:: Menù
 



RootsHighway è membro ufficiale della Euro Americana Chart, la classifica dei dj e giornalisti europei sul mondo Americana/ Roots. Leggi la classifica completa su euroamericanachart.eu

 
 

IN USCITA: scorri l'elenco delle prossime uscite discografiche in campo Americana/ Roots/ Indie:

19 febbraio
Spencer Burton - Coyote (Still Records)
David Olney and Anana Kay - Whispers And Sighs (Schoolkids Records)
Catherine Britt – Home Truths (Beverley Hillbilly Records)
The Dead South – Served Live (Six Shooter Records)
Ian Fisher – American Standards (self-released)
John Paul Keith – The Rhythm of the City (Wild Honey Records)
Veronica Lewis –You Ain’t Unlucky (Blue Heart Records)

12 febbraio
Mac Leaphart - Music City Joke (independent)
The Barlow – Horseshoe Lounge (1294451 Records)
Domenic Cicala – Come On Over (Tortured Artists Records)
Bobby Dove – Hopeless Romantic (self-released)
Jim Keller – By No Means (Orange Mountain Music)
Beth Lee – Waiting on You Tonight (self-released)
Karen Matheson – Still Time (Compass Records)

5 febbraio
A.J. Croce - By Request (Compass Records)
Shovels & Rope - Busted Jukebox, Vol. 3: Busted Juicebox (Dualtone Music Group)
Dale Ann Bradley – Things She Couldn’t Get Over (Pinecastle Records)
Curtis McMurtry – Toothless Messiah (self-released)
Aaron Lee Tasjan – Tasjan! Tasjan! Tasjan! (New West Records)
Uncle Walt’s Band – Recorded Live at Waterloo Ice House (Omnivore Recordings)

29 gennaio
Pony Bradshaw - Calico Jim (Black Mountain Music)
John Hurlbut & Jorma Kaukonen - The River Flows (Fur Peace Ranch Records)
Selwyn Birchwood – Living In A Burning House (Alligator Records)
Ani DiFranco – Revolutionary Love (Righteous Babe Records)
Doug Holmes – Mono No Aware (self released)
Langhorne Slim – Strawberry Mansion (Dualtone Music Group)
Lucero – When You Found Me (Liberty & Lament Records)
Saugeye – Saugeye (Horton Records)
Tony Trischka – Shall We Hope (Shefa Records)

22 gennaio
Hardened and Tempered - Hold the Line (Hardened and Tempered Music)
Adam Klein – Little Tiger: Outtakes from “Low Flyin’ Planes” (Cowboy Angel Music)
Justin Moses – Fall Like Rain (Mountain Fever Records)
Willis Pickem – Pickin’ and Grinnin’ (self-released)
Austin Plaine – Fangs (Hazy Rose Music)

15 gennaio
Jeffrey Foucault - Deadstock: Uncollected Recordings 2005-2020 (Blueblade Records)
Leeann Atherton – Fallen Angel (Rainstorm Records)
Michael Clem – Rivannarama (self-released EP)
Daniel Norgren – Live (Superpuma Records)
Lizzy Plotkin & Natalie Spears – Just over the Ridge (self-released EP)
Steve ‘n’ Seagulls – Another Miracle (Playground Music)

8 gennaio
Steve Earle and The Dukes - J.T. (New West Records)
Silas J. Dirge – The Poor Devil (Smoking Man Music)
Barry Gibb – Greenfields: The Gibb Brothers’ Songbook (Vol. 1) (Capitol Records)

18 dicembre
Martin Farrell Jr. – Coffee and Laundry (Lost Cowgirl Records)
Paul McCartney – McCartney III (Capitol Records)
No Coward Soul – The Boondox (No Coward Soul Music)

11 dicembre
Kacy & Clayton and Marlon Williams – Plastic Bouquet (New West Records)
Sturgill Simpson – Cuttin’ Grass – Vol. 2 (The Cowboy Arms Sessions) (High Top Mountain Records)
James Steinle – Cold German Mornings (Shotgun House Records)
This Frontier Needs Heroes – Go with the Flow (self-released)

4 dicembre
Calexico – Seasonal Shift (Anti/Epitaph Records) (Xmas EP)
Justin Howl – Wanderlust (self-released)
Margo Price – Perfectly Imperfect at The Ryman (Loma Vista Recordings)
Stuffy Shmitt – Stuff Happens (Realistic Records)

27 novembre
Jesse Colin - Young Highway Troubadour (BMG Rights Management)
Scott H. Biram – Fever Dreams (Bloodshot Records)

20 novembre
Dave Alvin - From an Old Guitar: Rare & Unreleased (Yep Roc Records)
Kelsey Waldon - They’ll Never Keep Us Down (Oh Boy Records)
Ward Davis – Black Cats and Crows (Ward Davis Music)
Leo Kottke & Mike Gordon – Noon (Megaplum/ATO Records)
Brit Taylor – Real Me (Cut a Shine Records)
Jerry Jeff Walker – Mr Bojangles: The Atco/Elektra Years (Morello Records)

13 novembre
Chris Stapleton - Starting Over (Mercury Nashville)
Kyle Boreing – Who Am I to Say (self-released)
Randall Bramblett – Pine Needle Fire (New West Records)
The Parson Red Heads – Lifetime of Comedy (Fluff & Gravy Records)
Sensational Country Blues Wonders – World Will Break Your Heart (Sensational Wonders Records)
Jules Shear – Slower (Funzalo Records)
Gillian Welch – Boots No. 2: The Lost Songs, Vol. 3 (Acony Records)

6 novembre
Madison Cunningham – Wednesday (Verve Forecast)
Jackslacks – When Pigs Fly (Shield of Love)
Johnnie & Jack with The Tennessee Mountain Boys – Collection 1945-62 (Acrobat Records)
Larry Keel – American Dream (Keel Fish Music)
Donovan Woods – Seeing Other People (Meant Well Inc.)

30 ottobre
Sam Morrow - Gettin’ By on Gettin’ Down (Forty Below Records)
Strung Like a Horse - Whoa! (Transoceanic Records)
Chamomile and Whiskey – Red Clay Heart (County Wide Records)
Elvis Costello – Hey Clockface (Concord Records)
Front Country – Impossible World (AntiFragile Records)
Erin Harpe – Meet Me in the Middle (VizzTone/juicy Juju Records)
Jeremiah Johnson – Unemployed Highly Annoyed (Ruf Records)
Suzzy Roche & Lucy Wainwright Roche – I Can Still Hear You (StorySound Records)
Skyway Man – The World Only Ends When You Die (Mama Bird Recording Co.)
Jim White – Misfit’s Jubilee (Fluff and Gravy Records)
Wynonna – Recollections (Anti/Epitaph Records)

