:: Menù
 



RootsHighway è membro ufficiale della Euro Americana Chart, la classifica dei dj e giornalisti europei sul mondo Americana/ Roots. Leggi la classifica completa su euroamericanachart.eu

 
 

IN USCITA: scorri l'elenco delle prossime uscite discografiche in campo Americana/ Roots/ Indie:

7 maggio
Jack Ingram, Miranda Lambert, Jon Randall - The Marfa Tapes (Vanner Records/RCA)
Ted Russell Kamp - Solitaire (PoMo Records)
Leftover Salmon - Brand New Good Old Days (Compass Records)
The Accidentals – Time Out Session 1 (Savage Kittens)
American Aquarium – Slappers, Bangers & Certified Twangers, Vol. 1 (Losing Side Records)
Mandy Barnett – Every Star Above (BMG Music)
James Cook –The Other Side of Hell (self-released)
Tommy Emmanuel – Accomplice Series, Vol. 1 (with Rob Ickes and Trey Hensley) (CGP Sounds)
Fox and Bones – American Alchemy (Dutch Records)
Sarah Jarosz – Blue Heron Suite (Rounder Records)
Charlie Marie – Ramble On (Soundly Music)
Van Morrison – Latest Record Project, Vol. 1 (BMG Music Group)
Grace Pettis – Working Woman (MPress Records)
Graham Sharp – Graham Sharp (Yep Roc Records)
Tony Joe White – Smoke From The Chimney (Easy Eye Sound)

30 aprile
The Shootouts - Bullseye (Soundly Music)
Amy Speace - There Used to Be Horses Here (Windbone Records)
Jefferson Berry & the UAC – Soon! (Urban Acoustic Music)
Carsie Blanton – Love and Rage (So Ferocious Records)
Bob Bradshaw – The Ghost Light (self-released)
Little Hat – Wine, Whiskey & Wimmen (Rhythm Bomb Records)
Ashley Monroe – Rosegold (Mountainrose Sparrow)
Roseanne Reid – Horticulture EP (Last Man Music)
Dave Simonett – Orion (Dancing Eagle Records)
Bill Toms And Hard Rain – Keep Movin’ On (Terraplane Records)

23 aprile
Todd Snider - First Agnostic Church of Hope and Wonder (Aimless Records)
Eli West - Tapered Point of Stone (Tender & Mild Records)
Danny Burns – Hurricane (Bonfire Recording Company)
Steve Cropper – Fire It Up (Provogue Records)
Abigail Dowd – Beautiful Day (self-released)
Brock Gonyea – Where My Heart Is (Big Machine Record)
Neilson Hubbard – Digging Up the Scars (Paper Star Records)
The Rose Pedals – American Grenadine (Envoy Records)
Vanessa Peters – Modern Age (Idol Records)
Shoebox Letters – The Forgotten Ones(self-released)

16 aprile
The Brother Brothers - Calla Lily (Compass Records)
Various Artists April in Your Eyes – A Tribute to the Songs of John Lilly (Diamond Ranch Records)
David Wax Museum – Euphoric Ouroboric (Mark of the Leopard Records)
Stephen Flatt – Cumberland Bones (Flatt Music)
Norah Jones – …‘Til We Meet Again (Live) (Blue Note Records)
Cole Quest and The City Pickers – Self [En]Titled (Omnivore Recordings)
Zach Schmidt – Raise A Banner (Boss Dawg Records)
West Of Texas – Heartache, Hangovers & Honky Tonks (Pleasant Valley Ranch Records)

9 aprile
Rhiannon Giddens - They’re Calling Me Home (Nonesuch Records)
The Pink Stones - Introducing…The Pink Stones (Normaltown/New West Records)
Elephant Micah – Vague Tidings (Western Vinyl)
Lyman Ellerman –This Just In (Woodshed Resistance)
Katie Jo – Pawn Shop Queen (Fossil Water Records)
Emily Kinney – The Supporting Character (Jullian Records)
Parker Millsap – Be Here Instead (Okrahoma Records)
Dallas Moore – The Rain (Sol Records)
Rev. Peyton’s Big Damn Band – Dance Songs for Hard Times (Family Owned Records)
Hope Dunbar - Sweetheartland (self released)

26 marzo
Brigitte DeMeyer - Seeker (BDM Music)
Sara Watkins - Under the Pepper Tree (New West Records)
Fretland – Could Have Loved You (Soundly Music)
The Imaginaries – The Imaginaries (The Imaginaries Music)
First Aid Kit – Who by Fire. Live Tribute to Leonard Cohen (Columbia Records)
AJ Fullerton – The Forgiver and the Runaway (VizzTone Records)
Queen Esther – Gild the Black Lily (El Recordings)
June Star – How We See It Now (WhistlePig Records)
Miko Marks & the Resurrectors – Our Country (Redtone Records)
Emily Moment – The Party’s Over (self-released)
New Moon Jelly Roll Freedom Rockers – Vol. 2 (Stony Plain Records)
Esther Rose – How Many Times (Father/Daughter Records)
Justin Rutledge – Islands (Outside Music)
John Smith – The Fray (Commoner Records)
Matt Sucich – Don’t Be so Hard on Yourself (Novelty Organ Records)
Sunny War – Simple Syrup (Hen House Studios)

