:: Menù
 



RootsHighway è membro ufficiale della Euro Americana Chart, la classifica dei dj e giornalisti europei

Euro Americana Chart
[maggio 2017]

1. Rodney Crowell - Close Ties
2. Malcolm Holcombe - Pretty Little Troubles
3. Hannah Aldridge - Gold Rush
4. Tim O'Brien - Where the River Meets the Road
5. Carrie Elkin - The Penny Collector
6. Sam Outlaw - Tenderheart
7. Willie Nelson - God's Problem Child
8. Drew Holcomb & The Neighbors - Souvenir
9. Andrew Combs - Canyons of My Mind
10. Angaleena Presley - Wrangled

La classifica completa:
euroamericanachart.eu

 
 

IN USCITA: scorri l'elenco delle prossime uscite discografiche in campo Americana/ Roots/ Indie:

12 maggio
Jim Avett and Family – For His Children and Ours (Ramseur Records)
Jake La Botz – Sunnyside (Hi-Style Records)
Larissa Tandy – Grip (independent)
Colter Wall - Colter Wall (Young Mary’s Record Co.)

5 maggio
John Moreland - Big Bad Luv (4AD Records)
Joan Shelley - Joan Shelley (No Quarter Records)
Chris Stapleton - From A Room: Volume 1 (Mercury Nashville Records)
Lauren Barth – Forager (Horton Records)
The Gage Brothers – The Gage Brothers (self released)
Taj Mahal & Keb’ Mo’ – TajMo (Concord Records)
Allison Pierce – Year of the Rabbit (Allie Cat Music)
Peter Rowan – My Aloha! (Omnivore Recordings)
Rev. Sekou – In Times Like These (Zent Records)
The Steel Wheels – Wild as We Came Here (Big Ring Records)
Christopher Paul Stelling – Itinerant Arias (Anti/Epitaph Records)
Bruce Sudano – 21st Century World (Purple Heart Recording Company)
Various Artists – Cover Stories: Brandi Carlile Celebrates 10 Years of the Story (SMG)

28 aprile
Willie Nelson - God’s Problem Child (Sony Legacy)
Bruce Robison - Bruce Robison & The Back Porch Band (Motel Time Music)
Beth // James – All in Life (self released)
Dalton Domino – Corners (Lightning Rod Records)
Kenny George Band – Borrowed Trouble (self released)
Terry Klein – Great Northern (self released)
John Mellencamp – Sad Clowns & Hillbillies (Republic Records)
Old Crow Medicine Show – 50 Years of Blonde on Blonde (Sony Music Nashville)
Amilia K Spicer – Wow and Flutter (Free Range Records)

21 aprile
Jason Eady - Jason Eady (Old Guitar Records)
Angaleena Presley - Wrangled (Mining Light Music)
Peter Bradley Adams – A Face Like Mine (Tone Tree Music)
Jason Tyler Burton – Lost Behind the Ranges (independent)
Sheryl Crow – Be Myself (Wylie Songs/Warner Bros.)
Ray Davies – Americana (Sony Legacy)
Scott Fab – Leave My Friends (Scott Fab Music)
The Harmed Brothers – The Harmed Brothers (Fluff and Gravy Records)
The Hooten Hallers – The Hooten Hallers (Big Muddy Records)
Joseph Huber – The Suffering Stage (self released)
Gwyneth Moreland – Cider (Blue Rose Music)
Nell Robinson & Jim Nunally Band – Baby Lets Take The Long Way Home (Whippoorwill Arts)
Erik Stucky – Stray Clouds (Binasaur Records)
The Suitcase Junket – Pile Driver (Signature Sounds Recordings)

14 aprile
Lillie Mae - Forever and Then Some (Third Man Records)
Sam Outlaw - Tenderheart (Six Shooter Records)
Chris ShiflEtt - West Coast Town (SideOneDummy Records)
Todd Adelman & The Country Mile – Time Will Tell (Porch Lantern Music)
Blackfoot Gypsies – To The Top (Plowboy Records)
The String Cheese Incident – Believe (Sci Fidelity Records)