23 ottobre
Shemekia Copeland - Uncivil War (Alligator Records)
Will Kimbrough - Spring Break (Daphne Records)
Rick Shea - Love & Desperation (Tres Pescadores Records)
The Boxmasters – Light Rays (Keentone Records)
Rachel Brooke – The Loneliness in Me (Mal Records)
Justin Farren – Pretty Free (Bad Service Badger)
Felix Hatfield – False God (Fangbite Records)
Stephanie Lambring – Autonomy (Tone Tree Music)
Ruby Mack – Devil Told Me (self-released)
Darrell Scott – Jaroso (Full Light Records)
Jack M. Senff – These Northwood Blues (Skeletal Lightning)
Bruce Springsteen – Letter to You (Columbia Records)
Jeff Tweedy – Love is the King ( dBpm Records)
Becky Warren – The Sick Season (self-released)
Raye Zaragoza – Woman In Color (Rebel River Records)

16 ottobre
The Mastersons - Red, White & I Love You Too (Red House Records)
Sturgill Simpson - Cuttin’ Grass Vol. 1 The Butcher Shoppe Sessions (High Top Mountain Records)
The Steep Canyon Rangers - Arm In Arm (Yep Roc Records)
Cordovas – Destiny Hotel (ATO Records)
James Ellis and the Jealous Guys – Country Lion (self-released) 4
00 Bears – 400 Bears (self-released)
Jeremy Ivey – Waiting Out The Storm (Anti-/Epitath Records)
Mipso – Mipso (Rounder Records)
Malin Pettersen – Wildhorse (Die With Your Boots On Records)
Tom Petty – Wildflowers & All The Rest (Warner Records)
Tanya Tucker – Live From The Troubadour (Fantasy Records)
William Elliot Whitmore – I’m With You (Bloodshot Records)

9 ottobre
Loudon Wainwright III - I’d Rather Lead a Band (Search Party Records)
Darlingside – Fish Pond Fish (More Doug Records)
Great Peacock – Forever Worse Better (Soundly Sounds)
Izzy Heltai – Father (self released)
Kronos Quartet – Long Time Passing: Kronos Quartet and Friends Celebrate Pete Seeger (Smithsonian Folkways Records)
The Onlies – The Onlies (self-released)
Kim Wilson – Take Me Back (M.C.Records)
Adam Wright – I Win (De Casa Records)

 



 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
Home page


 News   notizie, video, segnalazioni, classifiche


Video della settimana:
Teenage Fanclub - Home
Teenage Fanclub annunciano la data di uscita di “Endless Arcade”, il loro nuovo disco, al 30 aprile su PeMa/ Audioglobe.


-----------------------------------------------------------------------------------------


:: Van Morrison - Latest Record Project: Volume 1 è il nuovo album doppio, dal 7 maggio

Van Morrison presenta Latest Record Project: Volume 1, il nuovo album in uscita il 7 maggio per Exile/BMG. Il suo quarantaduesimo disco ”Latest Record Project: Volume 1”, il suo album più dinamico e contemporaneo da anni, è un viaggio di 28 tracce nel suo continuo amore per il blues, l'R&B, il jazz e il soul. Per quanto possiate amare i suoi classici, questo nuovo progetto dimostra che Morrison vive nel presente e rimane un artista integro e originale. “Mi voglio allontanare dall'essere riconosciuto sempre per le solite canzoni, i soliti album", dice Morrison. "Questo ragazzo ha scritto 500 canzoni, forse di più, quindi? Perché promuovere sempre le solite dieci? Sto cercando di uscire da questo schema”.

Latest Record Project: Volume 1 è il risultato di un periodo di isolamento forzato. Impossibilitato di andare in tour, Van Morrison si è immerso in un costante songwriting, suonando al piano, alla chitarra o al sassofono. Sono emersi così I nuovi brani che brillano di schiettezza e vivacità, grazie anche alla collaborazione con una sezione ritmica con la quale condivide un feeling immediato e spontaneo. Van Morrison lancia oggi il suo nuovo progetto pubblicandone la title track. Il re indiscusso del soul celtico va dritto al cuore con il suo baritono che abbraccia un caldo suono di organo, accompagnato da armonie vocali doo wop e sha-la-la. Altri spunti eccellenti emergono di continuo, dal sassofono che brilla nella gemma R&B ”Jealousy”, alla gioiosa e country ”A Few Bars Early”, passando per lo spirito garage rock in stile Them dell'esplicita ”Stop Bitching, Do Something”.

Nonostante che l'album risuoni del sentimento romantico e del calore notturno per cui è noto al suo pubblico, il tema dominante è un commento diretto sulla vita di oggi. ”Dead Beat Saturday Night” è una presa di posizione nell'affrontare in modo concreto il suo lockdown: "No life, no gigs, no choice, no voice". Emerge anche nel rock'n'roll da bar di ”Where Have All The Rebels Gone”, che denuncia la mancanza di un vero pensiero indipendente, oggi sostituito dalla mera apparenza. E per quanto riguarda le opinioni di Van Morrison sui social media? Sono riassunte in ”Why Are You On Facebook?”. Due brani, ”Love Should Come With A Warning” e ”Mistaken Identity”, sono scritti con il grande Don Black. Van Morrison si è avvicinato a Black dopo aver riconosciuto in ”On Days Like These”, la sua ballata pop del 1969 cantata da Matt Monro per la colonna sonora di ”The Italian Job”, qualcosa che gli ricordava il suo stile. Il risultato ha portato Black a scrivere oggi ”Mistaken Identity”, che, paradossalmente, è la canzone più autobiografica dell'album.

Ciò che Latest Record Project: Volume 1 dimostra è che se volete apprezzare veramente l'arte di Van Morrison, dovete ascoltare quello che fa oggi perché è un'artista che non si ferma mai. ”Latest Record Project: Volume 1” uscirà in formato doppio-CD, deluxe-CD, triplo-vinile e su tutte le piattaforme digitali. E' ora disponibile in pre-ordine QUI, con la canzone ”Latest Record Project” come instant download per i fan..

fonte: A Buzz Supreme

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Blackberry Smoke - il nuovo album ‘You Hear Georgia’ dal 28 maggio per 3 Legged Records/ Thirty Tigers

I Blackberry Smoke pubblicheranno il nuovo album You Hear Georgia il 28 maggio per 3 Legged Records / Thirty Tigers. Ascolta la titletrack ‘You Hear Georgia

Il nuovo album della band guidata dal cantante Charlie Starr è stato prodotto da Dave Cobb e vanta special guest di lusso come Jamey Johnson e Warren Haynes. I dieci brani del nuovo album dei Blackberry Smoke sono un tributo alla ricca eredità southern-rock-blues e folk della Georgia. I Blackberry Smoke sono Charlie Starr (vocals, guitar), Richard Turner (bass, vocals), Brit Turner (drums), Paul Jackson (guitar, vocals) e Brandon Still (keyboards).