19 marzo
Melissa Carper - Daddy’s Country Gold (Mae Music)
Loretta Lynn - Still Woman Enough (Sony Legacy Recordings)
Mike Barnett – +1 (Compass Records)
Sarah King – The Hour (independent)
Raul Malo – Quarantunes, Vol. 1 (Mono Mundo Recordings)
Maynard and the Musties – Grown-up Things (independent)
Joe Pug – The Diving Sun (Side A) (Nation of Heat Records)
Mandy Rowden – Parachute (Howlin’ Dog Records)
Janet Simpson – Safe Distance (Cornelius Chapel Records)
Son of the Velvet Rat – Solitary Company (Fluff and Gravy Records)
Swallows – In the Shadow of the Seven Stars (Emperor Penguin Records)
Morgan Wade – Reckless (Ladylike Records)

12 marzo
Peter Case - The Midnight Broadcast (Bandaloop Records)
Vivian Leva and Riley Calcagno - Vivian Leva and Riley Calcagno (Free Dirt Records)
Southern Culture On The Skids - At Home With Southern Culture On The Skids (Kudzu Ranch Records)
Blue Water Highway – Paper Airplanes (Start Swimming Records)
Valerie June – The Moon And Stars: Prescriptions For Dreamers (Fantasy Records)
Lake Street Dive – Obviously (Nonesuch Records)
Israel Nash – Topaz (Desert Folklore/Soundly)
Dulcie Taylor – Rediscovered (Mesa BlueMoon Recordings)

5 marzo
Jimbo Mathus & Andrew Bird - These 13 (Wegawam Music)
Gillian Welch & David Rawlings - All the Good Times (Acony Records)
Adeem the Artist – Cast-Iron Pansexual (Saint Judas Records)
Charles Ellsworth – Honeysuckle Summer (Burro Borracho Records)
Jay Gonzalez – Back to the Hive (Middlebrow Records)
Johnny Ironsights – Murder Mountain (independent)
Kaiti Jones – Tossed (independent)
Kristian Montgomery and the Winterkill Band – Prince of Poverty (independent)
Jason Ringenberg – Rhinestoned (Courageous Chicken Records)
Say Darling – Before & After (independent)
Garrison Starr – Girl I Used to Be (independent)

26 febbraio
Willie Nelson - That’s Life (Sony Music Group)
Sara Petite - Rare Bird (JTM Music)
Dale Watson - Dale Watson Presents: The Memphians (Red River Entertainment)
Ross Cooper – Chasing Old Highs (independent)
Sean Della Croce – Illuminations (Pasadena Records)
Cas Haley – All The Right People (Mailboat Records)
David Huckfelt – Room Enough, Time Enough (Fluff and Gravy Records)
The Libras – Faded (Out of the Past Records)
Olivia Ellen Lloyd – Loose Cannon (independent)
Randy Lee Riviere – Wyoming (Wilderness Records)
Clint Roberts – Rose Songs (Carry On Music)
Mando Saenz – All My Shame (Carnival Recording Company)
Curtis Salgado – Damage Control (Alligator Records)
John Smith – The Fray (Commoner Records)
Neil Young & Crazy Horse – Way Down in the Rust Bucket (Reprise Records)

19 febbraio
Spencer Burton - Coyote (Still Records)
David Olney and Anana Kay - Whispers And Sighs (Schoolkids Records)
Catherine Britt – Home Truths (Beverley Hillbilly Records)
The Dead South – Served Live (Six Shooter Records)
Ian Fisher – American Standards (self-released)
John Paul Keith – The Rhythm of the City (Wild Honey Records)
Veronica Lewis – You Ain’t Unlucky (Blue Heart Records)

12 febbraio
Mac Leaphart - Music City Joke (independent)
The Barlow – Horseshoe Lounge (1294451 Records)
Domenic Cicala – Come On Over (Tortured Artists Records)
Bobby Dove – Hopeless Romantic (self-released)
Jim Keller – By No Means (Orange Mountain Music)
Beth Lee – Waiting on You Tonight (self-released)
Karen Matheson – Still Time (Compass Records)

5 febbraio
A.J. Croce - By Request (Compass Records)
Shovels & Rope - Busted Jukebox, Vol. 3: Busted Juicebox (Dualtone Music Group)
Dale Ann Bradley – Things She Couldn’t Get Over (Pinecastle Records)
Curtis McMurtry – Toothless Messiah (self-released)
Aaron Lee Tasjan – Tasjan! Tasjan! Tasjan! (New West Records)
Uncle Walt’s Band – Recorded Live at Waterloo Ice House (Omnivore Recordings)

29 gennaio
Pony Bradshaw - Calico Jim (Black Mountain Music)
John Hurlbut & Jorma Kaukonen - The River Flows (Fur Peace Ranch Records)
Selwyn Birchwood – Living In A Burning House (Alligator Records)
Ani DiFranco – Revolutionary Love (Righteous Babe Records)
Doug Holmes – Mono No Aware (self released)
Langhorne Slim – Strawberry Mansion (Dualtone Music Group)
Lucero – When You Found Me (Liberty & Lament Records)
Saugeye – Saugeye (Horton Records)
Tony Trischka – Shall We Hope (Shefa Records)

 



