:: Menù
 



RootsHighway è membro ufficiale della Euro Americana Chart, la classifica dei dj e giornalisti europei sul mondo Americana/ Roots. Leggi la classifica completa su euroamericanachart.eu

 
 

IN USCITA: scorri l'elenco delle prossime uscite discografiche in campo Americana/ Roots/ Indie:

4 ottobre
The Avett Brothers - Closer Than Together (Republic Records)
Rob Ickes and Trey Hensley - World Full of Blues (Compass Records)
Bonnie Bishop – The Walk (Plan BB Records)
Susan Gibson – The Hard Stuff (ForTheRecords)
Dan Israel – Social Media Anxiety Disorder (self-released)
Jason James – Seems Like Tears Ago (Melodyville Records)
Kacy & Clayton – Carrying On (New West Records)
Logan Ledger – I Don’t Dream Anymore (Rounder Records)
Lizanne Knott – Bones And Gravity (Good Dog Jake Music)
Jeb Loy Nichols and The Westwood All-Stars – June is Short, July is Long (Compass Records)
Old Crow Medicine Show – Live at The Ryman (Columbia Records)
Monica Rizzio – Sunshine Is Free (Washashore Music)
Alexa Rose – Medicine For Living (Big Legal Mess Records)
The Scatterlings – Being Human (self-released)
Wilco – Ode to Joy (dBpm Records)

27 settembre
Michaela Anne - Desert Dove (Yep Roc Records)
Dori Freeman - Every Single Star (Blue Hens Music)
Sturgill Simpson Sound & Fury (Elektra Records)
John Calvin Abney – Safe Passage (Black Mesa Records)
Paul Benoit – Lost Days Long Nights (Zebadiah Records)
Bob Bradshaw – Queen of the West (Fluke Records)
The Bros. Landreth – ’87 (Birthday Cake Media)
Randy Lewis Brown – Red Crow (Berkalin Records)
The Gina Furtado Project – I Hope You Have a Good Life (Crossroads Records)
Beth Hart – War In My Mind (Mascot Label Group/Provogue Records)
Ernie Hendrickson – Roll On (Lohi Records)
Hot Club of Cowtown – Wild Kingdom (Gold Strike Records)
Jack Klatt – It Ain’t the Same (Yep Roc Records)
Charlie Parr – Charlie Parr (Red House Records)
Billy Strings – Home (Rounder Records)
Whiskey Myers – Whiskey Myers (Wiggy Thump Records)

20 settembre
Bruce Cockburn - Crowing Ignites (True North Records)
Charley Crockett - The Valley (Son of Davy Records)
Del Barber – Easy Keeper (Acronym Records)
Lisa Bastoni – How We Want to Live (self-released)
Darrin Bradbury – Talking Dogs & Atom Bombs (Anti/Epitath Records)
Pieta Brown – Freeway (Righteous Babe Records)
Andrew Combs – Ideal Man (New West Records)
Kevin Daniel – Things I Don’t See (self-released)
Rick Estrin and the Nightcats – Contemporary (Alligator Records)
Samantha Fish – Kill Or Be Kind (Rounder Records)
Ghalia – Mississippi Blend (Ruf Records)
Hiss Golden Messenger –Terms of Surrender (Merge Records)
Chance McCoy – Wander Wide (Tone Tree Music)
The Quebe Sisters – The Quebe Sisters (self-released)
Robbie Robertson – Sinematic (Macrobiotic Records)
Bill Scorzari – Now I’m Free (self-released)
Swearingen & Kelli – Cold-Hearted Truth (self-released)

13 settembre
Corb Lund -Cover Your Tracks (New West Records)
Jonah Tolchin - Fires for the Cold (Yep Roc Records)
Marti Brom – Midnight Bus (Enviken Records)
Ted Drozdowski – Learn To Love The Moon (Dolly Sez Woff Records)
Vincent Neil Emerson – Fried Chicken & Evil Women (La Honda Records)
Jeremy Ivey – The Dream And The Dreamer (Anti/Epitath Records)
Janiva Magness – Change In The Weather: Janiva Magness Sings John Fogerty (Blue Elan Records)
North Mississippi Allstars – Up and Rolling (New West Records)
Geraint Watkins – Rush of Blood (The Last Music Company)

6 settembre
The Highwomen - The Highwomen (Low Country Sound/Elektra Records)
Terri Hendrix - Talk To A Human (Wilory Records)
Jason Tyler Burton – Kentuckian (self-released)
Paul Cauthen – Room 41 (Lightning Rod Records)
Cut Throat Francis – This Garden’s Never Gonna Grow (self-released)
Ana Egge – Is It the Kiss (StorySound Records)
Will Payne Harrison – Living With Ghosts (self-released)
James LeBlanc and The Winchesters –The Devil Between My Ears (Winchester Records)
NRBQ – Turn On, Tune In (Omnivore Recordings)
Amy Speace – Me and the Ghosts of Charlemagne (Proper Records)
These Wild Plains – Thrilled To Be Here (self-released)
Trailerpark Idlers – Ghost Town Nights (Something Wicked)

