anni di musica e questioni sociali. Co-fondatore di Chinaski Edizioni, come scrittore è riuscito in pochi anni a collaborare e scrivere libri di successo con molti rappresentanti noti della controcultura (Don Gallo,Tonino Carotone, Africa Unite), senza tralasciare le tematiche di quelli che stanno laggiù, in fondo alla la. È un grande, grandissimo appassionato di reggae.

fonte: Chinaski editore

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Daniel Vezoja: "Where the light resides" in uscita in Italia il 3 febbraio

Reduce dall’entusiastica accoglienza nella natìa Slovenia, il cantautore Daniel Vezoja ha deciso di presentare anche in Italia il suo primo LP, Where The Light Resides. “Un album notturno”, così lo descrive Daniel. In effetti le nove tracce sono la colonna sonora perfetta per un viaggio lungo un’autostrada infinita, aspettando l’alba. Il songwriting di Daniel è figlio della grande tradizione country e folk internazionale, dai numi tutelari come Dylan e Tom Petty ai suoi più recenti bardi come The Tallest Man On Earth. Ma è capace di andare oltre, grazie ad un sound spazioso, fatto di chitarre stratificate, riverberi e delay. Il risultato sono nove canzoni che puntano alla perfezione pop e vanno dritte al cuore.

Where The Light Resides è stato registrato all’Orphan Recording Studio di Dublino e prodotto dal rinomato cantautore Gavin Glass. Scott Halliday ha registrato basso e battera, Travis Lyon la steel guitar. Due tracce sono un duetto con la cantautrice dublinese, grande amica di Daniel, Joanna Marie.

L’album è stato anticipato da tre singoli e altrettanti videoclip: I Hope The Wind Knows, cantato in coppia con Joanna Marie, Suzanna Smiling e Old Memory. Il successo del disco e del tour, che ha toccato diversi paesi europei, hanno convinto Daniel a presentare all’Italia il suo disco. “Where The Light Resides” è ora disponibile su iTunes, presso tutti i retailer digitali e, in versione digitale e fisica, su Bandcamp. Info: danielvezoja.com

fonte: Indiemood Press Office

----------------------------------------------------------------------------------------


:: PONTIAK, il nuovo ‘Dialectic of Ignorance’ dal 24 marzo per Thrill Jockey Recordso

Il nuovo album dei fratelli Pontiak è puro hard southern rock in salsa stoner. Dialectic of Ignorance arriva ad oltre due anni di distanza dal precedente ‘Innocence’ ed è stato registrato in Virginia presso gli studi della band stessa. Negli ultimi anni i tre fratelli Carney oltre a suonare hanno aperto la propria brewery di birra, la Pen Druid brewing. Oltre al nuovo album la Thrill Jockey è in procinto di ristampare il primo lavoro dei Pontiak. L'introvabile ‘Sun on Sun’ sarà nuovamente disponibile dal 27 gennaio 2017. I Pontiak presenteranno il nuovo album suonando dal vivo ad Aprile al Roadburn Festival di Tilburg e al Desertfest di Londra e Berlino.

Van, Lain, e Jennings Carney sono tre fratelli, lavorano e vivono nella stessa fattoria in Virginia e suonano nella stessa band, i Pontiak. Sono tutti e tre sposati e conducono la loro vita in comunità, dividendo tutto. I Pontiak sono una delle più interessanti rock band americane, poderosi e moderni nel loro anacronismo come i Black Mountain, gli Arbouretum e i Black Angels e potenti nella dicotomia melodia rumore sulla scia dei migliori Melvins. La band dei fratelli Carney pubblicherà a marzo 2017 il nuovo album ‘Dialectic of Ignorance’, ottavo ful lenght di una discografia ormai immensa e di altissimo livello. I Pontiak fino al 2014, anno del precedente ‘Innocence’, sono stati capaci di pubblicare un album all'anno e di mantenere un elevato livello compositivo. 'Dialectic of Ignorance’ segue di quasi tre anni ‘Innocence’, prima volta in cui il trio della Virgina impiega oltre due anni per lavorare su un singolo album. La differenza con gli ultimi lavori dei Pontiak si sente, la produzione analogica e ancor più ricercata e il clima da rock della grande frontiera porta a citare Neil Young, Iron Butterfly e il meglio dell'Americana moderna.