 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
Home page


 News   notizie, video, segnalazioni, classifiche


Video della settimana
(anteprima RootsHighway): Luca Milani - Dirty Hearts




Dopo l’anticipazione di Sorry Mom, Dirty Hearts è il primo singolo estratto dall’album Warriors Grow Up And Die. Per Luca Milani è la chiusura di un cerchio e insieme il capitolo di una maturazione cominciata con le atmosfere acustiche di Scars And Tattoos da cui è ripartito con una prospettiva sonora più ampia. Aiutato da Fidel Fogaroli alle tastiere, che ha conferito a Dirty Hearts un’atmosfera unica, colta alla perfezione dalle immagini del videoclip selezionate e montate da Carlo Lancini, Luca Milani (voce e chitarra acustica) ci ricorda che “le anime libere non fanno promesse perché sanno che il tempo cancellerà tutto”, e apre una prima porta verso l’intero universo di emozioni che compone Warriors Grow Up And Die. Prodotto da Daniele Denti, con il missaggio di Simone Giorgi e con la grafica di Giacomo Comincini, il singolo Dirty Hearts è disponibile su tutte le principali piattaforme.

L’innata modestia di Luca Milani fa da contrasto agli estremi percorsi nella sua ventennale carriera discografica, giunta a un punto di svolta. Se nel fatidico 2001 maturava l’esordio con i File, avvenuto un anno dopo con l’EP Credo nei miracoli, a distanza di vent’anni, Luca Milani si ritrova alle spalle una serie di cambi radicali. Primo artista italiano a firmare per un’etichetta internazionale (con i File aveva siglato per la Zomba Records e per la Silvertone), sceglie poi la via dell’autoproduzione indipendente con l’esordio solista di Scars And Tattoos, che, nel 2009, rivela un’intensa anima acustica, ispirata da Hank Williams e Johnny Cash.

La naturale evoluzione in Sin Train lo rivela nel 2011 come uno dei più sorprendenti songwriter italiani, album affascinante per le sonorità e per l’intrinseca qualità delle canzoni. Ma ben presto l’istintiva vocazione elettrica trova una sua collocazione prima con Lost for Rock N Roll, poi con la creazione dei Glorious Homeless, gruppo che lo supporterà dal 2013 fino al 2016 con Fireworks for Lonely Hearts. È proprio in questo passato prossimo che Luca Milani trova il suo equilibrio, tanto nelle canzoni, quanto nelle performance, tra la vocazione del troubadour acustico e quella del frontman di rumorose rock’n’roll band, che ha una sua definizione in Idols del 2019, frutto del progetto Hellm.

La nuova svolta, che si concretizzerà nell’arco del 2021, vede Luca Milani confrontarsi con i suoi eroi, la sua storia e il suo futuro che avrà un cardine nel nuovo album, Warriors Grow Up And Die, anticipato dal singolo Dirty Hearts.

fonte: Fragile dischi

-----------------------------------------------------------------------------------------


:: Gary Louris - il nuovo album "Jump for Joy" dal 4 giugno per Thirty Tigers

Gary Louris, voce e leader dei The Jayhawks, ha annunciato l’uscita del suo nuovo solo album ‘Jump For Joy’, il 4 giugno per Thirty Tigers e anticipato dai singoli ‘New Normal’, ‘Almost Home’ e ‘Follow’.

‘Jump for Joy’ di Gary Louris uscirà per Sham e Thirty Tigers ed è stato scritto, registrato e prodotto dal solo leader dei Jayhawks. Si tratta del suo primo solo album in 13 anni, seguito dell’ottimo ‘Vagabonds’ del 2008.

Nel corso degli ultmi tre decenni Gary Louris grazie ai The Jayhawks e al suo lavoro si è costruito una reputazione unica nella scena rock americana, come muscista, autore e produttore. In passato ha lavorato producendo e scrivendo musica per artisti vincitori di premi Grammy come Tedeschi Trucks Band e The Chicks, oltre ad aver preso parte alle session in studio dei dischi di act del calibro di The Black Crowes, Uncle Tupelo, Joe Henry, Counting Crows, John Hiatt, Lucinda Williams, Roger McGuinn, Nickel Creek e The Wallflowers. ‘Jupm for Joy’ arriva a breve distanza dall’ottimo ‘XOXO’ dei The Jayhawks, album che ha ricevuto recensioni entusiaste da parte della critica internazionale.

fonte: Goodfellas

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Bobo Rondelli - il nuovo album "9th & Walnut" in uscita il 23 luglio

Bobo Rondelli torna con un nuovo album a distanza di quattro anni dal precedente “Anime Storte”. Le 12 canzoni che compongono l’album sono nate durante questo periodo assurdo. Un viaggio intimo e profondo dentro ai pensieri e ai ricordi di Bobo dove il tema ricorrente è l’amore, il perdono, lo spazio e l’intero universo.

“Cuore Libero” uscirà l’11 Giugno su etichetta The Cage SANTERIA/AUDIOGLOBE e sarà disponibile nei formati CD e LP in edizione limitata vinile trasparente, contenente un foglio 30x30 con tutti i testi. Le copie in vinile acquistate online a questa pagina saranno autografate da Bobo.