30 agosto
Sheryl Crow - Threads (The Valory Music Co.)
Joan Shelley - Like The River Loves The Sea (No Quarter Records)
Garrett T Capps – All Right, All Night (Shotgun House)
Luba Dvorak – American Sin (self-released)
Jedd Hughes – West (Royal Noise Productions)
Jesse Malin – Sunset Kids (Wicked Cool Records)
Martin Simpson – Rooted (Topic Records)
Dan Whitaker & the Shinebenders – Far, Far Away (self-released)

23 agosto
Michael Cleveland - Tall Fiddler (Compass Records)
Tanya Tucker - While I’m Livin’ (Fantasy Records)
40 Acre Mule – Goodnight & Good Luck (State Fair Records)
Dalton Domino – Songs from the Exile (Lightning Rod Records)
Jason Hawk Harris – Love & the Dark (Bloodshot Records)
Elaina Kay – Issues (Rockin’ C Records)
Robert Randolph and the Family Band – Brighter Days (Provogue Records)
Esther Rose – You Made It This Far (Father/Daughter Records)
Leslie Stevens – Sinner (LyricLand/Thirty Tigers)
Them Coulee Boys – Die Happy (LoHi Records)
Sunny War – Shell of the Girl (Hen House Studios)

16 agosto
Rodney Crowell - Texas (RC1 Records)
Eilen Jewel - Gypsy (Signature Sounds Recordings)
The Commonheart – Pressure (Jullian Records)
Ben Davis Jr. – Suthernahia (self-released)
Drew Holcomb & The Neighbors – Dragons (Magnolia Music)
Amy LaVere – Painting Blue (Nine Mile Records)
Lillie Mae – Other Girls (Third Man Records)
Old Salt Union – Where The Dogs Don’t Bite (Compass Records)
The Rails – Cancel The Sun (Psychonaut Sounds)
Bobby Rush – Sitting On Top of the Blues (Deep Rush Records)

9 agosto
Jesse Dayton - Mixtape Volume 1 (Blue Elan Records)
Nels Andrews – Pigeon and the Crow (self-released)
Chris And Adam Carroll – Good Farmer (Down Hole Records)
Che Apalache – Rearrange My Heart (Free Dirt Records)
Beth Bombara – Evergreen (Lemp Electric)
Marc Cohn and The Blind Boys of Alabama – Work To Do (self released/BMG Rights)
Flagship Romance – Concentric (self-released)
The HawtThorns – Morning Sun (Forty Below Records)
Dick LeMasters – Plaza Rooms and Fallen Kings (Longneck Road Music)
Trae Sheehan – Arizona (self-released)
Smooth Hound Smith – Dog In A Manger (Tone Tree Music)
Spirit Family Reunion – Ride Free (self-released)

2 agosto
Tyler Childers - Country Squire (Hickman Holler Records/RCA Records)
Bill Bloomer – Bounty (self-released)
Davina and The Vagabonds – Sugar Drops (Red House Records)
Mike and the Moonpies – Cheap Silver and Solid Country Gold (Prairie Rose Records)
Penny and Sparrow – Finch (I Love You Records)
Angela Perley – 4:30 (self-released)

26 luglio
Delbert McClinton & Self-Made Men + Dana - Tall, Dark, and Handsome (Hot Shot Records)
Black Tar Roses – Rebels Rogues & Outlaws (Droxford Records)
Louisa Branscomb – Gonna Love Anyway (Compass Records)
Caamp – By and By (By and By Records)
Chuck Hawthorne – Fire Out Of Stone (3 Notches Music)
Lasers Lasers Birmingham – Warning (independent)
Shaun Murphy – Reason to Try (Vision Wall Records)
Shane Smith & the Saints – Hail Mary (Geronimo West)

19 luglio
Rod Picott - Tell the Truth & Shame the Devil (Welding Burns Records)
Joe Pug - The Flood in Color (Nation of Heat Records)
Rob “Splatt” Appelblatt – Weathervane (self-released)
Annie Bacon & Her Oshen – Nothing Stays the Same (self-released)
I See Hawks in L.A. & The Good Intentions – Hawks with Good Intentions (Western Seeds Records)
Austin Plaine – Stratford (Blaster Records)
Ben Winship – Acorns (Snake River Records)
Ben Winship – Toolshed (Snake River Records)

12 luglio
Matt Harlan - Best Beasts (Eight 30 Records)
The Steel Wheels - Over the Trees (Big Ring Records)
Liz Cooper and the Stampede – Live in Chicago (Sleepyhead Records)
Joseph Huber – Moondog (self-released)
The Rose Valley Thorns – The Rose Valley Thorns (self-released)



 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
Home page


 News   notizie, video, segnalazioni, classifiche


Video della settimana:
Charley Crockett - Borrowed Time



-----------------------------------------------------------------------------------------


:: Allison Moorer - Blood segna il ritorno della celebre artista country folk americana

Blood segna il ritorno della celebre artista country folk americana Allison Moorer. Il disco accompagna l’uscita del libro autobiografico ‘Blood: A Memoir’, dedicato alla tragica scomparsa dei genitori. Blood uscirà il 25 ottobre per Autotelic Records e Thirty Tigers anticipato dai brani ‘All I Wanted’ e ‘The Rock and the Hill’. Blood segna il ritorno di Allison come autrice e cantante solista dopo quasi cinque anni e a due anni da ‘Not Dark Yet’, album scritto e registrato a quattro mani con la sorella e nota artista folk country Shelby Lynne.