‘You Hear Georgia’ segue l’uscita di ‘Find A Light’ del 2018, arrivato al top della classifica degli album Country e Americana/Folk states, al numero 3 della Billboard Top Country Albums chart e al #2 della Billboard Americana/Folk Albums chart, oltre ad essere entrato direttamente al 30° posto della classifica degli album più venduti. Grazie al loro ultimo album e ai precedenti si era parlato dei Blackberry Smoke come del futuro della scena southern rock e di una band capace di rinverdire il discorso mai assopito di artisti come Tom Petty, the Allman Brothers Band, Lynyrd Skynyrd e Hank Williams Jr. Sin dalla loro formazione nel 2001 i Blackberry Smoke hanno continuato a suonare dal vivo senza sosta, costruendo una fan base invidiabile. Ad oggi hanno pubblicato 6 album e sono arrivati alle porte della Top 10 degli album più venduti negli states e nelle posizioni di prestigio della classifica inglese con il loro quarto disco ‘Like an Arrow’ del 2016.

fonte: Goodfellas

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Africani, Marocchini, Terroni - Il punk e la Napoli degli anni '80 nel racconto di Davide Morgera, dal 25 marzo in libreria

Il punk e la Napoli degli anni '80 nello splendido racconto di Davide Morgera, con introduzione di Jumpy Velena. Dal 25 Marzo nelle migliori librerie per Goodfellas Edizioni, collana Spittle.

Africani, Marocchini, Terroni … è la storia parallela del punk a Napoli e del suo incontro con le (dis)avventure di un gruppo di ragazzi, che all’inizio degli anni ‘80 irrompe sulla scena italiana e si affaccia dalla finestra con la voglia di cambiare il mondo, cercare di azzerare tutto quello che non va, di lottare per ideali di pace tra concerti infuocati in città e volantinaggio selvaggio, di viaggiare e confrontarsi con altre realtà italiane, di ribellarsi, di registrare un disco ed essere parte attiva dello ZX, locale unico nel suo genere nella città partenopea e fulcro vitale di certa musica. Queste pagine sono il racconto di persone reali, figure che hanno fatto la storia dell'underground italiano e di un ambiente dove le amicizie vere, gli scambi epistolari, i primi dischi e i raduni storici diventarono un tutt’uno. Gli Underage rappresentarono l’inizio di un movimento musicale nella Napoli dei primissimi anni ‘80, una citta` letteralmente a secco di stimoli nuovi. Lanciarono un seme che sarebbe cresciuto con la nascita di altre band e l’apertura di due centri sociali sul finire del decennio, l’Officina 99 e il Tien’a Ment. Con centinaia di illustrazioni, per la prima volta un libro racconta l’esplosione del punk in Italia dalla prospettiva del Sud del Belpaese. In appendice la ricostruzione dei carteggi intrattenuti dall’autore con i punk di tutta la Penisola: un eccezionale ritratto storico che restituisce il valore del circuito delle autoproduzioni, che in quegli anni erano l’unico canale di diffusione di nuova musica al di fuori dello strapotere delle major discografiche.

L’autore: Davide Morgera, Napoli 1962, e` stato il batterista degli Elettroencefalogramma e degli Underage, nonche´ L’autore delle prime fanzine punk del Sud Italia (tra le altre ‘Shock’, ‘Megawave’ e ‘Hate again’). Introduzione ad opera di Jumpy Velena.

fonte: Goodfellas

----------------------------------------------------------------------------------------


:: John Smith - 'The Fray', in uscita il 26 Marzo per Thirty Tigers

‘The Fray’ di John Smith uscirà il 26 marzo per Thirty Tigers, anticipato dalla nuova ‘Hold On’ e dai precedenti singoli ‘Friends’ e ‘Eye To Eye’.

‘The Fray’ è il sesto album di John Smith, figura di spicco della scena folk inglese e tra i più interessanti cantautori della sua generazione. Il nuovo singolo ‘Hold On’ è una di quelle fantastiche ballate folk dai toni pop per cui John è diventato popolare e per cui ha potuto contare sulla presenza della bellissima voce di Jessica Staveley-Taylor dei The Staves.

‘The Fray’ è stato prodotto dallo stesso John Smith con Sam Lakeman presso i Real World Studio di Peter Gabriel. Per le registrazioni John ha assoldato una all-star band composta dal pianista Jason Rebello (Sting, John Mayer), il bassista Ben Nicholls (Seth Lakeman, Nadine Shah), il batterista Jay Sikora (Paolo Nutini) e Jessica Staveley-Taylor dei The Staves. Al disco hanno preso parte in veste di turnisti musicisti rinomati come Sarah Jarosz, Courtney Hartman, i The Milk Carton Kids, e il noto chitarrista Bill Frisell, oltre ad amici e frequenti collaboratori di John Smith come Lisa Hannigan. John Smith è nato nell’Essex, cresciuto nel Devon ed è conosciuto sia per le sue doti di cantautore che come chitarrista, avendo suonare dal vivo e sui dischi di star come Joan Baez, David Gray, Joe Henry, Lianne La Havas e Tom Jones.

fonte: Goodfellas

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Alan Vega - l'album postumo 'Mutator’ il 23 aprile per Sacred Bones

‘Mutator’, nuovo album di inediti del compianto membro dei Suicide, uscirà il 23 aprile per Sacred Bones. Si tratta di un album inedito del pioniere punk realizzato a metà degli anni ’90 con la sodale Liz Lamere e il produttore Jared Artaud, già presenti sull'ultimo disco di Alan Vega (‘It’ del 2017). Ascolta ‘Nike Soldier’, primo estratto dall'album postumo di Alan Vega 'Mutator'.

'Mutator' è composto da registrazioni realizzate a New York da Alan Vega e la compagna e musicista Liz Lamere tra il 1995 e 1996. Nel 2019 Liz e il produttore Jared Artaud hanno ritrovato i nastri delle registrazioni e deciso di dargli giustizia con la produzione e il mix che avrebbero meritato, ovvero dando forma a ‘Mutator’. Il primo estratto ‘Nike Soldier’ non è esattamente un nuovo brano di Alan Vega, una versione che potremmo definire "demo" era uscita qualche anno fa per un singolo pubblicato da Fuzz Club, con un brano dei Vacant Lots di Lared Artaud sull’altro lato. Per il singolo è stato realizzato anche un video diretto da Jacqueline Castel, con la musicista Kris Esfandiari nell'iconico ruolo di Alan Vega.

‘Mutator’ è solo la prima di una lunga serie di pubblicazioni per Sacred Bones di materiale in arrivo dal ricchissimo archivio di Alan Vega. Le uscite del "Vega Vault project" saranno curate dalla ex compagna di Alan, Liz Lamere, e prodotte da Jared Artaud con la direziione creativa di Michael Handis.

fonte: Goodfellas

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Dinosaur Jr. - 'Sweep It Into Space’, in uscita il 23 aprile per Jagjaguwar

I Dinosaur Jr. tornano con il nuovo album ‘Sweep It Into Space’, in uscita il 23 aprile per Jagjaguwar e anticipato dal singolo I Ran Away.

‘Sweep It Into Space’ arriva a 5 anni di distanza dall'ultimo ‘Give a Glimpse of What Yer Not’, continuando a percorrere la favolosa onda che ha contraddistinto la seconda parte della carriera della celebre band di Amherst, Massachussets. ‘Sweep It Into Space’ è Dinosaur Jr. al 100%, un disco che non deluderà i fan della band di J Masic, Lou Barlow e Murph.