È stata confermata la prima data live di Bobo Rondelli al Teatro Romano di Fiesole per l’1 Luglio in occasione della 74esima Estate Fiesolana. Qui sono disponibili le prevendite della data.

fonte: KizzMe

----------------------------------------------------------------------------------------

:: Descendents - il nuovo album "9th & Walnut" in uscita il 23 luglio

La leggendaria band punk dei Descendents annuncia oggi il nuovo album 9th & Walnut, in uscita il 23 luglio su Epitaph Records. Nel 2002 la band nella sua line up originale di 4 membri, composta dal bassista Tony Lombardo, il batterista Bill Stevenson, il chitarrista Frank Navetta (deceduto nel 2008) e il cantante Milo Aukerman, era finalmente entrata in studio per registrare i brani che ne avevano forgiato il sound, sin da subito in grado di ridefinire i confini di genere.

L’album, che prende il titolo dallo spazio di Long Beach in cui la band si riuniva per provare all’epoca, è una raccolta di 18 tracce che include i loro primissimi brani composti tra il 1977 e il 1980, tra cui i singoli dell’esordio “Ride The Wild” e “It’s A Hectic World” (qui per la prima volta cantati da Milo) e una cover in pieno stile Descendents di “Glad All Over” dei The Dave Clark Five. “Baby Doncha Know” è la prima anticipazione del nuovo lavoro 9th & Walnut. “‘Baby Doncha Know’ è stata forse la quinta canzone che abbiamo imparato”, ricorda il batterista Bill Stevenson. “Andavamo al 9th & Walnut tutti i weekend e passavamo le giornate a suonare. Ero sbalordito dal fatto che un ragazzo della mia età che frequentava la mia stessa scuola potesse scrivere dei pezzi così fighi. Frank sembrava più maturo della sua età. Ma non gli ho mai chiesto di chi o di cosa parlasse. Ero solo felice di essere lì con lui e Tony”.

fonte: Spingo

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Willy Vlautin - 'La notte arriva sempre' in libreria dal 6 maggio 2021 per Jimenez

Le contraddizioni e i miraggi dell’American Dream, nel commosso ritratto di una donna che cerca sicurezza e rifugio in una città in veloce cambiamento. Il nuovo romanzo di Willy Vlautin, La notte arriva sempre, pubblicato negli Stati Uniti lo scorso 6 aprile e ora tradotto in Italia da Jimenez edizioni

Lynette ha poco tempo per non cedere alla sconfitta. Ad appena trent’anni, è già esausta. Eppure il suo sogno è modesto: comprare la casa in cui vive con la madre e il fratello e procurare loro quella sicurezza che non hanno mai avuto. Nella sua città, una Portland sempre più alla moda, i prezzi delle abitazioni in pochi anni sono più che raddoppiati, le case popolari sono state convertite in condomini prestigiosi, i negozi a gestione familiare rimpiazzati da boutique di lusso. È l’illusione del sogno americano: benessere per tutti. Ma c’è un prezzo da pagare, ed è un prezzo che non tutti possono permettersi. A Lynette sono serviti una miriade di lavori e l’aiuto della madre per poter trovare i soldi necessari all’acquisto. E quando la madre le nega i soldi promessi, è costretta a spingersi oltre i propri limiti per ottenere il denaro di cui ha bisogno. Ambientato nell’arco di due giorni e due notti, La notte arriva sempre segue la frenetica odissea di Lynette, una spirale di impotenza e speranza che la porta ad affrontare avidi riccastri e ambigui trafficanti, in una città nel pieno di un boom economico che la sta trasformando radicalmente. Mentre cresce l’angoscia e le sue richieste di aiuto rimangono inascoltate, Lynette fa una scelta pericolosa. Nel tentativo di salvare il futuro della famiglia, è costretta a immergersi nelle zone più oscure del proprio passato e a confrontarsi con la vera realtà della sua vita.

Willy Vlautin, nato e cresciuto a Reno, in Nevada, è scrittore e musicista (Richmond Fontaine, The Delines). È autore di altri cinque romanzi, oltre a La notte arriva sempre: Motel Life (Jimenez 2020), Verso Nord (di prossima pubblicazione per Jimenez), La ballata di Charley Thompson (Mondadori 2014), Io sarò qualcuno (Jimenez 2018), The Free (Jimenez 2019). Con Io sarò qualcuno è stato tra i finalisti del prestigioso PEN/Faulkner Award.

fonte: Jimenez edizioni

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Cedric Burnside - Dar in Here' uscirà il 25 Giugno per Merge records

Ascolta ‘Step In’ del bluesman di Memphis Cedric Burnside, primo estratto dal nuovo album I Be Trying in uscita il 25 giugno per Single Lock Records.

La session di ‘Step In’, come tutto il nuovo album di Cedric Burnside, è stata registrata presso i Royal Studio di Memphis, Tennessee, dove sono passati grandi nome del blues e del soul come Al Green, Solomon Burke e Buddy Guy.