7 aprile
Cory Branan - Adios (Bloodshot Records)
Malcolm Holcombe - Pretty Little Troubles (Gypsy Eyes Music)
Andrew Combs – Canyons Of My Mind (New West Records)
Front Country – Other Love Songs (Organic Records)
Joshua James – My Spirit Sister (self released)
Imelda May – Life Love Flesh Blood (Verve Int’l)
Mipso – Coming Down The Mountain (self released)
Jeb Loy Nichols – Country Hustle (Inkind Music)
Darden Smith – Everything (Compass Records)
Various Artists – Outlaw: Celebrating the Music of Waylon Jennings (Sony Legacy Records)
The Whiskey Gentry – Dead Ringer (Pitch-A-Tent Records)
The Wild Reeds – The World We Built (Dualtone Music)

31 marzo
Rodney Crowell - Close Ties (New West Records)
Tim O’Brien - Where The River Meets The Road (Howdy Skies Records)
Timothy Seth Avett as Darling – IV (Ramseur Records)
Bob Dylan – Triplicate (Columbia Records)
Jake Xerxes Fussell – What in the Natural World (Paradise of Bachelors)
Lawson & Williams – Chapter 3 (Mountain Home Recording Company)
Aimee Mann – Mental Illness (Super Ego Records)
The Mavericks – Brand New Day (Mono Mundo Recordings)
David Olney – Don’t Try To Fight It (Red Parlor Records)
James Talley – Tryin’ Like The Devil – 1976 – 2016 (Cimarron Records)
Matt Urmy – Out of the Ashes (Tritone Media/Dualtone Records)

24 marzo
Jessi Colter - The Psalms (Sony Legacy Recordings)
Peter Mulvey - Are You Listening? (Righteous Babe Records)
Sera Cahoone – From Where I Started (Lady Muleskinner Records)
Samantha Crain – You Had Me at Goodbye (Ramseur Records)
Johnny Flynn – Sillion (Transgressive Records)
Ruthie Foster – Joy Comes Back (Blue Corn Music)
Drew Holcomb & The Neighbors – Souvenir (Magnolia Music)
Bridget Kearney – Won’t Let You Down (Signature Sounds)
Rich Minus – This Son Is a Stranger to You (Saustex Records)
Lindi Ortega – Til the Goin’ Gets Gone (Soundly Music)

17 marzo
Quiles & Cloud - Shake Me Now (Compass Records)
Samantha Fish – Chills & Fever (Ruf Records)
Rich Minus – This Son Is a Stranger to You (Saustex Records)
Lindi Ortega – Til the Goin’ Gets Gone (Soundly Music)
Tedeschi Trucks Band – Live From The Fox Oakland (Fantasy Records)

10 marzo
Valerie June - The Order Of Time (Concord Records)
Marty Stuart and the Fabulous Superlatives - Way Out West (Superlatone Records)
Sunny Sweeney - Trophy (Aunt Daddy Records)
Pieta Brown – Postcards (independent)
Amelia Curran – Watershed (Six Shooter Records)
Greg Graffin – Millport (Anti- Records)
Ha Ha Tonka – Heart-Shaped Mountain (Bloodshot Records)
Hurray for the Riff Raff – The Navigator (ATO Records)
K Phillips – Dirty Wonder (Rock Ridge Music)
Bill Scorzari – Through These Waves (independent)
Snyder Family Band – The Life We Know (Mountain Home Music Company)
Taarka – Fading Mystery (independent)

3 marzo
Noam Pikelny - Universal Favorite (Rounder Records)
The Reverend Peyton’s Big Damn Band - Front Porch Sessions (Family Owned Records)
Bombadil – Fences (Ramseur Records)
Guy Clark – The Best of the Dualtone Years (Dualtone Records)
Colin Hay – Fierce Mercy (Compass Records)
Ashley Riley – Can’t Let You Go (Riled Up Records)
The Kernal – Light Country (Single Lock Records)



 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
Home page

 News   notizie, video, segnalazioni, classifiche


Video della settimana:
Colter Wall - Kate McCannon



-----------------------------------------------------------------------------------------