Il nuovo 'Sweep It Into Space' è stato registrato presso i Bisquiteen Studio di Amherst tra la fine del 2019 e l’inizio del 2020. Il disco sarebbe dovuto uscire nel 2020, ma la pandemia ha cambiato le carte in tavola. Alla session di registrazione ha preso parte anche Kurt Vile, presente come co-produttore del disco insieme a J Mascis e chitarrista aggiunto sul primo estratto e singolo ‘I Ran Away’. Come da prassi non potevano mancare all'appello Lou Barlow al basso, qui presente anche ai cori e con un paio di brani scritti e cantati da lui, e Murph con il suo inimitabile stille alla batteria. ‘Sweep It Into Space’ è Dinosaur Jr. al 100%, un sound che non deluderà i fan di vecchia data e i nuovi adepti e che ancora una volta ci ricorda quanto importnate sia stata e sia ancora oggi questa band all'interno della scena rock internazionale.

fonte: Goodfellas

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Katherine Johnson - 'Selvaggi' in libreria da marzo 2021 per Jimenez

Amore, coraggio, cultura e lotta contro l’ingiustizia. Il romanzo porta alla luce una vicenda storica poco nota grazie a una delle autrici più fresche e interessanti della letteratura australiana.

Basato su una storia vera, Selvaggi ci fa viaggiare dall’Australia coloniale al cuore dell’Europa nel biennio 1882-83, quando tre giovani aborigeni furono fatti esibire – in lotte, danze e lancio del boomerang – davanti a un pubblico di massa nei cosiddetti “zoo umani”, spettacoli etnici molto diffusi all’epoca. Bonny, Jurano e Dorondera non furono certo i soli: si stima che, tra il 1800 e il 1958, oltre 35.000 “performer esotici” furono ammirati da un miliardo di spettatori sulle due sponde dell’Atlantico. Ma in questo romanzo, per la prima volta, l’autrice predilige il punto di vista dei presunti “selvaggi”, storicamente esclusi dai resoconti ufficiali di quanto avveniva nei giardini botanici, nei parchi pubblici e nelle esposizioni universali. Pur non potendo contare sulle testimonianze dirette dei tre giovani aborigeni prelevati dall’Isola di Fraser (la meravigliosa e incontaminata “isola dei dingo”), Katherine Johnson immagina la loro storia facendo interagire personaggi reali, tra cui numerosi scienziati interessati alle teorie della razza e dell’evoluzione umana, e altri di finzione; tra questi ultimi, Hilda, giovane tedesca che, dopo sei anni trascorsi nelle colonie australi della Corona d’Inghilterra, intraprende il viaggio insieme a suo padre (l’ingegnere Luis Müller, altro personaggio realmente esistito) e ai tre ragazzi aborigeni, di etnia batdjala, che ormai considera suoi amici. Ne risulta una vicenda al contempo appassionante e dolorosa, in cui si alternano l’euforia della scoperta, i palpiti amorosi e il senso di impotenza di fronte alle ingiustizie e all’atavica stupidità degli uomini.

L'autrice
Nata nel Queensland, in Australia, e cresciuta lungo il fiume Brisbane, ha lavorato come giornalista scientifica. È autrice dei romanzi Pescador’s Wake (2009), The Better Son (2016) e Matryoshka (2018), oltre a Selvaggi (Paris Savages, 2019), basato su accurate ricerche effettuate in Australia, Francia e Germania e selezionato nel 2020 per l’Australian Book Industry Awards (ABIA). Oggi vive in Tasmania con il marito e due figli.

fonte: Jimenez edizioni

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Matt Sweeney & Bonnie ‘Prince’ Billy - il nuovo album Superwolves dal 30 aprile

Dove un tempo c’era Superwolf ora si aggirano i Superwolves, il nuovo album e fabbrica di demoni di Matt Sweeney e Bonnie ‘Prince’ Billy, in uscita su Domino il 30 aprile in digitale e in formato fisico dal 18 giugno. Il due svela il nuovo singolo ‘Hall of Death’, che arriva dopo ‘Make Worry For Me’, scritto da Sweeney e Will Oldham (aka Bonnie ‘Prince’ Billy) insieme al chitarrista e produttore Tuareg Ahmoudou Madassane. La canzone presenta Oldham e Sweeney nei loro tradizionali ruoli, rispettivamente di cantante e chitarrista, registrati live in studio con Madassane alla chitarra ritmica e con la partecipazione dei componenti della sua band: Mdou Moctar e la sua inconfondibile chitarra, Mike Coltun al basso e Souleyman Ibrahim alla batteria. Il video di accompagnamento è stato diretto da Sai Selvarajan e Jeff Bednarz.

Le canzoni che compongono Superwolves, il secondo album del duo e il primo da Superwolf del 2005, si immergono in luoghi inesplorati mentre Matt e Bonny prendono tutta la musica da loro conosciuta per creare canzoni che colpiscono in profondità. In classico stile Garcia-Hunter, Sweeney e ‘Prince’ in principio hanno lavorato separatamente cercando e trovando un percorso reciproco nei loro mondi solitari. I testi di Bonnie sono sstati spediti alla chitarra mentale di Sweeney; gli accordi e una melodia prendono forma, registrati in velocità e rispediti a “Prince”, quindi i due si ritrovano a cantare, unire e rafforzare e finalmente suonare di fronte ad un’ignara audience. Quindi nuovi testi sono spediti, animati e suonati, fino a quando le canzoni e le esecuzioni sono pronte per essere registrate. Questo è solo l’inizio del loro processo di fusione, perchè le parole hanno bisogno di vocalizzazioni di contrasto e sostegno e le line di chitarra suggeriscono armonie da aggiungere e in cui spingere. Durante il processo una nuova creatura prende vita dalla precedente. Nella collaborazione la chitarra apre e condivide uno spazio fluido con le parti vocali e le voci cantano con le chitarra: ogni istante di Superwolves è uno spettacolo stravagante, guidato solo dal suo bisogno.

I due ha cominciato a lavorare a questo album 5 anni fa ma la prima vera sessione si è svolta un anno fa allo Strange Weather di Brooklyn e le successive al Butcher Shoppe a Nashville. Sweeney ha supervisionato il missaggio delle sessioni di Brooklyn ed Oldham ha supervisionato quelle di Nashville. Nell’album Sweeney canta insieme al suo cantante preferito e suona tutte le chitarre, acustica, elettricha e basso, accompagnato da David Ferguson al contrabasso, Mike Coltun al basso elettrico, Mdou Moctar alla chitarra elettrica, Ahmoudou Madassane alla chitarra ritmica, Souleyman Ibrahim, Ryan Sawyer e Peter Townsend alla batteria e Mike Rojas alle tastiere. Bonnie ‘Prince’ Billy canta. Come sempre. E Superwolves governa su tutto.

fonte: Spin-Go

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Iceage - Seek Shelter uscirà il 7 Maggio per Mexican Summer

Il nuovo album degli IceageSeek Shelter’ uscirà il 7 Maggio per Mexican Summer, anticipato dal singolo ‘Vendetta’. Guarda il video di ‘Vendetta’, diretto da Jonas Bang con la partecipazione dell’attore croato/danese Zlatko Buric - I danesi Iceage sono arrivati al quinto album, il primo per Mexican Summer dopo quattro dischi per label di culto come What's Your Rupture? e Matador, anticipato dal video di ‘Venedetta’ e dal primo estratto ‘The Holding Hand’. Guarda il video di ‘The Holding Hand’.