Figlio del batterista Calvin Jackson e nipote del grande R.L. Burnside, Cedric ha inziato giovanissimo a suonare le percussioni e la batteria con artisti del livello di Jessie Mae Hemphill, John Hermann, Kenny Brown, Richard Johnston, Jimmy Buffett, T-Model Ford, Paul "Wine" Jones, Widespread Panic, e Jon Spencer Blues Explosion. Come musicista solista Cedric ha portato avanti la tradizione del blues del Mississipi con 8 dischi che tra passato e futuro del genere hanno reso la sua figura unica grazie ad un sound pieno di groove e dall’accento rock. Gli ultimi due dischi di Cedric Burnside sono stati nominati ai Grammy come Best Blues Album e Best Traditional Blues Album, a testimonianza del suo stile infliuenzato sia dal passato che dal presente del blues. ‘I Be Trying’ è composto da 13 tracce originali dove l’inimitabile binomio di chitarra e voce di Cedric la fa da padrone su uno dei suo album più incisivi e potenti.

fonte: Goodfellas

----------------------------------------------------------------------------------------


:: The Mountain Goats - Dar in Here' uscirà il 25 Giugno per Merge records

The Mountain Goats, eroi della scena indie rock americana, annunciano l’uscita del nuovo album ‘Dark In Here’, disponibile dal 25 giugno per Merge. Ascolta ‘Mobile’ primo estratto dal nuovo album dei Mountain Goats.

Lo stile dei The Mountain Goats è inimitabile, una band dal sound riconoscibile tra mille, influenzata da indie-rock, punk e lo-fi degli anni ’80 e ’90 e che a sua volta ha aiutato a crescere la scena negli anni 2000. La band ormai vicina al trentesimo anniversario è guidata da John Darnielle, unico membro presente sin dagli esordi nella band che negli anni ha visto entrare e uscire dalla formazione artisti del calibro di Owen Pallett, St. Vincent, Kaki King e John Vanderslice.

Dark in Here
arriva a meno di un anno di distanza da ‘Getting Into Knives’, album che riportato in alto il nome della band guidata da John Darnielle. Il nuovo album è stato registrato presso i FAME Studio di Muscle Shoals, Alabama, durante la lunga session che ha portato i Mountain Goats a registrare sia ‘Getting Into Knives’ che il precedente ‘Songs for Pierre Chuvin’. I The Mountain Goats si sono formati nel 1991 e si apprestano a publicare il loro 20° album e a festeggiare il trentesimo anniversario di attività.

fonte: Goodfellas

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Cleopatrick - album d’esordio del duo rock canadese in arrivo il 4 giugno per Thirty Tigers

I cleopatrick annunciano l’uscita di ‘Bummer’, album d’esordio del duo rock canadese in arrivo il 4 giugno per Thirty Tigers. L'annuncio è supportato dal singolo ‘Family Van’, incredibile anthem rock già nota al pubblico dei live dei cleopatrick. Il nuovo singolo ‘Family Van’ è supportato da un divertente videogame realizzato dai cleopatrick per i loro fan: www.familyvanthegame.com

I due amici Luke Gruntz e Ian Fraser sono cresciuti a Hicksville, Nowheretown (vero nome Cobourg, Ontario, popolaziomne di 19,000 abitanti) e sono finalmente giunti al disco d’esordio dopo aver stregato il pubblico americano e canadese con i loro anthem rock basati sulla loro favolosa alchimia tra chitarra e batteria. Senza un disco fuori il duo ha superato i 77 milioni di ascolti streaming con i primi singoli e sta velocemente diventando una delle band più attese della scena rock internazionale, con passaggi radiofonici sulle radio di tutto il mondo. ‘Bummer’, debutto dei cleopatrick, è stato scritto, registrato e prodotto con l’aiuto di Jig Dubè, amico e terzo membro aggiunto della band, e uscirà per la personalissima label del duo, ovvero la Nowhere Special Recordings (in collaborazione con Thirty Tigers) il 4 giugno. I Cleopatrick sono giovanissimi ed hanno già suonato al Lollapalooza Festival di Chicago e aperto gli show di Royal Blood, Arctic Monkeys e Catfish and Bottlemen.

fonte: Goodfellas

----------------------------------------------------------------------------------------


:: The Steel Woods - dal 14 Maggio ‘All of Your Stones’ per Woods Music/Thirty Tigers

Disponibile dal 14 Maggio ‘All of Your Stones’ per Woods Music/Thirty Tigers., primo album firmato dagli Steel Woods dopo la scomparsa di Jason ‘Rowdy’ Cope. Ascolta i primi due estratti ‘Run of Ahead’ e la titletrack ‘All of Your Stones

Il terzo album degli Steel Woods è un tributo a Jason ‘Rowdy’ Cope, chitarrista, songwriter e membro fondatore della band, scomparso precocemente all’inizio dell’anno. ‘All of Your Stones’ è anche il nome dell’ultimo brano scritto da Jason prima di morire, autore anche di altri brani del nuovo album insieme al cantante e chitarrista Wes Bayliss, il bassista Johnny Stanton e il batterista Isaac Senty.

Gli Steel Woods sono una delle più interessanti realtà southern rock americane, amati dal pubblico internazionale grazie ai primi due album ‘Old News’ del 2019 e ‘Straw in the Wind’ del 2017. Sui precedenti dischi gli Steel Woods avevano tributato il loro amore e passioni per i Black Sabbath con delle reinterpretazioni delle classiche ‘Changes’ e ‘Hole in the Sky’, mentre per il nuovo album la scelta è ricaduta sul classico dei Lynyrd Skynyrd ‘I Need You”, con il feat. della star del nashvilòle sound Ashley Monroe.

fonte: Goodfellas

----------------------------------------------------------------------------------------


:: "Rock Poster 1940-2010" - il volume di di Martina Esposito dal 25 maggio in libreria per Volo Libero edizioni