:: Jason Isbell: ‘The Nashville Sound' dal 16 giugno per Southeastern Records/ Thirty Tigersa

Vincitore di due premi Grammy, cantante, compositore e chitarrista Jason Isbell e la sua band, i The 400 Unit, hanno annunciato il nuovo album The Nashville Sound, disponibile dal 16 giugno per Southeastern Records/Thirty Tigers. Jason Isbell è riconosciuto come uno dei più importanti e rispettati songwriter della sua generazione grazie al successo del precedente album ‘Something More Than Free’ (2015), vincitore di ben due Grammy (Best Americana Album e Best American Roots Song per il brano ‘24 Frames) e due Americana Music Association Awards (Album of the Year e Song of The Year sempre per ‘24 Frames’).

Il nuovo album è stato registrato a Nashville presso i leggendari RCA Studio e prodotto da Dave Cobb, gia al lavoro sugli ultimi due dischi di Jason Isbell (‘Southeastern’ del 2013 e ‘Something More Than Free’ del 2015). In ‘The Nashville Sound’ sono presenti 10 nuove composizioni che toccano differenti argomenti come politica, privilegi sociali (‘White Man’s World’), nostalgia per il passato (‘The Last Of My Kind’), amore e morte (‘If We Were Vampires’), lo stress della società moderna (‘Anxiety’) e speranza (‘Something To Love’). Canzoni come ’Cumberland Gap’ e ‘Hope The Highroad’ vedono Jason e i suoi The 400 Unit tornare indietro nel tempo fino alle sonorità mai morte del miglior roots rock americano.

Il nuovo album è la prima uscita come Jason Isbell and the 400 Unit da ‘Here We Rest’ del 2011, dopo gli ultimi due lavori pubblicati solo come Jason Isbell. I The 400 Unit sono Derry DeBorja (keyboards), Chad Gamble (drums), Jimbo Hart (bass), Amanda Shires (fiddle) e Sadler Vaden (guitar).

fonte: Goodfellas

----------------------------------------------------------------------------------------


:: 'The Residents - Ralph records Artwork 1972-2016' di Matteo Torcinovich: dal 2 giugno in libreria, collana Spittle, Goodfellas Edizioni

Dal 2 giugno in tutte le librerie e shop online arriva 'The Residents - Ralph Records Artworks 1972-2016', di Matteo Torcinovich. La prima raccolta di copertine e grafiche della Ralph Records, l’officina creativa che ha rivoluzionato l'estetica punk. Ralph Records è un laboratorio che va ben oltre la mera e semplice pubblicazione di vinili. Infatti, pubblicare un disco è un espediente per poter creare azioni mediatiche, teatrali, artistiche, legate e ispirate ad un prodotto discografico. In 'The Residents - Ralph Records Artworks 1972-2016' sono raccolte le immagini che hanno rappresentato il suono della Ralph dal 1972 fino ai nostri giorni. Un percorso storico che rappresenta una delle più innovative etichette discografiche degli ultimi cinquant’anni. Una collezione di immagini tratte da copertine di dischi, cataloghi per fans, posters e vario materiale promozionale che si adegua, nell'arco di mezzo secolo, ai cambiamenti tecnologici e stilistici nelle tecniche di rappresentazione: disegni, incisioni, serigrafie, collages, fotomontaggi, pitture, sculture, video art, computer grafica.