Il nuovo album segna il debutto degli Iceage per Mexican Summer, ma anche il decimo anniversario dall’uscita dell'esordio ‘New Brigade’. ‘Seek Shelter’ arriva a tre anni di distanza dall’ottimo ‘Beyondless’, ed è stato registrato da Sonic Boom (Spacemen 3), segnando la prima collaborazione della band con il noto musicista e produttore inglese. Il mix del nuovo album è stato realizzato da Shawn Everett, ingegnere del suono vincitore di un Grammy che ha rivoluzionato il suono della scena indie lavorando con artisti del calibro di Perfume Genius, the War on Drugs e Grizzly Bear. La lineup della band è cambiata e ora nelle file della formazione di Copehagen troviamo anche il nuovo chitarrista Casper Morilla Fernandez, oltre al cantante Elias Bender Rønnenfelt, il chitarrista Johan Surrballe Wieth, il bassista Jakob Tvilling Pless e il batterista Dan Kjær Nielsen. Per due brani del nuovo album gli Iceage hanno collaborato con il Lisboa Gospel Collective.

fonte: Goodfellas

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Joe Strummer - il best of Assembly dal 26 marzo

Dark Horse Records annuncia l'imminente uscita di un nuovo best of della leggenda dei Clash, Joe Strummer. ASSEMBLY uscirà venerdì 26 marzo 2021 in vinile nero gatefold 2xLP, su CD e in digitale per lo streaming e il download. Assembly mette in mostra i singoli scelti con cura, brani preferiti dai fan e rarità d'archivio dal catalogo solista di Joe Strummer, tra cui "Coma Girl", "Johnny Appleseed" e "Yalla Yalla" (con The Mescaleros) fino alla sua iconica interpretazione di "Redemption Song" di Bob Marley e contributi alle colonne sonore come "Love Kills" (dal film del 1986, Sid and Nancy). Questa compilation di 16 tracce contiene tre versioni inedite di brani classici dei Clash, tra cui l'inedita "Junco Partner (Acoustic)" e le elettrizzanti performance live di "Rudie Can't Fail" e "I Fought The Law", le ultime due delle quali sono state registrate da Joe Strummer and the Mescalero alla Brixton Academy di Londra il 24 novembre 2001. Inoltre, Assembly include note di copertina esclusive scritte appositamente per questa raccolta da Jakob Dylan, da sempre fan di Strummer.

Poeta punk, musicista, compositore, attore e icona di stile, Joe Strummer ha trascorso la sua vita distruggendo i confini musicali e culturali sia come cantante dei Clash che come artista solista. Le sue canzoni suonano urgenti e vitali oggi come quando sono state scritte. Chiamando in causa le ingiustizie sociali e dando voce alle lotte della classe operaia, i testi politici di Strummer hanno colpito sia legioni di fan che la stampa, e Rolling Stone ha definito i Clash "la più grande rock & roll band del mondo". "La gente può cambiare tutto quello che vuole", disse una volta, "e questo significa tutto nel mondo". Attraverso la sua arte Joe Strummer ha fatto la sua parte nel plasmare il paesaggio musicale del mondo e con esso ha lasciato un'eredità senza eguali e senza tempo.

L'anno scorso la vita e la musica di Strummer sono state commemorate con “A Song For Joe: Celebrating the Birthday of Joe Strummer” un live stream globale ricco di star con performance e testimonianze di una serie di amici, fan e seguaci della musica, tra cui Bruce Springsteen, Jeff Tweedy, Bob Weir, Lucinda Williams, Josh Homme, Tom Morello, Jim Jarmusch, membri degli Strokes, Brian Fallon, Steve Buscemi e molti altri. L'evento gratuito è andato a beneficio della campagna #SaveOurStages della National Independent Venue Association (NIVA) per preservare e nutrire l'ecosistema dei locali e dei promotori indipendenti di eventi dal vivo in tutti gli Stati Uniti ed è ora in streaming sul canale ufficiale di Joe su YouTube.

fonte: A Buzz Supreme

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Nick Waterhouse - Promenade Blue uscirà il 9 aprile per Innovative Leisure

Nick Waterhouse annuncia il nuovo album Promenade Blue e il primo estratto ‘Place Names’. Il quarto album dell’artista californiano soul, r&b e jazz dal tocco vintage uscirà il 9 aprile per Innovative Leisure. Nick Waterhouse trascende le epoche anche con il nuovo album, una magnetica collezione di brani dall’inconfondibile tocco.

‘Place Names’, singolo e prima traccia del nuovo album, suona come un classico soul senza tempo, arrangiato in modo sublime con un elegante coro girl group che sostiene le calde note della voce di Nick Waterhouse. Il brano non avrebbe problemi a trovare posto tra i classici di un juke-box dei tardi anni ’50, o nelle scalette delle band che si esibiscono sui palchi dei club di New Orleans, siamo di fronte ad un classico senza tempo che farebbe la fortuna di qualsiasi artisti contemporaneo. ‘Promenade Blue’ è un album magico, prodotto da Nick Waterhouse in collaborazione con Paul Butler (Michael Kiwanuka e Devendra Banhart). Questa non è la New York degli anni ’20 di Gatsby, ma la California di Waterhouse del 2020.

fonte: Goodfellas

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Don Antonio - il prossimo 16 Aprile il nuovo album di Don Antonio La Bella Stagione su Santeria/Audioglobe.

Sei anni dopo avere messo nel cassetto il progetto Sacri Cuori, quattro dopo il disco di debutto come Don Antonio, e tre dopo l'avventura americana di The Crossing insieme ad Alejandro Escovedo, Antonio Gramentieri rimette in pista il suo alter-ego Don Antonio con un nuovo progetto fra musica e parole. La Bella Stagione è il primo disco in cui Don Antonio va oltre la formula della musica cinematica-strumentale e si cimenta con canzoni in italiano. Le dieci tracce del disco sono storie che esplorano memoria, esperienze, paesaggi e visioni. Un disco asciutto, realizzato nella sala di incisione de L'Amor Mio Non Muore e finalizzato a Nashville. Un disco prodotto insieme a Roberto Villa e a Ivano Giovedì che, come in un flusso di coscienza autobiografico, anche nel suono “tocca” molti dei mondi e delle epoche vissute da Don Antonio. I folklori e i synth dei primi '80, le melodie ariose e le partiture contemporanee. La Bella Stagione è un disco di canzoni in italiano e una raccolta di racconti brevi. Non sono la stessa cosa, e non escono necessariamente insieme ma hanno un legame chiaro, e anche una loro autonomia. Le storie de La Bella Stagione sono tutte vere. Parlano del passato, e della maniera in cui il passato si ripresenta, e incide sul presente.