Allison è una delle più note e celebrate artiste country folk statunitensi, con nomination ad importanti premi come Oscar, Grammy, Americana e Academy of Country Music Award, oltre che sorella della nota cantante Shelby Lynn ed ex compagna di Steve Earle. Blood è il lavoro più completo e personale della carriera dell’artista dell’Alabama, dedicato ad una pagina dolorosa della sua vita. Il libro ‘Blood: A Memoir’, in uscita negli states il 29 ottobre, è un dettagliato resoconto della complicata infanzia di Allison e della sorella Shelby da giovani in Alabama e della situazione familiare vissuta dopo la morte della madre per mano del padre e il suicidio dello stesso.

fonte: Goodfellas

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Jason isbell
- ‘Jason Isbell and the 400 Unit’ e ‘Here We Rest’, ristampe dal 18 ottobre

Due ristampe per i primi album di Jason Isbell da parte della Southeastern Records e Thirty Tigers. L’omonimo ‘Jason Isbell and the 400 Unit’ e ‘Here We Rest’ sono rispettivamente il secondo e il terzo lavoro solista dell’ex Drive By Truckers, accompagnato dai fidatissimi 400 Unit. Entrambi i lavori sono stati rimasterizzati dal vincitore di Grammy Award Dave Cobb.

Jason Isbell è uno degli autori principali autori della sua generazione, autore di punta per quando riguarda l’Americana contemporanea e vincitore di ben 4 Grammy Awards. Le ristampe dei due album usciranno su cd e vinile il 18 ottobre, seguito del grande successo del ‘Live From the Ryman’ dell’anno scorso e dell’acclamato ‘The Nashville Sound’ uscito nel 2017. Gli ultimi due album di Jason Isbell avevano esordito entrambi nella top 10 dei dischi più venduti negli States, rispettivamente ‘The Nashville Sound’ al 4° e ‘Something More Than free’ al 6°, raggiungendo con entrambi la vetta della chart country, folk, rock e indipendente, oltre alla top 20 della chart inglese. Il migliore autore in circolazione dell’Americana e della tradizione roots rock statunitense ha deciso di ristampare e omaggiare due dei suoi album più importanti, i primi due che crearono la sua leggenda e dei 400 Unit.

fonte: Goodfellas

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Los Lobos - Llegò Navidad, album natalizio dal 4 ottobre

Nasce nell’ East Los Angeles il primo album natalizio di sempre dei Los Lobos. Il gruppo ha ricercato più di 150 canzoni collegate al Natale nel Nord, Centro e Sud America per la raccolta, riducendola poi ad una lista di canzoni che desideravano reinventare nel loro inimitabile stile. In aggiunta hanno scritto la loro canzone natalizia originale Christmas And You, solo per l’album che è disponibile ora sulle piattaforme streaming e digitali. LLEGÓ NAVIDAD è disponibile in pre-order e sarà pubblicato su Cd e in digitale su etichetta Rhino il 4 ottobre. La versione vinile sarà disponibile il 22 novembre.

David Hidalgo, Louie Pérez, Cesar Rosas, Conrad Lozano e Steve Berlin aprono l’album con “La Rama” (il ramo). Questa deliziosa canzone è nello stile folk regionale conosciuto come son jarocho, che è popolare nella regione Veracruz del Messico. La Rama è anche il nome della tradizionale usanza messicana dove la comunità addobba i rami degli alberi e li sfoggia in una processione notturna nel quartiere. Un altro punto focale è “La Murga de Panamá”, in origine registrata nel 1971 dal leggendario duo di salsa composto da Willie Colón e Héctor Lavoe. Sebbene “La Murga” sia in realtà il nome che viene attribuito ad un gruppo teatrale che unisce il ballo, il canto e suona musica durante il Carnevale (un’altra festa tradizionale del Sud America), lo spirito della canzone a Natale rimane comunque coinvolgente. Los Lobos trasformano la canzone novità del 1958 “Dónde Está Santa Claus” in un “lowrider oldie” con un groove che fa muovere il capo potenziato dalla chitarra di Hidalgo e il vibrafono di Berlin. Rosas contribuisce con un impeccabile contributo vocale in “Regalo de Reyes” (ovvero regalo dei re), una canzone resa famosa da Javier Solis, attore e cantante messicano di bolero e ranchera. Naturalmente, la raccolta include la registrazione di “Feliz Navidad” di Jose Feliciano.