Nel sound dei Pontiak trovano posto stoner, pschidelia, heavy rock e atmosfere folk. I Pontiak sono i padrini di un suono capace di mescolare le carte della cultura musicale americana degli ultimi 40 anni. Il sound dei Pontiak ai tempi del lisergico rumore incontrollato di 'Sun on Sun' fu definito da Julian Cope come una fredda cavalcata dei Black Sabbath cantata da Jim Morrison. Heavy blues e rock n' roll degenerato, carezze e pestoni, ecco come si evolve la bestialità intrinseca dei Pontiak. I Pontiak suonano triturando i miti del passato nel loro frullatore noise. La band ha uno standard qualitativo impressionante e i loro live sono famosi per la potenza sprigionata e il volume degli amplificatori. Quella dei Pontiak è una carriera da primi della classe.

fonte: goodfellas

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Spiral Stairs, il nuovo album Doris and The Daggers uscirà il 24 marzo

Sono passati otto anni dall’ultimo album di Scott Kannberg, aka Spiral Stairs (membro fondatore dei Pavement e dei Preston School of Industry). Oggi, Spiral Stairs annuncia l’uscita del suo secondo album “Doris and the Duggers” prevista per 24 marzo 2017 su Domino, distribuzione Self. E’ valsa la pena di aspettare, “Doris and the Duggers” è la musica più personale ed emozionante che Kannberg abbia mai scritto riflettendo i cambiamenti di vita che si sono verificati in questi otto anni. In questo periodo Scott è stato segnato dalla perdita degli amici, ha fatto tesoro delle gioie della paternità, ha vissuto come un vero australiano e ha anche mangiato l’haggis.

Tutte esperienze che hanno contribuito a rendere le nuove canzoni particolarmente calde, dolcemente melodiche e profondamente oneste. The Real Feel, il primo album come Spiral Stairs è uscito nel 2009, proprio quando i Pavement annunciarono una serie di concerti per la riunion. Dopo questi show Scott e sua moglie si trasferirono a Brisbane, in Australia, dove cominciarono una semplice vita familiare. Trasferitosi a Los Angeles, l’idea originale per il nuovo album era di andare agli Orbit Studios di Seattle e "registrare il tutto in una settimana, come ai vecchi tempi". Poi, un mese prima del viaggio, Scott ricevette una notizia di straziante: Darius Minwalla, che aveva suonato la batteria con i Preston School of Industry e in The Real Feel e che avrebbe dovuto partecipare alle session di Seattle, era morto improvvisamente nel sonno. Scott fu profondamente scosso dalla notizia e passarono altri tre mesi prima che si sentisse pronto per entrare in studio. A questo punto l’album era cambiato, le canzoni erano maturate nel frattempo, diventando più lunghe e più emotive.

Dopo la morte di Darius, Scott trascorse del tempo a San Francisco con l’amico cantautore Kelley Stoltz confrontandosi con lui su varie idee. “La sua influenza ha dato all’album una direzione completamente diversa” Invece che durante il blitz di una settimana in studio, “Doris and the Duggers” è stato registrato nel corso di diverse brevi session agli Exactamundo Studios di Eagle Rock, California, con Matt Harris al basso e Justin Peroff (Broken Social Scene) alla batteria. Il trio ha inciso 30 canzoni in tutto e alcuni musicisti, amici intimi di Scott, hanno contribuito in modo fondamentale all’album. Mentre Kevin Drew, anche lui nei Broken Social Scene, canta in ‘Emoshuns’, Matt Berninger dei The National canta in ‘Exiled Tonight’ e la chitarra di Kelley Stoltz accompagna l’estiva 'AWM'.

fonte: spin-go

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Greg Graffin, a marzo nuovo album solista per il leader dei Bad Religion

Greg Graffin, il cantante e frontman dei leggendari punk rockers losangelini Bad Religion, pubblicherà il suo nuovo album solista Millport il 10 marzo 2017 su Anti-.

L'album vede la partecipazione di membri di Bad Religion e Social Distortion. Il cantante ha reso disponibile in anteprima la canzone “Making Time”, un brano in pieno stile folk rock melodico che parla di “godersi la vita” o meglio “living the moment”, con un refrain catchy e in crescendo e la raffinata chitarra di Jonny ‘2 bags’ Wickersham (Social Distortion, ex-Youth Brigade, ex-U.S. Bombs).

“Making Time” è disponibile a questo link:
soundcloud.com/antirecords/greg-graffin-making-time

fonte: spin-go



----------------------------------------------------------------------------------------


:: “Dove osano i rapaci”, il nuovo singolo dei Rusties in uscita venerdi 16 dicembre

“Dove osano i rapaci”, il nuovissimo singolo dei Rusties, sarà pubblicato il prossimo venerdi 16 dicembre su etichetta Tube Jam Records e disponibile in download presso tutti i principali digital stores (iTunes, Amazon, etc.) con distribuzione Believe Digital. Il brano anticipa di qualche settimana l’uscita dell’omonimo album Dove osano i rapaci (Tube Jam Records TJR 1701) che sarà pubblicato il 3 febbraio 2017 nei formati CD (distribuzione I.R.D.) e mp3 download presso tutte le maggiori piattaforme digitali (tramite Believe Digital). L’album “Dove osano i rapaci”, l’ottavo dell’ormai corposa discografia dei Rusties, sarà anche il primo interamente composto da brani originali cantati in italiano e arriverà a due anni esatti dal precedente CD “Dalla polvere e dal fuoco” unanimemente accolto da pubblico e critica come una pregevole raccolta di “cover d’autore” riadattate in italiano dal leader, cantante e chitarrista del gruppo Marco Grompi.