In oltre vent'anni di attività, Antonio Gramentieri ha portato la sua musica, i suoi dischi e i suoi progetti costantemente a spasso per il mondo. Con lo pseudonimo Don Antonio, e con Sacri Cuori prima, ha suonato nei principali festival e club fra Stati Uniti, Inghilterra, Australia, Europa, Scandinavia e Balcani. Don Antonio ha suonato suoi brani al Tiny Desk di NPR, alla BBC a Londra, al programma del mattino della CBS a New York, alla televisione svedese, australiana, olandese. Ha prodotto dischi e suonato in tour mondiali con Alejandro Escovedo, Dan Stuart, Hugo Race, Richard Buckner, Terry Lee Hale. Ha diviso palcoscenici e registrazioni con personaggi con personaggi leggendari come Marc Ribot, David Hidalgo, Jim Keltner, James Chance, John Parish, JD Foster, Wayne Kramer, James Williamson, Howe Gelb, John Convertino. Ha realizzato colonne sonore per il cinema e per la televisione. Nel 2017 un suo brano e' stato scelto da Volkswagen per la pubblicita' della Passat in Svezia e Finlandia.

Foto di Cesare Gramentieri.
Fonte: KeezMe!

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Vanessa Peters - Modern Age dal 23 aprile per Idol records

Modern Age è il nuovo album della cantautrice texana Vanessa Peters, che uscirà il prossimo 23 aprile 2021 per Idol Records, distribuito in Italia da Goodfellas. Il primo singolo sarà "Crazymaker" e sarà pubblicato il prossimo 26 febbraio.

"Modern Age" è un album rock moderno/classico che si rivela una sfida d'acciaio. Nel bel mezzo di un anno veramente buio, Vanessa e la band hanno cospirato per realizzare un album che sia allo stesso tempo potente ma anche giocoso, intenso ma sensibile, arrabbiato ma pieno di speranza. In "Modern Age", troviamo ancora una volta Vanessa Peters scrivere e fornire canzoni di eccezionale potenza lirica e musicale, rafforzando ulteriormente la sua reputazione tra la nuova generazione di cantautori americani. Undici tracce di pop / rock energico ma sempre melodico, che capovolgono le aspettative del precedente "Foxhole Prayers", un'opera folk / rock di successo, profondamente introspettiva. Dagli accordi iniziali della title track, è ovvio che questo album va in una nuova direzione: collaborare a stretto contatto con la sua band italiana ha portato una nuova, rauca energia a questa raccolta che raramente è emersa prima, al di fuori dei concerti di Vanessa. Per anni è stato troppo facile collocare Vanessa in una specie di generica categoria "americana" quando in realtà i suoi dischi hanno sempre viaggiato dall'indie-pop all'alt-country, al folk sperimentale e al rock dei cantautori degli anni '70.

Il primo singolo sarà Crazymaker ed uscirà il prossimo 26 febbraio. Un Crazymaker è una persona che ruba la tua energia, la tua gioia, magari anche i tuoi soldi, il tuo tempo....ruba tutto, ma riesce a farti sentire in colpa. Colui/lei che ti fa sentire che sei tu quello pazzo quando in realtà è lui/lei il vero manipolatore, intrappolandoti in una relazione tossica. Troviamo chitarre elettriche e i classici 4-on-the-floor drum beats ispirati agli AC/DC, in un brano rock/pop classico, per un perfetto viaggio on the road.

Testi e musiche di "Modern Age" sono di Vanessa PetersS, eccetto “Valley Of Ashes” e “Hood Ornament” di Vanessa Peters e Rip Rowan. Il nuovo album è prodotto e mixato da Rip Rowan, vede al master Dave McNair. E’ stato registrato tra Paesi Bassi, Germania, Italia e Texas. Intrecciando testi introspettivi con melodie irresistibili, Vanessa Petersd ha pubblicato un album dopo l’altro di gemme folk / rock ben realizzate per più di un decennio. Si è esibita in migliaia di concerti negli Stati Uniti e in Europa e aperto ad artisti tra cui Josh Rouse, 10.000 Maniacs, John Oates, Matthew Sweet, Ben Ottewell e Horse Feathers. Con "Foxhole Prayers" ha ottenuto una brillante recensione MOJO a 4 stelle, oltre a diversi inviti ad esibirsi al NPR's Mountain Stage, 30A, e al Nashville's Americana Fest.

fonte: Bagana Music Agency

----------------------------------------------------------------------------------------


:: John Mayall - The First Generation 1965-1974” - Deluxe Box Set per il padrino del blues britannico in uscita per Madfish

Ci sono cofanetti e poi ci sono i BOX SET. “The First Generation 1965-1974” di John Mayall si colloca decisamente in quest'ultima categoria, essendo un'opera eccezionale sia per la qualità dei materiali che per la superba musica che racchiude. Per la prima volta viene pubblicata una raccolta di queste dimensioni che documenta la prima stagione di John Mayall e che vede riuniti tutti gli album della sua tanto celebrata formazione musicale, insieme a molto materiale inedito. Con Eric Clapton, Peter Green, Mick Taylor, Harvey Mandel, Blue Mitchell, Jon Mark e molti altri musicisti eccezionali, questo mastodontico box contiene 35 CD più un bellissimo libro cartonato e molto altro.

Non per niente John Mayall si è guadagnato il soprannome di ”The Godfather of British Blues”. Per un breve ma irresistibile periodo tra gli anni '60 e '70, John seppe riconoscere il talento grezzo dei musicisti con cui suonò, accogliendolo, coltivandolo e facendo in modo che tutti beneficiassero di quei eccezionali risultati. Molti dei migliori musicisti del periodo passarono attraverso i ranghi sacri dei Bluesbreakers di John Mayall e tutti sono in mostra qui in un set stupefacente pieno di highlight musicali. Assemblato con la piena collaborazione di John Mayall, l'elenco completo dei contenuti è il seguente: 35 CD, inclusi 3 CD Singoli e 8 CD inediti, insieme a versioni rimasterizzate degli album originali Decca e Polydor// Musica da sette concerti inediti (tra cui Windsor 1967, Göteborg 1968, Berlino 1969 e San Francisco 1970 e altri) // 28 brani inediti della BBC con Eric Clapton, Peter Green e Mick Taylor // Fotografia autografata Libro cartonato che include molte foto rare e memorabilia più un elenco completo dei concerti del periodo // Libro separato che include lettere e corrispondenza del fan club // Due poster replica - Ten Years Are Gone e poster del tour del 1968 // Replica cartella stampa di “John Mayall Plays John Mayall”

fonte: A Buzz supreme

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Major Murphy - il nuovo album "Access" dal 2 aprile per Winspear.

Access’, nuovo album dei Major Murphy, trio indie rock di Grand Rapids, Michigan, è atteso il 2 aprile per Winspear. Guarda il video della titletrack ‘Access

I Major Murphy hanno un sound circolare che funziona alla perfezione, capace di mettere insieme del potente heavy rock’n’roll, indie melodico e settare in modo perfetto l’alchimia tra le personalità di Jacob Ballard e Jacki Warren.