Quello che diventerà il “rock poster” nasce nel Tennessee nel 1940, in una ditta a gestione familiare che aveva sempre pubblicizzato incontri di pugilato ed eventi fieristici. Inizialmente la grafica è priva di qualsiasi guizzo artistico ma, con l’affermarsi del rock’n roll, gradualmente, l’estetica del manifesto diventa più eloquente ed il processo creativo passa nelle mani di artisti oggi diventati iconici. Dallo stile psichedelico dei manifesti per i concerti organizzati dalla Family Dog, a quello immaginifico dello studio Ames Bros degli anni Duemila, arte e musica hanno dato vita a sempre più frequenti miracoli grafici. Nel tempo sodalizi storici come quello tra l’onirico studio Hipgnosis e i Pink Floyd o quello tra il situazionista Jamie Reid ed i Sex Pistols hanno letteralmente plasmato i manifesti del “live” rock, contribuendo in buona sostanza al successo dei musicisti stessi e creando una vera contaminazione fra arte e musica. Questo libro racconta il manifesto rock e la sua evoluzione, da semplice veicolo promozionale di concerti e festival ad autentico oggetto d’arte. Arricchiscono il libro 36 preziose immagini a colori a tutta pagina e in appendice “Quando la musica rimbalza sul muro”, un saggio breve di Matteo Guarnaccia.

Martina Esposito lavora come grafica, illustratrice e docente. Dopo essersi laureata presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna con una tesi sulla storia del rock poster, si stabilisce a Milano dove porta avanti l’interesse per la grafica musicale e cinematografica. Colleziona collaborazioni di particolare importanza, come quella con Marvel Entertainment per Netflix US. I suoi lavori sono spesso condivisi sulle principali piattaforme di settore (Alternative Movie Poster, Poster Spy) e vengono attualmente distribuiti da gallerie internazionali come Hero Complex Gallery di Los Angeles, California.

fonte: Volo Libero

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Reigning Sound - il nuovo album della garage band di Memphis dal prossimo 14 maggio per Merge records

A Little More Time with Reigning Sound uscirà il 21 Maggio per Merge Records, e segna il ritorno dopo sette anni della nota creatura capitanata da Greg Cartwright, fondatore degli influenti The Oblivians e demiurgo garage indie-rock dalle tonalità sixities. Ascolta ‘A Little More Time’, primo estratto dal ritorno dei Reigning Sound, fondamentale formazione indie rock di Memphis

A Little More Time With Reigning Sound ci consegna la band di Memphis, Texas, in forma smagliante e nella formazione tipo con l'ex Oblivians Greg Cartwright, Jeremy Scott, Greg Roberson e Alex Greene, proprio come nel bellissimo ‘Home for Orphans’ del 2005. Al disco hanno partecipato in veste di guest anche il batterista e percussionista Graham Winchester, il cantante Coco Hames, il chitarrista John Whittemore e gli archi di Elen Wroten e Krista Wroten. I Reigning Sound si riconfermano tra le band più in forma in circolazione, capaci di rivaleggiare tanto con i nomi principali della scena garage rock, quanto con artisti del calibro di The Hold Steady, Eels, Mountain Goats e Cake.

fonte: Goodfellas

----------------------------------------------------------------------------------------


:: The Pine Hill Haints
- The Song Companion of a Lone Star Cowboy uscirà il 14 Maggio per Single Lock Records.

Ascolta ‘Back To Alabama’, primo estratto dal nuovo album dei The Pine Hill Haints.

The Song Companion of a Lone Star Cowboy’ uscirà il 14 Maggio per Single Lock Records. I Pine Hill Saints sono una delle più prolifiche e interessanti realtà dell’Americana contemporanea, capaci di riempire i loro spartiti di influenze bluegrass, folk, honky tonky e country, ma dall’animo rock. La band capitanata da Jamie Barrier ama chiamare "Alabama Ghost Music" la propria esplosiva miscela dal forte accento southern.

The Pine Hill Haints sono attivi da oltre venti anni, con decine tra dischi, singoli ed Ep pubblicati nel corso della loro carriera. I quindici brani del nuovo album ‘The Song Companion of a Lone Star Cowboy’ partono con l’accoppiata rock ‘Fall Asleep’ e ‘Back to Alabama’, in cui si incontrano bluegrass e folk irlandese, per proseguire con il groove alla Bo Diddley di ‘Pretty Thing’ e il country tradizionale di ‘John Henry’. Si continua con il pop di ‘Lone Star Kid’ e il country rock in stile Sun Records di ‘Midnight Mayor’ e ‘Louise’ e il blues di ‘Wade in the Water’ e ‘Downtown Blues’, in cui compare il leggendario musicista rockabilly blues J.D. Wilkes all’armonica. I Pine Hill Haints sono guidati dalla potente voce di Jamie Barrier (sempre più a suo agio nel ruolo di moderno Joe Strummer dall’animo country rock), accompagnato anche in questa occasione da Katie Barrier al mandolino e ai cori, Stevie LaBlanc al basso, Justin Ward al trombone e Brian Borden alla batteria.e.

fonte: Goodfellas

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Hiss Golden Messenger - il nuovo album Quietly Blowing It dal prossimo 25 giugno