Il nuovo originale “Christmas And You” è stato scritto da Hidalgo e Pérez. La voce di Hidalgo è dolce e toccante. Berlin dispone il piano con l’aggiunta di qualche nota di Omnichord. Rosas contribuisce con la chitarra elettrica e Lozano aggiunge il contrabbasso per creare quello che sicuramente diventerà un classico moderno.

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Jemma Freeman - ‘Oh Really, What’s That Then?’ dal 18 ottobre per Trapped Animal

Dal 18 ottobre su cd e vinile per Trapped Animal Records arriva ‘Oh Really, What’s That Then?’ di Jemma Freeman and the Cosmic Something. L'esordio in trio del nuovo progetto guidato dalla chitarrista e cantante Jemma Freeman, ex Landshapes, è una delle più interessanti realtà della nuova scena indipendente inglese.

Dopo l’ottimo riscontro di pubblico e critica del primo singolo ‘Helen Is A Reptile’, il power trio Jemma Freeman and The Cosmic Something rende pubblici finalmente i dettagli dell'album di debutto ‘Oh Really, What’s That Then?’, disponibile su cd e vinile dal 18 ottobre. Il primo lavoro del trio è un viaggio introspettivo nella psiche della leader, cantante e chitarrista Jemma Freeman, moderna icona psych-glam-rock inglese. Jemma è stata un perno dei Landshapes, affermata realtà indie rock inglese che ha inciso tre album per Bella Union. Pensate ad un trio indie rock dalle tinte tie and dye proveniente dallo stessa pianeta psych-freak di Ty Segall e Oh Sees e con uno stile non troppo distante da quello indie-garage-punk contemporaneo di Cherry Glazerr e The Coathangers.

L’esordio di Jemma Freeman è stato registrato presso il Marketstall Recording studio di Londra. Il disco all’inizio era nato come un solo project di Jemma, pensato per essere arrangiato in studio e registrato in tutte le sue parti strumentali da Jemma stessa, ma poi diventato il frutto di un trio composto anche dal batterista Hamilton Lee e dal bassista Mark Estall. Jemma Freeman & The Cosmic Something sono una realtà tutta inglese da tenere d’occhio, capace di un favoloso mix di glam rock e alternative vecchia maniera, influenzati dallo stile di T Rex e Pixies, con punte che ricordano la PJ Harvey degli esordi.

----------------------------------------------------------------------------------------


:: FRANCESCO PIU - Crossing, il nuovo album tributo a Robert Johnson

Il cantante chitarrista blues Francesco Piu torna con il nuovo album CROSSING, disponibile dal prossimo sabato 19 ottobre per Appaloosa Records distribuzione IRD. Il nuovo progetto verrà presentato la sera stessa dal vivo presso Spazio Teatro 89 a Milano, in occasione dell'inaugurazione della rassegna “Milano Blues 89". I biglietti sono disponibili sui circuiti ufficiali Vivaticket.

Francesco Piu con il suo raffinato mix di blues, funky, rock e soul, vanta quattro album in studio e tre dal vivo, tour in tutta Europa, Canada e Stati Uniti, concerti nei più importanti festival del genere, aperture ad artisti come Johnny Winter, Jimmie Vaughan, Robert Cray, Charlie Musselwhite, The Derek Trucks Band, The Fabulous Thunderbirds come anche di tutti i concerti italiani del “John Mayall 85th Anniversary Tour” lo scorso marzo. Con CROSSING Francesco porta idealmente Robert Johnson e i suoi brani leggendari nel Mediterraneo attraverso la sua voce e lo slide della sua chitarra elettrica, li colora con le percussioni africane e medio orientali, le corde arabe, greche, l’elettronica e i suoni ancestrali della Sardegna (launeddas e canto a tenore). “In questo viaggio musicale ho sognato di portare Robert Johnson qua, in mezzo al Mediterraneo. Ho provato a miscelare la via maestra del blues del Mississippi con le percussioni africane, i suoni ancestrali della mia isola, la Sardegna, con le corde dell’oud e del bouzuki che vibrano sulle coste del Mare Nostrum. Il tutto contaminato da un pizzico di elettronica per farlo rivivere nei nostri giorni. Questo è il mio CROSSING.”

Il nuovo lavoro discografico è impreziosito dalla presenza di ospiti prestigiosi quali Antonello Salis, Gavino Murgia, Gino Marielli dei Tazenda, Marco Pandolfi, Bruno Piccinnu e Franziscu Pilu dei Cordas et Cannas, DJ Cris e Lino Muoio. Una sintesi sonora che rappresenta la mescolanza di culture che accompagnano e arricchiscono l’uomo dalla sua comparsa sulla Terra fino ai giorni nostri. CROSSING - The Music Of Robert Johnson, da un’idea e dal supporto di The Blues Place, è stato arrangiato da Francesco Piu, registrazioni, mix e master sono ad opera di Giuseppe Loriga di Geppo Studio, Sassari.