La band guidata da Jacob Ballard e Jacki Warren ha pubblicato l’album d'esordio ‘No. 1’ nel 2018, ricevendo critiche entusiastiche e registrando un sold out dietro l’altro durante il primo tour nord americano e per le date europee. Al disco è seguita la pubblicazione dell’Ep ‘Lafayette’, sempre per Winspear. ‘Access’ è stato registrato a Bloomington, Indiana, presso i Russian Recording Studio tra la fine del 2018 e l’inizio del 2020 con l’aiuto in regia di Mike Bridavsky e Ben Lumsdaine. Katie Crutchfield degli Waxahatchee, fan numero uno dei Major Murphy, ha scritto le note di presentazione del disco: “It’s an album that’s remarkably cohesive - a striking relic in an age where ardent and true “album-making” is a fading art form. In nine songs, it somehow takes a listener backwards & forwards at once, reckoning with intrinsic anxieties while conceptualizing a fantastical and vibrant happening, soothing in its familiar, occasionally childlike tone.”

fonte: Goodfellas

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Highway 61 e Un mondo di musica - le trasmissioni radio di Massimo Ferro

Highway 61 è una trasmissione di American folk & roots music - ovvero folk, country, blues, bluegrass, old time music, western-swing, cajun, tex-mex, ma anche cantautori, alternative country, rock & roll, rockabilly, guitar music e così via. Si tratta di una sorta di “Viaggio alle radici della musica Americana”, come recita il sottotitolo, le cui selezioni riguardano quasi esclusivamente novità discografiche (spesso proposte in anteprima assoluta per l’Italia) provenienti perlopiù da Nord America ed Europa; uno sguardo al passato è tuttavia contemplato di frequente attraverso la segnalazione di ristampe ed antologie. “Highway 61” è un programma conosciuto anche oltreoceano poiché diffuso in streaming, grazie da RVS Web (www.radiovocespazio.it) tre volte la settimana, dalle 23 alle 24, ogni lunedì, mercoledì e venerdì.

Un Mondo Di Musica è un programma che si occupa di folk, roots e world music provenienti da ogni angolo del pianeta, in sostanza dunque di tutta la musica contemporanea che attinge alla tradizione popolare (compresa la canzone d’autore). Va in onda da Radio Voce Spazio, ogni martedì sera, dalle 21.30 alle 24.00. La trasmissione si occupa principalmente di novità discografiche e, ovviamente, tiene in particolare considerazione la musica italiana, sia essa folk o d’autore. Quasi sempre la trasmissione offre la possibilità di ascoltare interviste telefoniche (quasi sempre in diretta) con artisti, gruppi ed altri personaggi che si occupano di musica delle radici nel nostro paese (e non solo). Occasionalmente inoltre il programma propone ospiti dal vivo in studio e riporta notizie relative ai concerti ed altri eventi locali, soprattutto di carattere locale.

Massimo Ferro ha iniziato la sua attività radiofonica nel lontano 1976 collaborando con le principali emittenti alessandrine. Accanto al suo operato come disk-jockey, in passato ha collaborato con importanti riviste musicali come "Folk Bulletin", "Hi, Folks!", "Il Blues" ed “Il Buscadero”, è stato a lungo attivo come presentatore e consulente con l'Assessorato alla Cultura del Comune di Alessandria per i concerti di roots music, direttore artistico della rassegna "Etnomosaico", socio della Bluegrass & Country Music Association of Italy e componente del Rainbow Smoke Network. Inoltre contribuisce alla stesura di diverse classifiche internazionali, come la Freeform American Roots Chart, la E.M.S. Indipendent Chart, l'Euroamericana Chart e Roots Music Report. Massimo Ferro è stato diverse volte nella giuria di Folkontest. Dal 2004, con una cinquantina di altri operatori del settore, è diventato membro della giuria del "Premio Città di Loano" che annualmente conferisce il titolo di migliore album italiano nell'ambito della musica delle radici. Nel 2009 è stato chiamato anche a far parte della giuria del “Premio Teresa Viarengo”, e poco dopo è stato ammesso a far parte del prestigioso Club Tenco, per il conferimento delle Targhe Tenco.

Per info: info@highway61.it - www.highway61.it

----------------------------------------------------------------------------------------


::
The Devils - il nuovo album ‘Beast Must Regret Nothing’ dal 23 aprile per Goodfellas,

The Devils pubblicheranno il nuovo album ‘Beast Must Regret Nothing’ il 23 aprile per Goodfellas, anticipato dal primo singolo e video per il brano ‘Real Man’ e dall’audio del brano ‘Devil Whistle Don’t Sing’ realizzato in con Mark Lanegan.

Parola a Gianni Blacula e Switchblade Erika, ovvero i The Devils: “Nel settembre 2019, durante un tour in Spagna eravamo alla ricerca di ispirazioni e stimoli per il nuovo album e nello stesso periodo Alain Johannes era impegnato in un tour europeo che si sarebbe concluso in Italia. Così abbiamo deciso di contattare il suo manager per una collaborazione e dopo aver ascoltato la nostra musica Alain ha accettato di lavorare sul nostro nuovo album”. ‘Beast Must Regret Nothing’ é stato registrato a Napoli in due settimane, in uno storico studio di registrazione dotato di una grossa sala di ripresa con un’acustica unica. Alain ha allargato gli orizzonti musicali del duo partecipando anche in fase di arrangiamento dei brani. A proposito del primo singolo e della collaborazione con Mark Lanegan i Devils raccontano: “Real Man parla di una prostituta che vaga in un mondo senza marciapiedi. Musicalmente è ispirata a Jimmy Reed, niente è più penetrante ed eccitante del suo blues. Mentre eravamo in studio, Alain ha fatto ascoltare le registrazioni a Mark Lanegan, il quale ne fu entusiasta. Così è venuto naturale a tutti pensare che la voce di Mark su ‘Devil Whistle Don’t Sing’ sarebbe stata la ciliegina sulla torta.”

I The Devils si sono formati a Napoli nel 2015 e i primi due album ‘Sin, you sinners!’ del 2016 e ‘Iron Butt’ del 2017 sono stati prodotti da Jim Diamond (già al lavoro con The White Stripes, The Sonics e The Dirtbombs), e pubblicati dalla mitica label garage rock svizzera Voodoo Rhythm. Dal 2016 sono costantemente in tour in tutta Europa e Canada, oltre 400 shows. Gianni Blacula stupra la chitarra e Switchblade Erika picchia la batteria. I Devils incarnano il suono definitivo della desolazione e del caos; il loro stile è primitivo, carico di sesso, peccato e rock’n’roll. I Devils sono selvaggi, molto rumorosi e sexy. Il nome del duo è stato scelto come tributo alla mitica pellicola ‘The Devils’ di Ken Russell e sono stati in tour con Jon Spencer, The Sonics, Boss Hog e The Monsters, oltre ad avere aperto in giro per l’Europa i live di Mudhoney, GBH, Nashville Pussy, Guitar Wolf, Kid Congo e molti altri.

fonte: Goodfellas

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Cleopatrick - Good Grief, il nuovo singolo del duo rock

I Cleopatrick sono un duo rock canadese, proveniente da Coburg, Ontario, formato dagli amici Ian Fraser e Luke Gruntz quando avevano solo 8 anni e passavano il tempo ascoltando gli AC/DC. Il nuovo singolo del duo, Good Grief, arriva a breve distanza dal grande successo di ‘Hometown’, uno dei brani più trasmessi dalle radio indie e rock europee e americane e che ha tagliato il traguardo dei 40 milioni di ascolti su Spotify, oltre ad aver raggiunto i vertici della Modern Rock Chart americana.