Quietly Blowing It’, il nuovo album di Hiss Golden messenger uscirà il prossimo 25 Giugno per Merge, anticipato dal singolo ‘If It Comes In the Morning’.
Si tratta del secondo estratto dal nuovo album di M.C. Taylor, ovvero il titolare del progetto folk-country-rock Hiss Golden Messenger, arrivato un mese dopo il primo singolo ‘Sanctuary

Quietly Blowing It arriva a due anni di distanza dall’ottimo ‘Terms of Surrender’ del 2019, album che ha consacrato il valore di M.C. Taylor con una nomination ai Grammy 2019 per il Best Americana Album. L’anno scorso Taylor ha pubblicato il live album ‘Forward Children’, per aiutare la Durham Public Schools Foundation in North Carolina.

fonte: Goodfellas

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Blackberry Smoke - il nuovo album ‘You Hear Georgia’ dal 28 maggio per 3 Legged Records/ Thirty Tigers

I Blackberry Smoke pubblicheranno il nuovo album You Hear Georgia il 28 maggio per 3 Legged Records / Thirty Tigers. Ascolta la titletrack ‘You Hear Georgia

Il nuovo album della band guidata dal cantante Charlie Starr è stato prodotto da Dave Cobb e vanta special guest di lusso come Jamey Johnson e Warren Haynes. I dieci brani del nuovo album dei Blackberry Smoke sono un tributo alla ricca eredità southern-rock-blues e folk della Georgia. I Blackberry Smoke sono Charlie Starr (vocals, guitar), Richard Turner (bass, vocals), Brit Turner (drums), Paul Jackson (guitar, vocals) e Brandon Still (keyboards).

‘You Hear Georgia’ segue l’uscita di ‘Find A Light’ del 2018, arrivato al top della classifica degli album Country e Americana/Folk states, al numero 3 della Billboard Top Country Albums chart e al #2 della Billboard Americana/Folk Albums chart, oltre ad essere entrato direttamente al 30° posto della classifica degli album più venduti. Grazie al loro ultimo album e ai precedenti si era parlato dei Blackberry Smoke come del futuro della scena southern rock e di una band capace di rinverdire il discorso mai assopito di artisti come Tom Petty, the Allman Brothers Band, Lynyrd Skynyrd e Hank Williams Jr. Sin dalla loro formazione nel 2001 i Blackberry Smoke hanno continuato a suonare dal vivo senza sosta, costruendo una fan base invidiabile. Ad oggi hanno pubblicato 6 album e sono arrivati alle porte della Top 10 degli album più venduti negli states e nelle posizioni di prestigio della classifica inglese con il loro quarto disco ‘Like an Arrow’ del 2016.

fonte: Goodfellas

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Africani, Marocchini, Terroni - Il punk e la Napoli degli anni '80 nel racconto di Davide Morgera, dal 25 marzo in libreria

Il punk e la Napoli degli anni '80 nello splendido racconto di Davide Morgera, con introduzione di Jumpy Velena. Dal 25 Marzo nelle migliori librerie per Goodfellas Edizioni, collana Spittle.

Africani, Marocchini, Terroni … è la storia parallela del punk a Napoli e del suo incontro con le (dis)avventure di un gruppo di ragazzi, che all’inizio degli anni ‘80 irrompe sulla scena italiana e si affaccia dalla finestra con la voglia di cambiare il mondo, cercare di azzerare tutto quello che non va, di lottare per ideali di pace tra concerti infuocati in città e volantinaggio selvaggio, di viaggiare e confrontarsi con altre realtà italiane, di ribellarsi, di registrare un disco ed essere parte attiva dello ZX, locale unico nel suo genere nella città partenopea e fulcro vitale di certa musica. Queste pagine sono il racconto di persone reali, figure che hanno fatto la storia dell'underground italiano e di un ambiente dove le amicizie vere, gli scambi epistolari, i primi dischi e i raduni storici diventarono un tutt’uno. Gli Underage rappresentarono l’inizio di un movimento musicale nella Napoli dei primissimi anni ‘80, una citta` letteralmente a secco di stimoli nuovi. Lanciarono un seme che sarebbe cresciuto con la nascita di altre band e l’apertura di due centri sociali sul finire del decennio, l’Officina 99 e il Tien’a Ment. Con centinaia di illustrazioni, per la prima volta un libro racconta l’esplosione del punk in Italia dalla prospettiva del Sud del Belpaese. In appendice la ricostruzione dei carteggi intrattenuti dall’autore con i punk di tutta la Penisola: un eccezionale ritratto storico che restituisce il valore del circuito delle autoproduzioni, che in quegli anni erano l’unico canale di diffusione di nuova musica al di fuori dello strapotere delle major discografiche.

L’autore: Davide Morgera, Napoli 1962, e` stato il batterista degli Elettroencefalogramma e degli Underage, nonche´ L’autore delle prime fanzine punk del Sud Italia (tra le altre ‘Shock’, ‘Megawave’ e ‘Hate again’). Introduzione ad opera di Jumpy Velena.

fonte: Goodfellas

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Highway 61 e Un mondo di musica - le trasmissioni radio di Massimo Ferro

Highway 61 è una trasmissione di American folk & roots music - ovvero folk, country, blues, bluegrass, old time music, western-swing, cajun, tex-mex, ma anche cantautori, alternative country, rock & roll, rockabilly, guitar music e così via. Si tratta di una sorta di “Viaggio alle radici della musica Americana”, come recita il sottotitolo, le cui selezioni riguardano quasi esclusivamente novità discografiche (spesso proposte in anteprima assoluta per l’Italia) provenienti perlopiù da Nord America ed Europa; uno sguardo al passato è tuttavia contemplato di frequente attraverso la segnalazione di ristampe ed antologie. “Highway 61” è un programma conosciuto anche oltreoceano poiché diffuso in streaming, grazie da RVS Web (www.radiovocespazio.it) tre volte la settimana, dalle 23 alle 24, ogni lunedì, mercoledì e venerdì.