Per la serata di presentazione a Spazio Teatro 89 di sabato 19 ottobre l'artista sardo sarà accompagnato da una line-up d'eccezione che vedrà protagonisti Gavino Riva (basso), Francesco Ogana (bouzouki, oud, guitalele, chitarra elettrica), DJ Cris (samples, scretches), Silvio Centamore (batteria, elettronica, djembè), Paolo Succu (batteria, darbuka, djembè) e Bruno Piccinnu (calebasse, djembè, bongos).

fonte: Bagana

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Massimiliano Larocca - nuovo album Exit| Enfer in uscita il 18 ottobre su Santeria records

A tra anni di distanza dal progetto musicale sul poeta “maledetto” toscano Dino Campana che lo ha portato in tour in tutta Italia e anche in Europa – con concerti a Barcellona e Bruxelles – il musicista fiorentino torna con il suo nuovo disco autografo: EXIT | ENFER. Un progetto ambizioso che taglia i ponti con le produzioni passate di Larocca, non fosse altro per il coinvolgimento in fase artistica e produttiva di uno degli artisti internazionali più stimati in Italia: Hugo Race, ex Nick Cave & The Bad Seeds, che con il nostro paese ha un lungo rapporto affettivo e creativo (Afterhours, La Crus, Cesare Basile, Sacri Cuori/Fatalists).

EXIT | ENFER
(letteralmente Uscita | Inferno, nella doppia origine inglese/francese) è un disco che sin dal titolo esprime una tensione, un dualismo, un sentimento forte dal doppio volto: luce e ombra, amore e odio, vertigini e abissi. Con un forte impianto di scrittura al contempo autobiografica e visionaria – in una sorta di flusso di coscienza che alterna immagini letterarie ed esperienze personali – Massimiliano Larocca torna con 11 nuove canzoni nelle quali i testi e gli ambienti sonori costruiti assieme a Race si compenetrano a vicenda con un affascinante risultato filmico e notturno. I temi sono quelli dell'amore nelle sue glorie e nelle sue perdite, della ricerca d'identità individuale e collettiva, dei rapporti umani nelle loro evoluzioni più profonde, che si uniscono ad alcune canzoni scritte come vere e proprie short-stories. Senza perdere mai uno sguardo d'insieme sugli eventi del mondo contemporaneo e sulle tracce lasciate dal nostro passato e dalla nostra Storia.

Musica acustica, chitarre elettriche, ambient, elettronica, archi e fiati avvolgono la voce profonda di Max Larocca, che in questo disco sembra aver trovato la dimensione vocale che cercava da tempo: quella di un possibile crooner moderno che unisca l'intimità esistenziale di un Luigi Tenco alle zone grigie di Scott Walker o Nick Cave stesso. Martedì 24 settembre è stato lanciato in tutte le radio italiane il primo singolo “Cose che non Cambiano”, già in vendita su tutte le piattaforme streaming e di download digitale. Una canzone dal groove urbano con un arrangiamento molto moderno e originale, sul quale si appoggia un testo esistenziale che crea un emozionante contrasto con la musica.

Registrato tra Prato, Firenze e Melbourne nell'inverno 2018-19, EXIT | ENFER ha visto la partecipazione di straordinari musicisti durante le session in studio. In primis Enrico Gabrielli (Calibro 35, Winstons), forse al giorno d'oggi il musicista italiano più richiesto al mondo, che ha arricchito molti brani con i suoi arrangiamenti per fiati da lui interamente suonati. Da segnalare in particolare “Il giardino dei salici”, brano nel quale il lavoro di Gabrielli è distintivo del suo stile e della sua classe. Howe Gelb, leader dei Giant Sand e nome cult del mondo indipendente da oltre 30 anni, che ha lasciato il segno con la sua vena surreale e malinconica e con le sue personalissime abilità strumentali sul piano e sulla chitarra elettrica in due brani molto diversi come scrittura ed arrangiamenti: “Guerra fredda” e “Fin du monde”.Don Antonio (Gramentieri) – altro musicista italiano di fama internazionale che collabora con Larocca da un decennio - è ovviamente presente nei brani dalla chiave più marcatamente rock-blues come ad esempio “(Eravamo) orfani” e “Il regno” mentreLorenzo Corti (già con Nada, Cristina Donà, Luci della Centrale Elettrica etc.) regala al disco delle splendide tracce ambientali nelle dolenti ballate “La stanza” e “Si chiamava Lulù”, scritte e costruite musicalmente come se fossero due cortometraggi che hanno come protagoniste due diverse (e complesse) figure femminili.