La vita di Ralph Records e dei The Residents è ammantata di “oscuri” misteri creati dall’anonima “Cryptic Corporation”, e intorno a loro hanno orbitato numerose celebrità, tra cui: il polistrumentista inglese Philip Charles Lithman aka Snakefinger, l'illustratore e pittore texano Gary Panter, il musicista e artista visivo del Michigan Jad Fair conosciuto per essere uno dei fondatori della band Half Japanese, lo svizzero musicista e artista concettuale Dieter Meier co-fondatore del gruppo Yello, il collettivo artistico-musicale dei Tuxedomoon, il collettivo underground di rock sperimentale The Los Angeles Free Music Society (LAFMS), il polistrumentista inglese Fred Frith, il mago, attore, musicista, inventore del Massachusetts Penn Jillette, il fumettista e giornalista musicale Edwin Pouncey aka Savage Pencil, l'Art group canadese GENERAL IDEA della rivista FILE, il regista Graeme Whifler, il musicista Don Preston (mother of invention), il batterista inglese Chris Cutler, la cantante inglese Lene Lovich, Andy Partridge (XTC), i fumettisti Mark Beyer e Matt Groening, gli illustratori Steven Cerio, Adam Weller, Casey Howard, Ernst Gamper, Leigh Barbier, Patrick Roques, Reuben Raffael, Matt Howarth, Jimi Ludtke, RexRay e tanti altri. Sono pittori, grafici, fumettisti, musicisti, filmakers e scrittori legati da una potente sinergia creativa responsabile fautrice di un prodotto nuovo, non scontato e assolutamente poliedrico.

L’autore Matteo Torcinovich da sempre appassionato e onnivoro collezionista di musica in particolare di vinili e documenti relativi il movimento new wave punk. Collabora con il Venice Punk Museum, grafico per la fanzine L'age D'or ed il mensile Jamais Bourgeois. Autore di Pics off! L'estetica della nuova onda punk (Nomos edizioni, 2016).

fonte: Goodfellas

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Vololibero: SOUL CITY. Porretta Terme il festival e la musica

Dal 1988, sull'Appennino tosco-emiliano, si svolge una rassegna dedicata interamente al soul, quella musica scaturita dall'incontro di jazz, blues, gospel, rock e country che diede voce e visibilità alle battaglie dell'America nera per i diritti civili e per una cittadinanza degna di questo nome. La rassegna ha un nome ben preciso: Porretta Soul Festival. Il tutto ha messo radici dal sogno di un ragazzo innamorato della musica di Otis Redding e di Rufus Thomas che, da adulto, si troverà ad abitare in via Otis Redding e a far sfilare le stelle della black music in un anfiteatro all'aperto - il Rufus Thomas Park - trasformando così la sua cittadina nella Città del Soul. La formula funziona: i più prestigiosi cantanti e musicisti del passato e del presente fanno la fila per salire su quel prestigioso palco e il passaparola fa accorrere gli appassionati da mezzo mondo. Soul City spiega come è potuto succedere tutto questo.

Edoardo Fassio, l'autore: Torinese, scrive di blues, folk e jazz per “La Stampa” e per “TorinoSette”; collabora con “Musica Jazz”, “Il Blues” e con numerose pubblicazioni europee. Dal 1984, con il classico pseudonimo di Catfish è autore, conduttore e animatore di trasmissioni radio: la più duratura programmazione di blues in Europa. Ha seguito il Porretta Soul Festival per “La Stampa”, “Il Blues”, “Blues & Rhythm”, Rai Stereo Notte e Radio Flash. Ha pubblicato nel 2006 “Blues” per Laterza

fonte: Vololibero Edizioni

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Kevin Morby: il 16 giugno in uscita City Music per Dead Oceans

Prima bassista nei Woods, poi frontman dei The Babies e infine l'inizio della carriera solista, che dopo soli tre album lo pone tra gli interpreti più ispirati e freschi della scena folk e indie contemporanea. L'ultimo 'Singing Saw' di Kevin Morby, uscito per Dead Oceans, è finito nelle chart di gradimento del 2016 dei principali magazine e siti di musica internazionali.

Il 16 giugno dopo un EP uscito da poco, 'Beatiful Strangers', sarà la volta del nuovo e attesissimo 'City Music', in arrivo sempre Dead Oceans. 'City Music' è il quarto album solista di Kevin Morby, seguito dell'ottimo 'Singing Saw' e dei primi due lavori solisti 'Harlem River' e 'Still Life', entrambi usciti per la label di culto Woodsist, di proprietà di Jeremy Earl, ex compagno di band nei Woods. Proprio con i Woods Kevin Morby ha affinato l'arte del suo personalissimo folk rock, influenzato dai ripetuti ascolti di Lou Reed, Bob Dylan, Nina Simone e Simon Joyner e da Patti Smith, vera e propria musa del nuovo 'City Music'.