Un Mondo Di Musica è un programma che si occupa di folk, roots e world music provenienti da ogni angolo del pianeta, in sostanza dunque di tutta la musica contemporanea che attinge alla tradizione popolare (compresa la canzone d’autore). Va in onda da Radio Voce Spazio, ogni martedì sera, dalle 21.30 alle 24.00. La trasmissione si occupa principalmente di novità discografiche e, ovviamente, tiene in particolare considerazione la musica italiana, sia essa folk o d’autore. Quasi sempre la trasmissione offre la possibilità di ascoltare interviste telefoniche (quasi sempre in diretta) con artisti, gruppi ed altri personaggi che si occupano di musica delle radici nel nostro paese (e non solo). Occasionalmente inoltre il programma propone ospiti dal vivo in studio e riporta notizie relative ai concerti ed altri eventi locali, soprattutto di carattere locale.

Massimo Ferro ha iniziato la sua attività radiofonica nel lontano 1976 collaborando con le principali emittenti alessandrine. Accanto al suo operato come disk-jockey, in passato ha collaborato con importanti riviste musicali come "Folk Bulletin", "Hi, Folks!", "Il Blues" ed “Il Buscadero”, è stato a lungo attivo come presentatore e consulente con l'Assessorato alla Cultura del Comune di Alessandria per i concerti di roots music, direttore artistico della rassegna "Etnomosaico", socio della Bluegrass & Country Music Association of Italy e componente del Rainbow Smoke Network. Inoltre contribuisce alla stesura di diverse classifiche internazionali, come la Freeform American Roots Chart, la E.M.S. Indipendent Chart, l'Euroamericana Chart e Roots Music Report. Massimo Ferro è stato diverse volte nella giuria di Folkontest. Dal 2004, con una cinquantina di altri operatori del settore, è diventato membro della giuria del "Premio Città di Loano" che annualmente conferisce il titolo di migliore album italiano nell'ambito della musica delle radici. Nel 2009 è stato chiamato anche a far parte della giuria del “Premio Teresa Viarengo”, e poco dopo è stato ammesso a far parte del prestigioso Club Tenco, per il conferimento delle Targhe Tenco.

Per info: info@highway61.it - www.highway61.it

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Michele Anelli - la lavorazione di "Sotto il cielo di Memphis"

Sotto il cielo di Memphis è un progetto discografico che nasce da un viaggio americano, un sogno accarezzato a lungo che sta per diventare realtà. Comincia così, come lo racconta proprio Michele Anelli: “Penso esistano, nel corso degli anni, uno o più viaggi che ci attendono. Uno di questi è arrivato per i trent’anni di matrimonio. Memphis ha un significato particolare, è un luogo in cui rock’n’roll e soul hanno ispirato un modo di capire e vivere la vita. Nel 1989 eravamo poco più che ragazzi e la colonna sonora della cerimonia erano i brani gospel cantati da Elvis Presley. Ecco, che nel 2019, Memphis ci stava aspettando e siamo andati noi da Elvis, ma a Memphis si sono incrociate molte storie: la Sun, la Stax, Martin Luther King fino ai FAME recording studios di Muscle Shoals”.

Proprio a Muscle Shoals, in Alabama, nelle straordinarie sale del FAME recording studio progettato e costruito dal compianto Rick Hall, è iniziata la produzione musicale del nuovo progetto discografico di Michele Anelli. Con John Gifford III alla consolle (allievo e prosecutore dell’opera di Rick Hall), Michele ha avuto modo di interagire con Bob Wray al basso (Al Green, The Marshall Tucker Band, Ray Charles, Etta James, Clarence Carter, Johnny Cash ecc.) e Justin Holder alla batteria, giovane e talentuoso session man in pianta stabile al FAME. Le canzoni, che saranno pubblicate su 45 giri, sono: Ballata arida ed Escluso il cielo. Durante il soggiorno a Memphis sono nate le suggestioni che hanno portato Michele Anelli a comporre le nuove canzoni, registrate tra la fine di settembre e i primi di ottobre del 2020, con i Goosebumps bros. ovvero Cesare Nolli (chitarra elettrica), Paolo Legramandi (basso elettrico) e Nik Taccori (batteria) al Fireplace studio in un piccolo centro del comasco. Ai Goosebumps bros. si sono aggiunti Andrea Lentullo (Wurlitzer) ed Elia Anelli (chitarra elettrica).

Per poter portare a termine questo ambizioso percorso, che sarà completato con un CD comprensivo di tutti i brani e alcune outtake, Michele Anelli, per la prima volta, si è appoggiato alla piattaforma produzionidalbasso.com per trovare un aiuto solidale e concreto alla realizzazione di Sotto il cielo di Memphis, la cui uscita è prevista per la primavera 2021.




info@rootshighway.it