Infine si rinnova anche in questo progetto la collaborazione con l'artista toscano Enrico Pantani, che ha realizzato delle opere originali ispirate dalle 11 canzoni e che illustrano i temi esistenziali e poetici che EXIT | ENFER porta con sé. Pantani ha anche realizzato l'animazione del video di “Cose che non cambiano”, primo singolo estratto dall'album e già visibile sul web. All'uscita dell'album farà seguito un breve tour promozionale che vedrà sul palco al fianco di Larocca la presenza di buona parte dei musicisti sopracitati, Hugo Race compreso.

fonte: KezzMe

----------------------------------------------------------------------------------------


::
David Crosby - Ultimo eroe dell'Era dell'Acquario, dal 22 ottobre in libreria

Dotato di voce, ego, talento e un amore per la libertà smisurati, David Crosby (classe 1941) ha condotto una vita intensissima, estrema, spesso spericolata. Nel corso degli anni, è stato testimone e protagonista di molti eventi chiave della storia del rock, nonché fondatore di gruppi come i Byrds e CSNY. Per evidenti motivi anagrafici (peraltro a fronte di un’anamnesi medico-clinica che ha dell’incredibile) David Crosby è uno degli ultimi eroi dell’Era dell’Acquario ancora in circolazione. Nelle quattrocento pagine di questo libro si racconta David Crosby in maniera globale, includendo non solo la musica ma anche la sua essenza più visionaria e la sua poesia. L’approfondimento della sua visione e idea di musica, vita e politica, si ricava grazie alle diverse interviste rilasciate durante una lunga carriera e riportate in questo volume; alcune inedite e raccolte dall’autore stesso. L’appendice conclusiva contiene una dettagliata discografia e filmografia, oltre a un’ampia bibliografia.

L'autore, Marco Grompi - Musicista e scrittore, a partire dagli anni Novanta ha curato e tradotto varie pubblicazioni di ambito rock tra cui monografie e antologie di testi dedicate a Neil Young, Joni Mitchell, Eagles, CSNY, Sonic Youth, U2 e Bob Dylan. È autore di Bob Marley. Canzoni di libertà (Giunti), Le canzoni di Bob Marley e Neil Young 1963-2003: 40 anni di rock imbizzarrito (Editori Riuniti). Del rocker canadese ha tradotto (con Davide Sapienza) l’opera omnia ufficiale in Neil Young. Tutti i testi (Giunti) e le autobiografie Il sogno di un hippie e Special Deluxe (Feltrinelli). Ha collaborato con riviste specializzate (“Buscadero”, “Jam”, “Late For The Sky”, “Tribe”, “Playmusic”), con Radio Popolare e alla stesura del Dizionario del Pop-Rock (Baldini&Castoldi) e della Grande Enciclopedia Rock (Giunti). Nelle stagioni teatrali 2015/2017 ha portato in scena Waterface, recital musicale di cui è co-autore, regista e protagonista (medaglia 3D Smiting Festival 2015).

fonte: Vololibero edizioni

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Blues Made in Italy - il 12 lottobre a Cerea (VR) la 10a edizione

Sabato 12 ottobre 2019, a partire dalle ore 10:30 presso l’Area Exp di Cerea (VR) si taglierà quindi l’importante traguardo della 10° edizione del raduno nazionale Blues Made In Italy – la più grande Fiera del Blues in Italia. Il raduno nazionale “Blues Made In Italy” confermato ad oggi tra le più prestigiose e ambite “vetrine” del panorama musicale italiano capace di attirare e coinvolgere migliaia di appassionati dall’Italia dall’estero. “Citta di Cerea: Capitale italiana del Blues”, così la stampa nazionale ha nominato la città ospitante la manifestazione, già premiata come “Miglior Festival Blues” in occasione della notte degli “Oscar del Blues” e con una targa di riconoscenza “per aver valorizzato il Blues come collante culturale in Italia” ricevuta da Italian Blues Union. La manifestazione, ideata e collaudata dal ceretano Lorenz Zadro, fondatore e presidente dell’associazione culturale Blues Made In Italy in forza d’un affiatato direttivo impegnato sia nella diffusione nella preservazione della cultura blues, si scopre sempre più sotto i riflettori.

Quest’edizione ospiterà performance di illustri interpreti del panorama blues italiano e ben noti anche sui palchi internazionali: Fabio Treves & Alex “Kid” Gariazzo, Tolo Marton, Veronica Sbergia & Max De Bernardi, Mandolin’ Brothers, Frank Get, Piero De Luca & Big Fat Mama, Sonohra Project Trio, Arianna Antinori e Betta Blues Society. Non si potrà concludere la decima edizione senza una grande sorpresa, così, per la prima volta, si esibirà una incedibile formazione composta da autentiche stelle del blues italiano, nominata per l’occasione Blues Made In Italy All Stars Band, composta da: Fabrizio Poggi, Max Lazzarin & Stephanie Ocèan Ghizzoni, Mike Sponza, Linda Valori, i Limido Brothers, Nick Becattini, Giancarlo Crea, Dario Lombardo e Andrea Scagliarini accompagnati da una sezione ritmica composta da Daniele Scala, Ruben Minuto e Alessio Gavioli.