I Cleopatrick sono giovanissimi ed hanno già suonato al Lollapalooza Festival di Chicago e aperto gli show di Royal Blood, Arctic Monkeys e Catfish and Bottlemen. ‘Good Grief’ è nata durante la quarantena e parla dei momenti in cui le cose vanno per il verso sbagliato. La band aveva programmato decine di date live, showcase e tanta promozione, ma alla fine un destino chiamato covid ha cambiato i piani di tutti. ‘Good Grief’ è l’imprecazione che rivolgiamo braccia al cielo quando le cose non vanno come dovrebbero e tocca rimboccarsi le maniche per mettere tutto a posto. La risposta dei Cleopatrick ai tour cancellati e agli impegni saltati è stata quella di chiudersi in studio per l’intera quarantena e lavorare duro sul disco d’esordio e il nuovo singolo ‘Good Grief’. Il brano, ma anche l’album in arrivo, è stato scritto, registrato e prodotto dal duo insieme al fraterno amico e membro aggiuntico, Jig Dub. Nel disco non ci sono ghostwriter, scelte della label o di qualche astuto A&R, produttori di grido o altro … solo tre amici, chitarre, pedali fuzz, batteria e tanta voglia di farcela e spaccare tutto. Il disco è stato prodotto nello scantinato di Jig proprio per dimostrare al mondo che non c’è alcun bisogno di contratti major o bizze da rockstar per fare le cose bene.

fonte: Goodfellas

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Michele Anelli - la lavorazione di "Sotto il cielo di Memphis"

Sotto il cielo di Memphis è un progetto discografico che nasce da un viaggio americano, un sogno accarezzato a lungo che sta per diventare realtà. Comincia così, come lo racconta proprio Michele Anelli: “Penso esistano, nel corso degli anni, uno o più viaggi che ci attendono. Uno di questi è arrivato per i trent’anni di matrimonio. Memphis ha un significato particolare, è un luogo in cui rock’n’roll e soul hanno ispirato un modo di capire e vivere la vita. Nel 1989 eravamo poco più che ragazzi e la colonna sonora della cerimonia erano i brani gospel cantati da Elvis Presley. Ecco, che nel 2019, Memphis ci stava aspettando e siamo andati noi da Elvis, ma a Memphis si sono incrociate molte storie: la Sun, la Stax, Martin Luther King fino ai FAME recording studios di Muscle Shoals”.

Proprio a Muscle Shoals, in Alabama, nelle straordinarie sale del FAME recording studio progettato e costruito dal compianto Rick Hall, è iniziata la produzione musicale del nuovo progetto discografico di Michele Anelli. Con John Gifford III alla consolle (allievo e prosecutore dell’opera di Rick Hall), Michele ha avuto modo di interagire con Bob Wray al basso (Al Green, The Marshall Tucker Band, Ray Charles, Etta James, Clarence Carter, Johnny Cash ecc.) e Justin Holder alla batteria, giovane e talentuoso session man in pianta stabile al FAME. Le canzoni, che saranno pubblicate su 45 giri, sono: Ballata arida ed Escluso il cielo. Durante il soggiorno a Memphis sono nate le suggestioni che hanno portato Michele Anelli a comporre le nuove canzoni, registrate tra la fine di settembre e i primi di ottobre del 2020, con i Goosebumps bros. ovvero Cesare Nolli (chitarra elettrica), Paolo Legramandi (basso elettrico) e Nik Taccori (batteria) al Fireplace studio in un piccolo centro del comasco. Ai Goosebumps bros. si sono aggiunti Andrea Lentullo (Wurlitzer) ed Elia Anelli (chitarra elettrica).

Per poter portare a termine questo ambizioso percorso, che sarà completato con un CD comprensivo di tutti i brani e alcune outtake, Michele Anelli, per la prima volta, si è appoggiato alla piattaforma produzionidalbasso.com per trovare un aiuto solidale e concreto alla realizzazione di Sotto il cielo di Memphis, la cui uscita è prevista per la primavera 2021.


----------------------------------------------------------------------------------------


:: Mick Fleetwood & Friends - un tributo a Peter Green & Fleetwood Mac, aprile 2021

Un cast di All Star per un concerto unico che celebrai primi anni dei Fleetwood Mac e del loro fondatore Peter Green registrato al Palladium di Londra il 25 febbraio 2020. Il film al cinema nel marzo 2021, l'album in uscita per Bmg il 30 aprile 2021

Il 25 febbraio 2020, pochi giorni prima della scoperta del primo caso di COVID-19 nel Regno Unito, sfociato poi nella pandemia in corso che ha reso necessaria la sospensione della società moderna, si è tenuto un concerto molto speciale al leggendario Palladium di Londra per celebrare le canzoni di Peter Green e la formazione originale dei Fleetwood Mac. Il pubblico dello show, sold out, è stato testimone di qualcosa di unico, in quello che sarebbe stato uno degli ultimi concerti dal vivo prima della loro sospensione.

Questo spettacolo assume oggi un significato particolarmente toccante, dopo la scomparsa di Peter Green nel luglio 2020. I musicisti riuniti per questo evento hanno formato un cast di tutto rispetto, mostrando un profondo e incredibile legame cosmico con le canzoni. Quella musica aveva cambiato le loro vite, li aveva spinti a suonare e, per uno di loro, ha ispirato la nasciata della sua ormai famosissima band. Questa musica ha continuato a suscitare emozioni e quella notte, sull'orlo di un momento storicamente oscuro nella storia dell'umanità, le è stato dato una glorioso omaggio.

I musicisti sul palco erano Neil Finn, Noel Gallagher, Billy Gibbons, David Gilmour, Kirk Hammett, John Mayall, Christine McVie, Jeremy Spencer, Zak Starkey, Pete Townshend, Steven Tyler e Bill Wyman. Il produttore leggendario Glyn Johns si è unito come produttore esecutivo del suono e la house band era composta dallo stesso Mick Fleetwood con Dave Bronze, Jonny Lang, Andy Fairweather Low, Ricky Peterson e Rick Vito.

Mick Fleetwood, che ha invitato gli artisti che si sono esibiti, ha detto: “Il concerto è stato una celebrazione di quei primi giorni di blues in cui tutti noi abbiamo iniziato ed è importante riconoscere il profondo impatto che Peter e i primi Fleetwood Mac hanno avuto sul mondo della musica. Peter è stato il mio più grande mentore e rendere omaggio al suo incredibile talento mi ha dato tanta gioia. Sono stato onorato di condividere il palco con alcuni dei tanti artisti che Peter ha ispirato negli anni e che condividono il mio grande rispetto per questo straordinario musicista. 'Then Play On'...” Questo incredibile film sarà proiettato a marzo 2021 nelle sale cinematografiche, distribuito da Cinema Live. I dettagli saranno annunciati nel nuovo anno.

fonte: A Buzz Supreme




info@rootshighway.it