Le undici canzoni del nuovo album, interamente autoprodotto, sono state registrate in presa diretta in soli quattro giorni presso il Solid Groove Studio di Ghiaie e rappresentano, per sound e contenuti, un’ulteriore svolta nel lungo, atipico e multiforme percorso della band bergamasca. Undici nuovi brani originali per la prima volta cantati in italiano ma ancora immersi nel solco sonoro di quella rugginosa matrice rock angloamericana che, da circa un ventennio, i Rusties stanno percorrendo con grande originalità nel circuito (anche europeo) più genuinamente indipendente. Inoltre, per la prima volta nella storia dei Rusties, nelle canzoni del nuovo album si alterneranno nel ruolo di voce solista, oltre a Grompi, anche gli altri componenti del gruppo: il chitarrista e “cantattore” Osvaldo Ardenghi, il bassista/cantante Fulvio Monieri, il tastierista Massimo Piccinelli e il giovane batterista Filippo Acquaviva.

A partire da venerdi 16 dicembre sarà diffuso (con presentazione in anteprima sul canale YouTube dei Rusties) anche il relativo videoclip del brano, ambientato a Milano e diretto dal regista Francesco Collinelli. È attualmente in preparazione un tour promozionale che partirà da Bergamo nelle prime settimane del 2017 e (rapaci permettendo) vedrà i Rusties impegnati in una serie di “performance su misura” in radio, club, teatri e piazze sparse in tutta la Penisola.

fonte: Rusties

----------------------------------------------------------------------------------------


: Jeses & Mary Chain al Pistoia Blue Festival 2017

Nell’anno di Pistoia Capitale Italiana della Cultura, ecco rivelato il primo artista internazionale della 38esima edizione del Pistoia Blues Festival 2017: saranno i Jesus And Mary Chain dei fratelli Reid a salire sul palco di Piazza Duomo il prossimo 7 luglio. La band cult degli anni Ottanta, che con il loro stile e la loro musica ha rivoluzionato la scena musicale di un’intera generazione, ha annunciato un nuovo album di inediti intitolato “Damage & Joy” in uscita il 24 Marzo 2017 anticipato dal singolo “Amputation” tramite l’etichetta Creation Records, la stessa che li lanciò nel lontano 1984.

Il nuovo disco, a cui seguirà un tour mondiale tra cui la data italiana del Pistoia Blues, arriva a 19 anni dall’uscita del loro ultimo album “Munki” e si tratta del settimo album in studio per la band scozzese che scosse gli anni 80 con il loro atteggiamento sempre in guerra con il mondo, gli abiti scuri, il sound noise/pop, diventando una vera e propria icona di stile. Punto di riferimento della scena musicale londinese post Sex Pistols, ispirati a The Stooges e Velvet Underground, la band ha dato vita a un nuovo genere musicale, lo shoegaze, diventando punto di riferimento di artisti come My Bloody Valentine e Slowdive. Con la pubblicazione nel 1985 di “Psychocandy”, loro album d’esordio, The Jesus and Mary Chain diventano presto i beniamini della stampa inglese: un disco cult nel mondo dell’alternative rock britannico che ha cambiato la storia della musica. La band, originaria di Glasgow, viene fondata dai fratelli William e Jim Reid (chitarrista e cantante) nel 1984. Ben presto i due si trasferiscono a Londra dove vengono immediatamente notati da Alan McGee, dalla Creation Records e da Bobby Gillespie, cantante dei Primal Scream, che si unisce alla band come batterista per il primo singolo “Upside Down”. “Psychocandy” ha generato classici come “Just Like Honey“ e “Some Candy Talking”. Con sei album in studio all’attivo, nel 1999 la band si scioglie a causa delle forti tensioni fra i due fratelli. La band si riunisce però nel 2007 per un memorabile e ormai leggendario live set al Coachella Festival, durante il quale Scarlett Johansson, loro grande fan, raggiunge la band sul palco per “Just Like Honey”. L’anno scorso, dopo un trionfale tour di festeggiamento per il trentennale del loro album “Psychocandy” arrivano le conferme di uscita di un nuovo disco di inediti per il 2017.

I biglietti per il concerto dei Jesus And Mary Chian il 7 luglio 2017 saranno in vendita dalle ore 11:00 di venerdì 13 gennaio su www.ticketone.it, www.boxofficetoscana.it al prezzo di 30€ +dp, 35€+dp la gradinata numerata.
Info: www.pistoiablues.com | facebook.com/pistoiablues | twitter.com/pistoia_blues.

fonte: davvero comunicazione




info@rootshighway.it