La conduzione dell’evento sarà affidata, come ormai consuetudine, al carismatico Maurizio “Dr. Feelgood” Faulisi di Virgin Radio, figura di spicco nell’ambiente musicale italiano, conduttore radiofonico (dal 1978), divulgatore e stimato critico musicale. Oltre 70 espositori da tutta Italia hanno già dato la loro adesione per il “villaggio fieristico” che vanterà una grande varietà di articoli come quelli della mostra-mercato del disco da collezione e di prodotti artigianali “made in Italy” rivolti soprattutto alla costruzione di strumenti tipici del Blues, oltre all’immancabile esposizione di quadri ed incisioni.

Le aree ristoro, interamente gestite dal partner storico Roses American Bar, porranno una particolare attenzione alla degustazione di prodotti enogastronomici tipici della tradizione veneta. Una decima edizione di Blues Made In Italy che promette di regalare un grande evento di musica, spettacolo, aggregazione e divertimento, con la garanzia di far breccia nel cuore di tutti gli appassionati che attendono questo appuntamento per iniziare al meglio la stagione musicale invernale.

fonte: AZ Blues

----------------------------------------------------------------------------------------


:: The Kinks - Arthur Or The Decline And Fall Of The British Empire” Edizione speciale per il cinquantesimo anniversario dal 25 ottobre

Per celebrare il 50° anniversario di "Arthur Or The Decline And Fall Of The British Empire", The Kinks annunciano la sua ristampa speciale, in uscita il 25 ottobre su BMG, con il brano inedito "The Future" - ascolta qui. Senza nessun dubbio, il settimo lavoro in studio dei Kinks è uno dei più grandi album rock mai realizzati, un esempio quasi perfetto dell'incredibile capacità creativa di Ray Davies, in quella che fu una sicura innovazione nel lontano 1969: il concept album. È anche toccante che un disco basato sulla storia dell'emigrazione dal Regno Unito, raggiunga il suo cinquantesimo anniversario proprio ora. Con la Brexit all'orizzonte, le tematiche di "Arthur" suonano in modo tremendamente familiari.

"Arthur" ha avuto successo unanime dalla sua uscita. Ognuna delle 12 tracce originali è una gemma assoluta ed esempio perfetto della capacità intrinseca di Ray Davies di intrecciare una storia intorno a una canzone. In quello che fu un periodo d'oro per i Kinks, "Arthur" seguì un altro classico, "The Kinks Are the Village Green Preservation Society", quando fu pubblicato il 10 ottobre 1969. Durante le sessioni di "Arthur", il lavoro in studio è stato dedicato anche alla registrazione dei brani che dovevano costituire l'album solista di Dave Davies. Un progetto che si era sviluppato ad intervalli irregolari dopo il successo del singolo "Death Of A Clown", ma che alla fine non è mai stato finalizzato. La Reprise alla fine decise di non fare uscire il disco nel settembre 1969 e nel corso degli anni i fan di Kinks hanno continuato a tormentarsi su quello che l'album di Dave - che alcuni chiamavano "A Hole In The Sock Of", un titolo calzante che Ray aveva scherzosamente gettato a un giornalista musicale – potesse contenere.

Questa nuova edizione contiene 4 CD composti da 81 brani in totale, 5 dei quali completamente inediti e 28 in versioni mai sentite, tra cui le versioni rimasterizzate di recente dell'album originale da fonti HD (nell'originale track listing), versioni di singoli mono e stereo, B-side, versioni mix mono e stereo, tracce promo, mix della BBC e l'album solista di Dave Davies mai uscito, con tracce bonus. La ristampa include anche una raccolta di tracce demo inedite di Ray Davies, due sue nuove registrazioni con The Doo Wop Choir, 'Arthur & The Emigrants' con una traccia inedita, 'The Come Dancing Workshop Ensemble' con tre tracce inedite e nuovi remix di Ray di "Australia" e "Shangri-La".

A completare il tutto anche quattro singoli in versione 7", “Drivin ", " Victoria ", " Shangri-La " e " Hold My Hand" (tratto dall'album solista di Dave Davies), tutti riprodotti con l'artwork internazionale. Infine, è incluso un logo The Kinks personalizzato, esclusivo in metallo e smalto, che i fan possono indossare.

fonte: A Buzz Supreme

----------------------------------------------------------------------------------------

:: The Replacements - dal 27 settembre il cofanetto "Dead Man's Pop"

Com’è noto nel 1987 i Replacements, sopravvissuti del rock and roll di Minneapolis, presero i loro nastri Twin/Tone e li gettarono nel fiume Mississippi. Un anno dopo, mentre concludevano il loro album per Warner Bros Don't Tell A Soul, il gruppo nascondeva una raccolta di bobine dei Paisley Park Studios. Per fortuna a questi nastri è stata risparmiata la fine dei precedenti e sono stati messi da parte per decenni dalla band. Ora vengono recuperati per dare vita al primo cofanetto di sempre dal titolo DEAD MAN’S POP. Nonostante “Don’t Tell A Soul” sia stato l’album più venduto del gruppo, The Replacements erano insoddisfatti del suo sound, la band ha quindi radicalmente reinventato “Don’t Tell A Soul” per creare il cofanetto che contiene l’album mixato come era stato pensato in origine (Don’t Tell A Soul Redux), insieme a una raccolta di tracce inedite (We Know The Night: Rare & Unreleased) e a un classico concerto del 1989 (The Complete Inconcerated Live).