Kevin Morby presenterà dal vivo anche in Italia il suo nuovo album, il 7 luglio con una data esclusiva all'Artivive Festival di Soliera (Modena).

fonte: Goodfellas

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Torrita Blues Festival, l'edizione 2017


Grandi nomi del blues internazionale e gruppi italiani di qualità. L'ultimo fine settimana di giugno a Torrita di Siena è nel segno del blues secondo una formula che dura dal 1989. La località della Valdichiana senese, già protagonista dell'European Blues Challenge nell'aprile 2016, ospita la 29a edizione del Torrita Blues Festival, la manifestazione che tradizionalmente apre la stagione dei festival musicali estivi. La prima serata, giovedì 29 giugno, vedrà i gruppi italiani selezionati da Effetto Blues. Un'inaugurazione che vede anche la tradizionale cena in Piazza Matteotti per sostenere la rassegna. Venerdì 30 sarà il turno di Linda Valori & Maurizio Pugno Band e Mike Zito, vincitore di numerosi Blues Music Awards. Quindi gran finale sabato 1 luglio con Larry Garner in duo con Michael Van Merwyck e Doyle Bramhall II, chitarrista-cantante che per dieci anni ha lavorato con Eric Clapton.

Torrita di Siena (Si), Piazza Matteotti 29 giugno-1 luglio 2017. Inizio serate 21.30.
Info www.torritablues.it, tel. 349-0801381

Fonte: Il Popolo del Blues

----------------------------------------------------------------------------------------


:: ROUTE 61 MUSIC aderisce al Record Store Day: Elliott Murphy e Graziano Romani

Due eccezionali prodotti in vinile anticipano le uscite primaverili dell'etichetta in occasione del decennale della giornata dedicata ai negozi di dischi indipendenti (22 aprile).

CHELSEA BOOTS
è il nuovo singolo di ELLIOTT MURPHY, il suo primo 45 giri dagli anni Ottanta. La canzone anticipa l'album PRODIGAL SON, la prima raccolta di canzoni nuove dell'artista newyorchese da tre anni a questa parte. Sul retro di Chelsea Boots, in questo prodotto realizzato esclusivamente per il mercato italiano, è presente Poetic Justice Theme, una composizione mai pubblicata prima su cd o vinile che l'autore ha utilizzato per accompagnare un racconto ispirato dai film di Sergio Leone e che non si troverà sul nuovo album. Murphy torna a incidere per Route 61 Music a due anni di distanza da Aquashow Revisited.

LIFT ME UP
è la reinterpretazione che GRAZIANO ROMANI offre di un brano che Bruce Springsteen compose nel 1999 per il film Limbo di John Sayles. La canzone anticipa il cd SOUL CRUSADER AGAIN, che vede l'artista emiliano tornare ad omaggiare con dodici brani una delle sue principali influenze a sedici anni dal fortunatissimo Soul Crusader (2001). Il lato B di questo 45 giri è occupato da un brano tratto dalle session di Soul Crusader Again ma preservato per questo singolo e non reperibile altrove. "When the Lights Go Out" è una composizione nota per essere stata presentata da Springsteen durante i famosi concerti per il Christic Institute nel 1990. I nuovi dischi di Elliott Murphy e Graziano Romani verranno pubblicati il 19 maggio prossimo e sono distribuiti, come tutto il catalogo Route 61, da BTF..

fonte: Route 61 Music

----------------------------------------------------------------------------------------


:: "The ROLLING STONES 1961-2016 - La storia, i dischi e i grandi live" di Massimo Bonanno in uscita per VoloLibero