DEAD MAN’S POP sarà disponibile su etichetta Rhino dal 27 settembre. Il box contiene un missaggio dell’album “Don’t Tell A Soul” completamente nuovo del produttore Matt Wallace (basato sul suo missaggio a Paisley Park nel 1988), un disco di registrazioni inedite (inclusa una sessione con Tom Waits) più lo show intero del 2 giugno 1989 all’università di Wisconsin-Milwaukee. In totale, il cofanetto include 60 tracce, 58 delle quali non sono mai state ascoltate prima. I primi 500 fan che compreranno DEAD MAN’S POP su Rhino.com riceveranno una cassetta di 14 tracce selezionate dal cofanetto, con due tracce inedite aggiuntive: l’outtake “Asking Me Lies” e la versione strumentale di “I Won’t” (Bearsville Version). La cassetta contiene inoltre la cover art originale e mai utilizzata di “I Won’t” (Bearsville Version). Presentato in un libro con copertina rigida 12x12, riempito di dozzine di foto rare, il cofanetto contiene la storia dettagliata dell’era di “Don’t Tell A Soul” scritta da Bob Mehr, che ha prodotto il cofanetto con Jason Jones di Rhino, ed inoltre autore del bestseller del New York Times Trouble Boys: The True Story of the Replacements. Mehr scrive: “nonostante sia impossibile non riconoscere un album che è stato in circolazione per più di tre decadi, questa versione di Don’t Tell A Soul Redux è il disco così come la band lo ha registrato e lo voleva pubblicare”.

In aggiunta al missaggio di Matt Wallace, Redux restaura inoltre molti elementi delle sessioni, incluse le tracce originali della batteria, le tracce vocali e i tempi che poi sono stati alterati nella post-produzione e la sequenza originale dell’album. I due CD finali di DEAD MAN’S POP immortalano la band mentre si esibisce live a Milwaukee durante il “Don’t Tell A Soul Tour”. Alcune canzoni del concerto sono apparse originalmente in EP destinati solo alla promozione di Inconcerated Live (1989), ma buona parte delle 29 tracce incluse non sono mai state pubblicate. L’intero show è stato remixato da Brian Kehew (Ramones, The Faces). DEAD MAN’S POP includerà in aggiunta il mix di Don’t Tell A Soul Redux su vinile 180 grammi.

fonte: Red&Blue Music Relations

----------------------------------------------------------------------------------------


:: ALLAH LAS - il nuovo album ‘LAHS’ dall’11 ottobre per Mexican Summer

Il nuovo album della celebre indie rock band californiana è anticipato dal primo singolo e video del brano In The Airwww.youtube.com/watch?v=Meuo7BpUOL0

Gli Allah Las sono losangelini al 100% e rappresentano la California, dal deserto al mare, come pochi altri artisti attuali. Il quarto album di Matt Correia, Spencer Dunham, Miles Michaud e Pedrum Siadatian rappresenta la vetta più alta raggiunta dai quattro californiani, ormai provetti autori, songwriter e producer. Il nuovo album si chiama semplicemente 'LAHS', il modo semplice e amichevole in cui il pubblico si è sempre riferito agli Allah Las. ‘Lahs’ è Allah Las al 100%, frutto di una band che oramai può vantare un sound inconfondibile. Nel nuovo album hanno trovato spazio canzoni in lingua inglese, portoghese e spagnola.

fonte: Goodfellas

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Iguana Death Cult - il nuovo album ‘Nude Casino’, dal 25 ottobre per Innovative Leisure

Gli Iguana Death Cult sono un quintetto di base a Rotterdam, Olanda, dedito ad un sonico garage punk dalle tinte psichedeliche influenzato da post-punk, krautrock, new wave, soul e disco. "Se siete fan di B-Boys, Dirty Fences, Bass Drum of Death o Tijuana Panthers questi ragazzi fanno per voi" - lodownmagazine.com

Nude Casino’ è stato registrato a Rotterdam e masterizzato da Dave Cooley (già al lavoro con Tame Impala, Blood Orange e Ariel Pink). La Innovative Leisure ha messo sotto contratto la band dopo aver visto un loro incendiario live al SXSW festival di Austin, Texas. ‘Nude Casino’, esordio per Innovative Leisure', arriva a due anni di distanza dall’esordio autoprodotto ‘The First Stirrings Of Hideous Insect Life’

‘Bright Lights’ è il primo singolo dal nuovo album e il cantante Jeroen Reek introduce il brano: “Bright Lights è dedicata alle vecchie abitudini e alle nuove prospettive, del sentirsi intrappolati nelle cattive routine della vita e del modo in cui rovinano la nostra esistenza. Le cose che un tempo ci sembravano eccitanti e romantiche oggi le troviamo noiose e cerchiamo un modo per cambiare”.

fonte: Goodfellas




info@rootshighway.it