Partiti dagli scantinati di Londra i Rolling Stones sono diventati icone mondiali: colonna sonora di intere generazioni che hanno sognato, amato, pianto e riso con i loro indimenticabili riff. In questo volume Massimo Bonanno, già autore di altre pubblicazioni internazionali sulla band, racconta i Rolling Stones dagli esordi ai giorni nostri, senza tralasciare nulla: demo, concerti, album, bootleg, scandali, rumors, curiosità, arresti, business, rarità per collezionisti e trasgressioni. Grazie a un rapporto diretto con Andrew Loog Oldham, primo produttore del gruppo, e con Philip Townsend, lo storico fotografo dei primi anni Sessanta, Bonanno ha ricostruito, con precisione e cura dei dettagli, la vita della band.. La storia viene percorsa partendo dagli incontri tra i vari membri. A scandirne il percorso ci sono i loro dischi raccontati uno ad uno ed inquadrati nell'evoluzione e storia della formazione di Jagger e soci arrivando sino al loro ultimo album “Blue e Lonesome” del 2016 con cui ritornano alle radici blues. Ma i dischi sono solo una parte della narrazione; Bonanno infatti prende in considerazione anche i concerti, sia quelli singoli più significativi come i grandi tour mondiali che fanno parte della storia e della cultura delle “Pietre Rotolanti”. Un viaggio nell'universo Rolling Stones dai primi anni, in cui crearono il loro mito, ad oggi con i giorni dei tour mondiali faraonici e del business più estremo.

Massimo Bonanno è l'autore di The Rolling Stones Chronicle pubblicato in Inghilterra per Plexus Publishing, Henry Holt in America, Angus & Robertson in Australia e Nuova Zelanda, Shinko Music in Giappone e Ramsay in Francia. Il volume è uscito in seguito in altre edizioni tradotto in molte lingue. Nato a Genova, abbandona la città nrgli anni Ottanta e si trasferisce a Londra dove dà gli ultimi ritocchi al suo primo libro sugli Stones e inizia a lavorare al romanzo Feeling Old Feelings, un thriller ambientato nel mondo del rock e dei media. Massimo ha seguito da vicino i Rolling Stones dalla metà degli anni Sessanta, ed è stato incaricato dal loro sito ufficiale di curare la parte inerente gli archivi delle tournées e dei concerti della band. Suona la batteria in una blues band.

fonte: VoloLibero edizioni

----------------------------------------------------------------------------------------


:: Bob Marley in This Life: il 9 febbraio in libreria per Chinaski editore

In uscita il 9 febbraio per Chinaski Bob Marley in This Life uno dei libri più completi su Bob Marley mai realizzati in Italia. Attraverso la raccolta e traduzione di gran parte delle interviste rilasciate da Bob Marley nel corso della sua vita, questo libro è una sorta di prima autobiografia della più grande star del Terzo Mondo. Bob ci parla del suo credo, delle sue convinzioni, del grande messaggio di pace e amore che ne ha fatto una delle poche autentiche leggende del ventesimo secolo. Ma ci racconta anche il lato più privato della sua vita, i ricordi d’infanzia, il forte legame con la terra, la musica e il calcio. Nella seconda parte del libro è invece lo scrittore F.T.Sandman a parlare, tracciando le origini del culto Rastafari, la nascita della musica reggae, la controversa figura del Ras Tafari, Hailé Selassié, e le carriere dei tanti figli avuti da Bob Marley. Con la collaborazione di Bunna (Africa Unite), Alberto Castelli, Bob Marley Magazine e il contributo di alcuni celebri musicisti (Alborosie, Manu Chao, Michael Franti, Piotta, David Rodigan, Raphael, Jaca, Alpha Blondy e tanti altri) che svelano cosa abbia rappresentato l’artista giamaicano nella loro vita e nella loro musica.

A proposito dell’autore: Federico Traversa aka F.T. Sandman (Genova 1975), si occupa da anni di musica e questioni sociali. Co-fondatore di Chinaski Edizioni, come scrittore è riuscito in pochi anni a collaborare e scrivere libri di successo con molti rappresentanti noti della controcultura (Don Gallo,Tonino Carotone, Africa Unite), senza tralasciare le tematiche di quelli che stanno laggiù, in fondo alla la. È un grande, grandissimo appassionato di reggae.

fonte: Chinaski editore




info@rootshighway.it